vai al vecchio sito

Federazione

In Fvg un atleta olimpico ogni 80 mila abitanti

Siamo la regione più sportiva d’Italia, con un atleta olimpico ogni 80 mila abitanti, contro la media nazionale di un atleta ogni 200 mila abitanti. È un primato che orgogliosamente sbandieriamo ogni volta che se ne presenta l’occasione e che anche in questi ultimi giorni dell’anno ci piace ricordare, insieme ai successi degli atleti olimpici agli ultimi Giochi di Rio de Janeiro e alla fondamentale attività svolta sul territorio regionale dal Comitato Coni Fvg presieduto da Giorgio Brandolin. Il target. Si tratta di un’attività che spazia dalla formazione all’adesione a progetti nazionali che si rivolgono a bambini, ragazzi e soggetti in difficoltà economica e sociale, dalla promozione della salute nelle scuole attraverso lo sport ai protocolli d’intesa con istituzioni pubbliche e private, a cui si aggiungono numerose iniziative locali sparse per tutto il Friuli Vg. L’elenco è veramente lunghissimo. Progetti nazionali. In questo quadriennio olimpico il comitato Coni Fvg ha aderito a svariati progetti nazionali con l’intento di valorizzare tutte le aree della regione e di garantire a tutte le stesse opportunità. Il progetto Coni Ragazzi, ideato per dare la possibilità a tutti di fare sport offrendo di praticare gratuitamente attività sportiva pomeridiana (2 ore a settimana per 23 settimane), sta coinvolgendo i capoluoghi di provincia e Monfalcone. Anche il progetto Centro Coni di orientamento e avviamento allo sport interessa tutti i capoluoghi e ha l’obiettivo di proporre, sperimentare e validare innovative strategie di formazione, di pratica, di orientamento e di avviamento all’attività sportiva giovanile. Educamp propone invece centri estivi sportivi multidisciplinari per ragazzi tra i 5 e i 14 anni, con programmi di attività motoria e sportiva polivalente, prevalentemente a carattere ludico-aggregativo. Nel 2016 vi hanno preso parte 216 bambini. Nel 2016 il Friuli Vg ha partecipato al trofeo Coni che si è svolto a Cagliari con 140 atleti in rappresentanza di 17 federazioni sportive. Quest’anno il Coni ha aderito inoltre a Sport di classe, progetto che prevede la presenza di un laureato in scienze motorie nella scuola primaria, per supportare il dirigente scolastico e gli insegnanti nell’attività motoria e sportiva. Sport in carcere ha riguardato gruppi di 10-15 persone cadauno, composti da persone di età diverse, che hanno svolto tre ore di attività settimanali insieme a figure specializzate. Luoghi di sport permette di praticare l’attività sportiva sfruttando le aree verdi o le strutture messe a disposizione degli enti locali. Formazione. L’attività della Scuola Regionale dello Sport del Fvg si concretizza nell’intervento di docenti specialisti in metodologia dell’allenamento, di esperti in didattica e di medicina della Scuola Regionale ai corsi di aggiornamento per tecnici sportivi, nella collaborazione con i delegati provinciali e i fiduciari del Coni per l’organizzazione di corsi di formazione ed aggiornamento, di convegni e di seminari per dirigenti sportivi del territorio, nella collaborazione con l’Unione Italiana e l’Università Popolare di Trieste, nell’organizzare seminari di studi e corsi di aggiornamento rivolti agli insegnanti di educazione fisica che insegnano nelle scuole italiane croate e slovene, nella collaborazione con il mondo della scuola nell’aggiornamento degli insegnanti su qualunque problematica relativa agli ambiti sportivi, l’educazione fisica e motoria e alle tematiche legate ad un sano regime alimentare. Nel 2016 sono stati organizzati 18 corsi con 5.500 partecipanti.

(Monica Tortul su Messaggero Veneto, 30 dicembre 2016)