vai al vecchio sito

Federazione

L’Azerbaijan domina il 22° Trofeo Alpe Adria, FVG sul podio 7 volte (2 oro, 2 argento, 3 bronzo)

Lignano, 29 gennaio 2017. È stata la squadra nazionale dell’Azerbaijan ad aggiudicarsi la 22esima edizione del Trofeo internazionale Alpe Adria che, nel PalaGetur a Lignano Sabbiadoro, ha messo a confronto un migliaio di atleti, 576 della classe under 18 e 343 juniores (U21). La manifestazione organizzata dal Dlf Yama Arashi Udine, prima prova di Grand Prix per cadetti e juniores, ha visto dunque i fortissimi azeri interpretare la parte dei mattatori ed aggiudicarsi il trofeo realizzato dall’artista Erna Vukmanic conquistando 13 medaglie, 5 d’oro, 4 d’argento, 4 di bronzo, precedendo in classifica le società più forti d’Italia, dall’Akiyama Settimo, secondo, al Fitness Club Nuova Florida, terzo e poi Accademia Torino e Kyu Shin Do Kai Parma. Oltre Trofeo e Coppa, le prime cinque società hanno ricevuto anche il premio corrisposto come Borsa di Studio Luciano Lovato. Benissimo ha fatto anche il Dlf Yama Arashi Udine, classificandosi all’ottavo posto grazie ad una medaglia d’oro, andata al collo di Francesco Cargnelutti nei 55 kg cadetti ed una d’argento, che ha premiato la prova di Giada Medves, seconda nei 63 kg junior. Ottimi risultati per il Friuli Venezia Giulia li hanno ottenuti anche Betty Vuk del Judo Club Tolmezzo, che si è imposta nei 70 kg cadette, Francesca Roitero dello Skorpion Pordenone, seconda nei +78 kg juniores, Gabriele Zilioli del Judo Tamai, terzo nei +90 kg e Giulia Italia De Luca della Ginnastica Triestina, terza nei 44 kg, entrambi fra i cadetti ed Alberto Ciardo dello Skorpion, che ha meritato il bronzo negli 81 kg juniores. Alle premiazioni hanno partecipato l’assessore provinciale Beppino Govetto, i consiglieri federali (FIJLKAM) Maria Grazia Perrucci, Luigi Nasti, Giovanni Strazzeri, il presidente del Dlf Yama Arashi Udine Letizia Pinosio ed, a sorpresa, il campione olimpico e general manager delle nazionali della Russia di judo, Ezio Gamba, che ha premiato la categoria 81 kg juniores, ma nella veste inusuale di ‘papà’. La categoria infatti, è stata vinta da Giacomo Gamba che, per la prima volta gli è capitato, non senza emozione, di essere premiato in una gara importante dal famoso genitore “Essere premiato da mio papà è emozionante.- ha detto – Non era mai successo prima perché lui cerca sempre di rimanere dietro le quinte, ma mi fa piacere quando si fa prendere anche lui dall’emozione”.

55: 1) Haji Musayev (Azerbaijan); 2) Andrea Ingrassia (Judo Imola); 3) Cesare Zelli (Fitness Club Nuova Florida) e Alessio Di Clemente (Kodokan Empoli)

60: 1) Karamat Huseynov (Azerbaijan); 2) Natig Gurbanli (Azerbaijan); 3) Murad Heydrli (Azerbaijan) e Tofik Mammadov (Azerbaijan)

66: 1) Ismayil Ibrahimov (Azerbaijan); 2) Luca Rubeca (Akiyama Settimo); 3) Francesco Sugamele (Bushido Trapani) e Samuele Fascinato (Isao Okano Club 97)

73: 1) Hasil Jafarov (Azerbaijan); 2) Razvan Ciolan (Fitness Club Nuova Florida); 3) Vusal Jamilzade (Azerbaijan) e Jimi Tchintcharauli (Franco Quarto Bari)

81: 1) Giacomo Gamba (Forza e Costanza Brescia); 2) Maim Huseiynov (Azerbaijan); 3) Samir Aghayev (Azerbaijan) e Alberto Ciardo (Skorpion Pordenone)

90: 1) Aslan Mirzyev (Azerbaijan); 2) Azer Yagubov (Azerbaijan); 3) Lorenzo Tanganelli (Judo Grosseto) e Luka Parcina (Pujanke Split)

100: 1) Luca Villanova (Dojo Equipe Bologna); 2) Riccardo Montanini (Kyu Shin Do Kai Parma); 3) Omar Insinga (Kodokan Vittorio Veneto) e Ahmed Mohamed Said (Banzai Cortina Roma)

+100: 1) Enej Marilin (Branik Broker); 2) Aykhan Jafarov (Azerbaijan); 3) Federico Bencivenga (Yama Dojo) e Alessandro Graziano (Team Romagna)

44: 1) Francesca Liardo (Kodokan Napoli); 2) Giorgia Pirrone (Accademia Torino); 3) Greta Conti (Mon Club)

48: 1) Sofia Petitto (Akiyama Settimo); 2) Anna De Luca (Judo Club Paola); 3) Martina De Blasio (Fitness Club Nuova Florida) e Alessia Ritieni (Fitness Club Nuova Florida)

52: 1) Rossella Boccola (Dojo Equipe Bologna); 2) Fabiana Carbone (Nippon Napoli); 3) Francesca D’Orazio (Pro Patria Judo) e Priscilla Binci (Judo Camerano)

57: 1) Iva Oberan (Zupa Dubrovacka); 2) Beatrice Ranzato (Mestre 2001); 3) Alessandra Fiorenza (Girolamo Giovinazzo) e Silvia Pellitteri (Accademia Torino)

63: 1) Lucija Babic (Judo Klub Zagreb); 2) Giada Medves (Dlf Yama Arashi Udine); 3) Elena Pedaletti (Akiyama Settimo) e Maja Arnic (Sankaku Celje)

70: 1) Chiara Lisoni (Kyu Shin Do Kai Parma); 2) Anna Fortunio (Fortitudo 1903); 3) Lara Kliba (Istraski Borac) e Eleonora Ghetti (Mestre 2001)

78: 1) Urska Torkar (Triglav Kranj); 2) Claudia Cerutti (Judo Invorio); 3) Elena Salina Borello (Judo Invorio) e Vittoria Scarpa (Mestre 2001)

+78: 1) Annalisa Calagreti (Ginnastica Tifernate); 2) Francesca Roitero (Skorpion Pordenone); 3) Amy Cauduro (Sports Team Treviso) e Zrinka Miocic (Pujanke Split)