vai al vecchio sito

Judo

Mondiali di kata a Pordenone, Giappone senza rivali, Italia seconda

Pordenone, 23 settembre 2012. Giappone senza rivali. La quarta edizione del campionato del mondo di kata infatti, ha registrato l’en plein d’oro della squadra nipponica, salita sul gradino più alto del podio a Pordenone anche con Shoji Imao-Kazunori Shimizu nel Kime no kata e Takeshi Takeda-Junichi Miyazaki nel Kodokan goshin jitsu, completando così il successo pieno già maturato nella prima giornata di gare. Con il secondo posto di Fernando Blas-Chung Seu U Chan (Kime) ed il terzo di Jesus Verano-Maximo Gonzales (Kdk), la Spagna ha fatto un balzo davanti a Corea del Sud, Germania, Romania, Francia e Belgio, ed è salita sulla terza piazza del medagliere, mentre l’Italia ha conservato il secondo posto alle spalle del Giappone grazie alla medaglia d’argento nel Kodokan goshin jitsu di Ubaldo Volpi-Maurizio Calderini. La presenza dei presidenti Marius Vizer (IJF), Sergey Soloveychik (EJU), Haruki Uemura (Giappone) ha onorato la manifestazione iridata, premiata dalla presenza più alta di nazioni nel medagliere delle quattro edizioni fin qui disputate: otto. “Questo Campionato del Mondo è stato un grande momento di sport per il judo nazionale e per il Friuli Venezia Giulia” ha detto Stefano Stefanel. “La gara ha mostrato una grande qualità, una presenza planetaria e l’organizzazione ha evidenziato le grandi doti di gestione degli eventi di Edoardo Muzzin, culminate con la sfilata per le vie di Pordenone e le due splendide cerimonie che hanno visto la presenza di tantissimi bambini. L’Italia esce benissimo con tre medaglie, nove coppie finaliste e un gruppo di judoka entusiasti e pieni di qualità. Stare così in alto nel medagliere fa sempre piacere, ma la riuscita organizzativa dell’evento travalica anche il risultato agonistico. Il Giappone sta ancora avanti, ma Volpi-Calderini e Sozzi-Frittoli sono vicini come nessun’altra coppia del mondo. Sono fiducioso per il futuro dei kata italiani. Pordenone ha poi dimostrato che il Mondiale può avere una dimensione diversa da quella presentata dalle grandi città. A tutti gli azzurri, ai volontari un grazie di cuore da una Federazione orgogliosa dei suoi tesserati”.

Classifiche seconda giornata

Kime no kata

1. Shoji Imao-Kazunori Shimizu (JPN)

2. Fernando Blas-Chung Seu U Chan (ESP)

3. Dirk De Maerteleine-Christophe Inghelbrecht (BEL)

Kodokan Goshin Jitsu

1. Takeshi Takeda-Junichi Miyazaki (JPN)

2. Ubaldo Volpi-Maurizio Calderini (ITA)

3. Jesus Verano-Maximo Gonzales (ESP)

Medagliere:

1) Giappone (5-0-0);

2) Italia (0-2-1);

3) Spagna (0-1-1)

4) Korea, Germania (0-1-0);

6) Romania, Francia, Belgio (0-0-1)