vai al vecchio sito

Federazione

Premiazioni, promozioni e qualifiche in Friuli Venezia Giulia

Udine, 18 dicembre 2013. Dicembre è tempo d’esami. Almeno per quanto riguarda il judo, che sabato e domenica scorsi ha registrato lo svolgimento degli esami nazionali a Ostia per il quarto dan cui hanno preso parte due candidati del Friuli Venezia Giulia, ma anche gli esami regionali a Trieste cui si sono sottoposti i candidati al secondo dan ed alle qualifiche di arbitro, presidente di giuria ed aspirante allenatore. Lo studio e l’applicazione hanno premiato tutti i candidati, che hanno avuto modo di stemperare la tensione che precede qualsiasi esame in un esito positivo. A Ostia Piero De Petris (Sekai Budo Pordenone) e Carlo Palmucci (Shiro Saigo Udine) hanno acquisito il quarto dan, a Trieste Enrico Dante e Gianluca Russo (Ginnastica Triestina) hanno acquisito il secondo dan, mentre gli udinesi Lorenzo Bagnoli ed Alessandro Cugini hanno acquisito la qualifica di arbitro, Elisa Biasutto (Judo Azzanese), Alessandro Cossutti (Dlf Yama Arashi Udine), Cristina Coianiz (Kuroki Tarcento) hanno acquisito la qualifica di presidente di giuria, mentre Debora Martincigh (Dlf Yama Arashi Udine) è entrata nei quadri tecnici con la qualifica di aspirante allenatore. A fronte di numerosi nuovi ingressi nei quadri federali ci sono stati anche due arbitri che sono stati salutati e ringraziati per le loro importanti carriere proprio in occasione delle premiazioni del Trofeo Città di Trieste, l’arbitro benemerito Sebastiano Billardello e l’internazionale Aleksandar Hrast. Siciliano di nascita, ma udinese da quasi mezzo secolo il primo, croato legato da lunga amicizia con la nostra regione il secondo, entrambi hanno completato il percorso dedicato all’arbitraggio attivo. In occasione del Criterium Giovanissimi inoltre, che ha disputato la finale regionale sempre a Trieste con l’organizzazione di Sakura, Team Judo e Yawara Trieste, sono stati premiati i migliori dieci atleti per ciascuna classe sulla base dei migliori risultati delle quattro prove e sono stati premiati con un judogi offerto dalla Decasport i migliori in assoluto (Grande Slam) di ogni classe.