vai al vecchio sito

Lotta

Lottatori del Cus Trieste in evidenza ai CNU a Campobasso

Si è svolto sabato 19 maggio a Campobasso il Criterium Universitario di Lotta nei 3 stili: Greco Romana, Libero (in cui è possibile eseguire anche tecniche di proiezione, atterramento e ribaltamento con azioni sulle gambe) e Femminile. Le gare, riservate agli iscritti a qualunque corso di laurea universitario, hanno visto la partecipazione di una quarantina di atleti in rappresentanza di 12 sezioni CUS di tutta Italia. Il Friuli – Venezia Giulia è stato ben rappresentato dal CUS Trieste, che si allena presso il GS VVF Ravalico di Trieste, presentandosi con 3 lottatori: Riccardo Saro (62 kg), Dario Ghassempour (80 kg) e Daniele Cappelletto (90 kg), tutti studenti di Medicina, accompagnati dal tecnico Marco Dodich. Per Daniele Cappelletto è stata la prima competizione ufficiale. Un’esperienza sicuramente positiva, se si considera che è riuscito a conquistare il bronzo nella specialità di Greco Romana, dove si è dovuto arrendere in semifinale al più esperto De Lucia del CUS Napoli, guadagnandosi il 3° posto nella finalina contro Spiridigliozzi del CUS Foro vincendo per superiorità tecnica. Il bronzo arriva anche nella Lotta Libera, con un percorso analogo, battendo in finale Di Meo, ancora del CUS Napoli, dopo un incontro tiratissimo. Dario Ghassempour si ritrova limitato da un problema al gomito, che però non gli impedisce di raggiungere comunque un buon 4° posto nella Lotta Greco Romana ed un 6° piazzamento nella Lotta Libera. Riccardo Saro non riesce a replicare il bronzo dell’edizione passata, dovendosi accontentare di un’amara medaglia di legno nello stile Libero. L’atleta ha ben figurato nel percorso che lo ha condotto fino alla semifinale, dove deve arrendersi a Succoia, forte atleta del CUS Napoli. La finale per il 3° posto contro Chiaromonte del CUS Cosenza si rivela molto spettacolare, ma è l’atleta calabrese ad avere la meglio. Il quarto posto, arrivato in seguito ad una decisione arbitrale dubbia, non cancella l’ottima prova del lottatore del CUS Trieste. Il Tecnico Marco Dodich può quindi ritenersi molto soddisfatto della prova offerta dai suoi atleti, commentando così la trasferta: “I ragazzi hanno tutti dato il massimo e per questo li ringrazio. Il gruppo è compatto, sono tutti amici e seguirli durante gli allenamenti è un piacere. Con questi presupposti e con l’impegno che i ragazzi ci stanno mettendo, la possibilità di continuare a crescere e fare risultati c’è tutta!”.