vai al vecchio sito

Judo

Lo Yama Arashi femminile vince la classifica per società al Gran Prix di Terni

Sono le donne ad aver fatto la differenza quest’oggi a Terni, al XXVI Trofeo internazionale Giano dell’Umbria (Gran Prix junior/senior), portando a casa complessivamente due ori e un bronzo. Le ragazze dello Yama Arashi, con la vittoria di Agnese Piccoli, il terzo posto di Jessica Tosoratti, il quinto di Elisa Cittaro e il settimo di Laura Scano, si sono aggiudicate anche il primo posto nella classifica femminile per società. “È un risultato bello, che ci fa piacere – ha detto Agnese Piccoli, capitano dello Yama Arashi, – ma che avrebbe potuto essere ancora migliore, perché tutte noi siamo a livello di una medaglia ad un Gran Prix. Sicuramente torniamo a casa con tanti stimoli e con tanto materiale su cui lavorare”. Brillano anche l’oro della vicecampionessa assoluta Francesca Roitero, dello Skorpion Pordenone, e di Marta Palombini, oggi in forza al Judo Preneste, ma dopo aver militato per anni nel Muggesana.

Agnese Piccoli – ormai universalmente conosciuta come “La Belva” – parlando della sua gara, ha aggiunto: “oggi sulla carta ero la più forte, ma la vittoria era tutt’altro che scontata, perciò sono contenta del risultato che sono riuscita ad ottenere. Mi sto impegnando per migliorare il mio modo di far judo e infatti oggi sono riuscita a vincere con delle tecniche su cui sto lavorando da tempo in palestra. Il mio prossimo obiettivo è Coppa Italia”. Due gli incontri che le hanno permesso di raggiungere il gradino più alto del podio. Lo stesso numero di vittorie anche per Francesca Roitero, che ha vinto senza problemi la sua categoria, Jessica Tosoratti, fermata in semifinale da Rachele Panzani, ed Elisa Cittaro, che ha perso la finale per il terzo posto con Simona Boccotti. Tra le donne, oltre alla già citata Laura Scano, erano presenti anche le cugine Alessia e Carlotta Finotto del Dojo Udine.

Meno brillante la gara dei maschi friulani che portano a casa un solo incontro vinto con Eugenio Tassotto (Yama Arashi). In gara anche Gino Gianmarco Stefanel (Kuroki Tarcento) e Alvise Tomaselli (SGT).

La gara ha visto la partecipazione di alcuni atleti di interesse internazionale, tra cui spicca la presenza Elios Manzi, olimpionico a Rio e vincitore quest’oggi della categoria -66kg.

Nonostante la percentuale degli atleti juniores sia stata inferiore rispetto ai precedenti Gran Prix (poiché la prossima settimana si terranno le finali dei campionati italiani), il trofeo è stato anche quest’anno molto partecipato: 539 gli atleti che prendono parte alla due giorni di gara, che comprende il XXI Trofeo Umbria Green per le classi Cadetti ed Esordienti.