vai al vecchio sito

Judo

Leibnitz, positivo l’esordio azzurro nei 78 kg per la tolmezzina Betty Vuk

Una vittoria per ippon sulla francese Said Errhamani ed una sconfitta con l’inglese Ludford, è stato questo il percorso della tolmezzina Betty Vuk impegnata in maglia azzurra nei 78 kg a Leibnitz, nell’European Cup juniores che ha registrato la partecipazione di 39 nazioni. È stata una buona prova quella dell’atleta del Judo Club Tolmezzo, che ha dimostrato una buona e promettente competitività anche nei 78 kg, categoria acquisita da pochi mesi che, dopo aver conquistato il tricolore U21 il mese scorso, inizia ora la scalata del ranking internazionale. “Peccato – ha detto Betty Vuk – perché mi sono sentita bene. Con la Ludford ero convinta di portare a casa il risultato, l’avevo già incontrata e sconfitta a Lignano, ma questa volta lei ha cambiato molto, e questa volta la sua strategia mi ha disorientata”. L’anno scorso nell’U18 hai gareggiato all’EYOF ed ai Mondiali nei 70 kg, ora negli U21 sei passata a 78 kg, come ti trovi? “Nessun problema, so di non essere tra le favorite, ma continuo a lavorare per migliorare ed anche se fisicamente non mi sono ancora adeguata completamente, mi sento ugualmente a mio agio”. La giornata azzurra è stata comunque molto positiva con le medaglie d’oro di Manuel Lombardo nei 66 kg, Giovanni Esposito nei 73 kg e l’argento di Mattia Miceli nei 66 kg.