vai al vecchio sito

Karate

Postumia Open con tante medaglie udinesi nel nome della GLC Fijlkam

Grande ritorno sulla scena internazionale del team del Bushido Dojo Udine in occasione del Postojna Open 2018. In quella che è la gara più antica d’Europa i gialloneri guidati dalla Prof.ssa Meri Facini, affettuosamente soprannominata “presidentessa di ferro”, hanno fatto un’ottima figura.

Nel kata è mancato l’oro per un soffio con lo juniores Davide Meulli che ha ceduto in finale solamente al campione serbo Uros Subota, mentre la senior Costanza Gallini, rientrata a fine 2017 alle competizioni internazionali ha confermato la sua classe con un 3° posto che le va un pò stretto. Nelle categorie dei più piccoli, l’undicenne Filippo Calabrese, in una categoria affollatissima ha sostenuto ben 3 prove prima di fermarsi ai quarti di finale per risalire poi nei successivi due match e conquistare un 3° posto meritatissimo. La finale per il bronzo di Veronica Durisotti non è andata a buon fine e la ragazza si è classificata al quinto posto fra le cadette.

Bronzo nel kumite anche per la cadetta Morgana Ginexsi, ma altre soddisfazioni per il direttore tecnico regionale, il Maestro Gabriele Garcea sono arrivate con il suo allievo Lorenzo Chiandussi che, nei senior categoria dei medio-massimi ha conquistato il bronzo, sconfitto soltanto dallo sloveno Martin Kokotec.

Tutti gli atleti hanno gareggiato sotto l’egida del sodalizio GLC Fijlkam, iniziativa sostenuta con forza anche dal compianto Prof. Aledgisto Sodero con lo scopo di unire i praticanti, soprattutto nelle trasferte all’estero. Un ‘brand’ ed un collante per tutte le società italiane che hanno piacere di collaborare ed autarsi a vicenda nel mare del karate mondiale.