vai al vecchio sito

Federazione

Linea diretta dai club

Asia Golosetti si è qualificata per la Finale nazionale del Campionato Italiano esordienti vincendo la qualificazione di Tarcento. Seguita in gara da Eric de la Paz, la Golosetti ha vinto l’incontro per qualificarsi contro Sofia Cittaro del Dlf Yama Arashi Udine con cui aveva perso di recente. Una bella prova per Asia alla sua prima finale nazionale e vincitrice di volontà. Persa per un soffio la qualificazione da Marco Orlando, che pur vincendo tre incontri ha ceduto e di misura in quello decisivo. In giornata no invece Alex Londero, fermatosi al quinto posto. Per loro appuntamento solo rimandato alla finale del prossimo anno.

Prova maiuscola di Soraya Luri Meret nel 51° Trofeo Nagaoka a Lubiana. Per lei due medaglie d’argento negli Under 23 e negli assoluti, preceduta in entrambe le gare da Patricja Brolih, atleta più volte medagliata in Europa. Ottima la prova della Luri Meret che ha strapazzato Petra Opresnik, altra atleta da podio europeo. “Una gara importante – ha detto coach Stefanel – in cui Soraya non ha combattuto tra le cadette, pur potendolo fare, preferendo le categorie superiori in funzione del prossimo passaggio a juniores. E’ stato importante che abbia voluto combattere due volte con la Brolih e nel secondo incontro ha perso poco prima della fine, segno di grande maturità. Eccellente poi la vittoria sulla Opresnik, dominata nettamente: la slovena è un’atleta con cui aveva sofferto in Europa Cup”. Da Lubiana sono arrivati poi quattro quinti posti: quello di Alessio Marini molto sorprendente al termine di una bella gara che avrebbe anche potuto andare meglio; i due di Boris Gubiani sia negli under 23 sia nei seniores, frutto di cedimenti fisici a pochi passi dalla medaglia e quello di Gino Gianmarco Stefanel che ha battuto lo sloveno Rok Plesnik recente medaglia in Europa Cup e protagonista agli Europei under 23 e che poi in finale è stato battuto da un arbitraggio molto casalingo.

Grande prova infine dei giovanissimi nella tappa del Criterium organizzata a Tarcento sotto la direzione di Alessandro Costante. Al via un nutrito numero di piccoli judoka, tutti entusiasti ed impegnati. Primi posti per Giovanni Craighero (2008), Giacomo Bertossi, Francesco Pace, Thomas Colaoni, Camilla Polito e Manuel Monego (2007), Giulia Cantoni, Kevin Bertosssi, Simone Mendeler e Andrea Pitis (2006), Daniel Perabò (2003). Sul secondo gradino del podio sono saliti Matteo Cucchiaro (2003), Alessio Farmi, Ilaria Cosenza e Massimiliano Polito (2005), Pietro Breda (2007). Bronzo per Federico Craighero e Cheyenne Manzocco (2006), Matteo Monzali, Riccardo Merluzzi, Emily Bertolutti (2005), Andrea Treppo, Jacopo Bardus e Luna Zanel (2004). Fuori dal podio ma autori di una splendida gara Denise Gottardo e Alessandro Polito. (da kuroki@libero.it h 21.37 del 23/11)