vai al vecchio sito

Judo

ECJ-Trofeo Tarcento, partenza di alto livello

Ufficio stampa Kuroki. 417 atleti di 23 Nazioni ed un livello di gara molto alto: questa la prima impressione del Trofeo Tarcento – Europa Cup di judo a Lignano Sabbiadoro. La manifestazione vede in gara 87 judoka italiani, la delegazione piu’ numerosa seguita da quella tedesca con 40 judoka e da quella brasiliana in preparazione delle Olimpiadi di Rio con 36 atleti. Le gare della prima giornata hanno evidenziato delle belle individualità e un’organizzazione all’altezza. Molti gli arbitri di alto livello che hanno officiato in maniera esemplare. Delegato Eju della gara il finlandese Tapio Maki, per il secondo anno consecutivo designato al Trofeo Tarcento. La gestione di gara è invece stata fatta dal croato Sinisa Veir componente dell’Eju computer team. Notevole l’impressione destata dai judoka brasiliani e dalla forte squadre femminile della Turchia, ma un plauso va alla nazionale italiana che ha messo in evidenza belle individualità sia in campo maschile, sia in campo femminile, su tutti Fabio Basile dominatore della caregoria e Maria Centracchio che ha vinto all’ultimo secondo. Dalla prima giornata di gare è venuto fuori un bel judo vivo e attivoche mostra una bella evoluzione gecnica.Unanime consenso ha destato il nuovo sistema arbitrale con care system e arbitri di sedia fuori dal tatami, per la prima volta utilizzato in Italia.

Classifiche della prima giornata di gara

Settore maschile

Kg. 55 – 1. Alex Ferrariu (Romania), 2. Guilherme Locio (Brasile), 3°. Matthieu Groell (Svizzera) e Gabriel Silva (Brasile)

Kg. 60 – 1. Fabio Basile (Italia), 2. Angelo Lanzafame (Italia), 3. Adrien Quertinmont (Belgio) e Nicolas Santos (Brasile)

Kg. 66 – 1. Thomas Lissens (Belgio), 2. Ricardo Junior Santos (Brasile), 3. Matteo Piras (Italia) e Gabriel Pinheiro (Brasile)

Kg. 73 – 1. Sami Chouchi (Belgio), 2. Jakub Jecminek (Repubblica Ceka), 3. Gabriel Mendes (Brasile) e Igor Potparic (Slovenia)

Settore femminile

Kg. 44 – 1. Nesrin Kartal Cetin (Turchia), 2. Tawany Silva (Brasile), 3. Julijana Savic (Serbia) e Sevda Yorulmaz (Turchia)

Kg. 48 – 1. Nathalia Brigida (Brasile), 2. Moa Minsker (Israele), 3. Cristina Budescu (Moldova) e Marta Rainero (Italia)

Kg. 52 – 1. Jessica Pereira (Brasile), 2. Busra Akyol (Turchia), 3. Shira hayat (Isarele) e Beata Guszak (Croazia)

Kg. 57 – 1. Maria Centracchio (Italia), 2. Fabienne Kocher (Svizzera), 3. Flavia Gomes (Brasile) e Camilla Barreto (Italia)