vai al vecchio sito

Judo

Sport e Cultura in occasione dei mondiali di kata a Pordenone

Un esempio di come sport, turismo e cultura possono legarsi perfettamente ed offrire un volto nuovo ad una manifestazione di alto livello come i campionati del mondo di kata che si svolgeranno a Pordenone dal 20 al 23 settembre. È questo il punto principale che è stato messo in luce nel corso della prima conferenza stampa che ha presentato l’evento e che si è svolta nella sede della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia a Pordenone. L’iniziativa organizzata dalla Federazione Italiana Judo (FIJLKAM) si avvale della collaborazione di Polisportiva Villanova, Kuroki Tarcento, il sostegno di Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia e Comune di Pordenone, Ascom, Camera di Commercio e Coni Pordenone. Nelle tre precedenti edizioni dei campionati del mondo si è sempre affermata la supremazia del Giappone ed alla manifestazione di Pordenone saranno presenti 32 nazioni provenienti dai 5 continenti. Nelle due giornate di gare saranno messi in palio i titoli dei cinque Kata ed oltre i nipponici, risultano essere fra i favoriti anche gli italiani che si sono messi in evidenza in tutte le passate edizioni, così come gli specialisti francesi e iraniani. A Pordenone inoltre, si terrà nelle giornate precedenti le gare il corso e gli esami per arbitri mondiali, ai quali si sottoporranno anche 5 candidati del Kodokan. Alla manifestazione di Pordenone sono attesi Marius Vizer, presidente della federazione mondiale e Franco Cappelletti, vicepresidente dell’Unione europea di categoria e responsabile mondiale del Kata. Assieme all’evento sportivo è in programma anche un doppio appuntamento culturale, infatti nel programma della manifestazione libraria “Pordenonelegge.it”, è stata inserita anche la presentazione di un libro sul judo che sarà illustrato da Naoki Murata, 7° dan curatore del Kodokan Judo Museum and Library, mentre negli spazi espostivi del Comune a Pordenone si terrà una mostra fotografica dal titolo “I patrimoni Unesco in Giappone”.