vai al vecchio sito

Judo

Mondiali di kata, Pordenone è pronta per la sfida dei Samurai

Pordenone, 21 settembre 2012. E’ tutto pronto per i Mondiali di Judo Kata che andranno in scena domani e domenica nel Palasport di Pordenone. La quarta edizione del Campionato del Mondo di Kata accolta da Pordenone dopo La Valletta (2009), Budapest (2010) e Francoforte (2011), ha messo in luce le potenzialità di un territorio certamente meno metropolitano, ma ugualmente sensibile ed attento e da semplice evento sportivo, la manifestazione ha assunto una dimensione mediatica di valore internazionale e culturale. I pronostici sono a senso unico, tutti favorevoli al Giappone, che ha vinto tutte le medaglie d’oro (15) in palio nelle tre precedenti edizioni ma per l’Italia, seconda nel medagliere mondiale, quella di Pordenone è l’occasione migliore per difendere un secondo posto prestigioso ed insidiato, in particolare, da Iran e Spagna. «La squadra italiana è molto in forma – ha detto il referente federale per i kata, Stefano Stefanel – ma la concorrenza è elevata. Delle due coppie medagliate a Francoforte, solo quella romana formata da Ubaldo Volpi e Maurizio Calderini saranno in gara e ritengo che possano e debbano puntare al podio. Buone speranze ci sono anche nel Katame No Kata con Andrea Fregnan e Stefano Moregola, Elio Paparello e Nicola Ripandelli, mentre il ritorno di Ilaria Sozzi e Marta Frittoli, coppia da podio mondiale nel ju no kata, potrebbe costituire una sorpresa, tenendo conto che non gareggia da un anno. Le altre coppie sono ben preparate e sono state selezionate proprio perché possono puntare alla finale. Giappone e Iran sono molto forti, Francia e Spagna grandi avversarie e la Romania ha due coppie da podio. Sarà un mondiale difficile. Ma noi giocheremo al meglio le nostre carte». Questo il programma delle due giornate mondiali. Sabato 22, alle 9 si inizia con le eliminatorie di Nage no Kata, Katame no Kata e Ju no Kata; alle 14.30, cerimonia di apertura ed esibizione di Judo Show ed alle 15, le finali di Nage, Katame e Ju no; alle 18.30 parte la “Sfilata delle Nazioni” nel Centro Storico della città accompagnata a suon di tamburo dai figuranti in costume storico e dagli sbandieratori di Valvasone; Domenica 23, alle 9, eliminatorie di Kime no Kata e Kodokan Goshin Jutsu; alle 14, finali e di seguito esibizione dei Samurai con armature originali del Seicento; alle 15, esibizione di Judo per disabili visivi e mentali; alle 21, festa conclusiva.