vai al vecchio sito

Judo

JUDO – Tricolori U15, oro, argento e doppio bronzo per un super FVG

Ostia, 3 dicembre 2017. Il Friuli Venezia Giulia ha ottenuto un altro risultato di prestigio incassando medaglie d’oro, argento e bronzo grazie agli atleti del judo che, nel campionato italiano Under 15 nel PalaPellicone a Ostia, si sono messi in evidenza e conquistato un primo, un secondo, tre terzi e quattro quinti posti. Sul gradino più alto del podio tricolore è salita Veronica Toniolo della Ginnastica Triestina, prima nei 52 kg, poi è stato Ludovico Urbani del Dojo Trieste che si è classificato al secondo posto nei +81 kg, sulla terza piazza del podio sono saliti invece Mattia Boscolo della Polisportiva Montereale negli 81 kg, Emma Stoppari (Ginnastica Triestina) nei 44 kg e, nei 70 kg Sofia Piani, atleta dell’Isao Okano Monfalcone seguita dagli udinesi dello Sport Team. E com’è accaduto anche la settimana scorsa, quando nella Coppa Italia junior-senior a Ostia, gli atleti FVG andarono a segno con quattro medaglie, una d’oro, una d’argento e due di bronzo, anche in quest’occasione le medaglie sono state accompagnate da piazzamenti importanti, ben in quattro infatti, si sono classificati al quinto posto, a partire dal friulano Eros Papi del Sekai Budo Pordenone (+81), per arrivare alle triestine della Ginnastica Tina Corte (48), Alessio De Luca (40), Simone Ispiro (55), che hanno portato a nove il numero di atleti friulgiuliani che hanno disputato una finale nel campionato italiano Under 15. E non è finita qui, perché anche il settimo posto nei 52 kg conquistato da Leonie Chiozza dello Sport Team Udine ha il suo valore, così come ce l’ha il nono posto nei 63 kg di Margherita Cantarutti del Dlf Yama Arashi Udine, ottenuto anche da Giulia Bernetti (Ken Otani) nei +70 kg. Quattro le vittorie che hanno accompagnato Veronica Toniolo alla conquista del secondo titolo italiano, confermando così il primato ottenuto nel 2016, ma anche la leadership incontrastata nella categoria espressa con quattro primi posti nella quattro prove del Trofeo Italia 2017. Tre vittorie anche per Sofia Piani per il terzo posto nei 70 kg e per Emma Stoppari che ha ottenuto lo stesso piazzamento nei 44 kg, mentre negli 81 kg Mattia Boscolo di vittorie ne ha ottenute quattro per mettere al collo la medaglia di bronzo. Ludovico Urbani invece, ha conquistato un posto nella finale dei +81 kg con due belle vittorie. È molto elevato, infine, il numero degli incontri vinti complessivamente dagli atleti FVG, il che sta a significare che, al di là delle medaglie che esprimono pur sempre il top della prestazione, lo stato di salute generale del movimento regionale giovanile è più che soddisfacente.

La Ginnastica Triestina fra l’altro, è salita anche sul podio per la classifica femminile per Società, al terzo posto. Questo il commento del coach Monica Barbieri: “Anche se la prestazione tecnica non è stata pari alle sue capacità – ha detto Monica riferendosi a Veronica Toniolo – ciò che ha messo in campo, unito a testa e determinazione, le ha fatto conquistare comunque e senza dubbi di sorta questo secondo titolo in una situazione un po’ difficile, perché ha avuto un infortunio alla schiena un paio di settimane fa che la sta limitando, ma soprattutto perché la tensione di essere l’atleta da battere, quella che ha tutto da perdere e poco da guadagnare l’ha sicuramente appesantita. Nonostante questo ha portato a casa il secondo titolo italiano, ha chiuso il circuito trofeo Italia 2017 con 4 vittorie su 4 nei trofei e la vittoria al campionato italiano bissando il successo dell’anno scorso. Unica atleta del 2003 ad aver vinto i due titoli consecutivi e imbattuta. Emma Stoppari ha fatto una gran bella gara con incontri per niente facili risolti molto bene in particolare a terra. Ha avuto un attimo di distrazione in semifinale, persa per un waza ari, ma è stata molto determinata poi nell’incontro per la medaglia ed il bronzo è assolutamente meritato. Ha fatto anche lei un bel circuito di trofeo Italia, è un atleta del 2004 che quindi ha tutta la stagione prossima per confermarsi e migliorare i propri risultati. Così come Tina Corte che invece si è fermata al quinto posto. Purtroppo una medaglia sfuggita al Golden score in un incontro che stava conducendo e che lascia sicuramente un rimpianto, ma anche lei è un atleta giovane al primo anno e al suo primo camp italiano. E così come anche Alessio De Luca ieri, anche lui con la medaglia al collo fino a 16 secondi dalla fine. Poi purtroppo non ha tenuto mentalmente fino in fondo e si è fatto rimontare rimanendo al quinto posto. Comunque anche lui ha disputato una gran bella gara che, come abbiamo detto più volte, comprende l’handicap di essere piuttosto leggero in quella categoria. Simone Ispiro anche per lui un bel quinto posto ed una buonissima prestazione. Oltre al titolo ed al bronzo è stata il weekend delle medaglie di legno, ma tutte frutto di buone performance ed indice di una buona prestazione di squadra. Arianna Romanin e Manuel Medau si son fermati al secondo turno ma anche loro sono 2004 e avranno sicuramente tempo per rifarsi”.