vai al vecchio sito

Federazione

Mamme, nonne commesse: tutte ai corsi di autodifesa

LATISANA La più giovane ha 16 anni, la più “matura” una sessantina. Rappresentano l’intero universo femminile: mamme, casalinghe, nonne, impiegate, commesse, professioniste. Sono le donne che hanno scelto di partecipare al corso di autodifesa promosso dall’amministrazione comunale, la scorsa primavera e che questa sera si avvia a conclusione, trattando due argomenti che la cronaca ripropone troppo spesso anche in ambito locale, come stalking e violenza domestica. A parlarne alle partecipanti e a quanti vorranno partecipare alla serata, a partire dalle 20.15 al palazzetto dello sport di via Bottari, saranno il sostituto commissario della Polizia di Stato Mara Lessio della Questura di Udine e il comandante della Polizia locale di Latisana, tenente colonnello Eros Del Longo. Cercheranno assieme ai presenti di analizzare il fenomeno, nel contesto regionale e locale. Per fornire un quadro quanto mai completo di come stalking e violenza domestica, non solo fisica ma il più delle volte psicologica, siano più diffusi di quanto si creda, utilizzeranno anche alcuni dati statistici e racconteranno alcuni dei casi seguiti dai rispetti uffici. Le 57 iscrizioni hanno dato conferma che il corso di autodifesa dedicato alle donne e organizzato dal comando della Polizia locale di Latisana e Ronchis, con il supporto economico della Regione, piace. Durante le lezioni a doppia cadenza settimana, sono state fornite alle partecipanti indicazioni e consigli per evitare e, quando inevitabile, fronteggiare situazioni di pericolo, come aggressioni o altri episodi di criminalità. Partner del progetto che si conclude questa sera sono state la società sportiva dilettantistica Formazione Sporting Club di Latisana, con i docenti Gabriele Garcea, referente del corso e direttore tecnico di Karate a Latisana, Simone Meazzo direttore tecnico di Karate nella sede di Pertegada, Pierluigi D’Osualdo responsabile Mga, metodo globale di autodifesa e Marianna Pertoldi, psicologa e docente di Karate e Mga. «La grande partecipazione, confermata dall’alto numero di adesione, è il segnale dell’esigenza di maggior sicurezza, sentita dai cittadini, in particolare dalle donne, un’esigenza alla quale le amministrazioni comunali di Latisana e Ronchis hanno cercato di fornire una risposta» è stato il commento del comandante della Polizia locale.

di Paola Mauro (Messaggero Veneto – martedì, 11 ottobre 2016)