vai al vecchio sito

Federazione

In 400 a Spilimbergo per i 50 anni del Trofeo Città del Mosaico

Udine, 10 ottobre 2014. Ottobre 1964, a Tokio si assegnarono le prime medaglie olimpiche nelle gare di judo. Tre settimane più tardi, a Spilimbergo si assegnarono le prime medaglie del Trofeo di judo “Città del Mosaico”. C’è un filo sottile che collega i due eventi, ma a cinquant’anni di distanza non è più soltanto una coincidenza, perché domenica a Spilimbergo, in occasione del Trofeo organizzato dal Judo Club Fenati Spilimbergo, sarà presente anche Bruno Carmeni, maestro di judo 73enne che nel 1964 fu a Tokio, da atleta, a difendere la maglia azzurra. Con Nicola Tempesta, i primi judoka italiani alle Olimpiadi. “Tokio 1964, fatti e misfatti” è il libro che Bruno Carmeni ha completato proprio per celebrare i cinquant’anni trascorsi e nonostante la presentazione ufficiale sia fissata per la domenica successiva, il 19 a Conegliano, ha accettato con entusiasmo l’invito del Fenati, legando definitivamente due eventi nati insieme, 50 anni fa. La gara di domenica, a partire dalle 9 nel palazzetto dello sport in via degli Abeti a Spilimbergo, saranno impegnati quattrocento atleti provenienti da Ungheria, Slovenia e Italia che si disputeranno il Trofeo Città del Mosaico con le classi maschili ed il Memorial Adriana Tiberi con le classi femminili. Per festeggiare il Judo Club Fenati Spilimbergo e per contendersi i suoi due trofei saranno presenti praticamente tutti i club FVG, da Skorpion Pordenone, Dojo Sacile, Judo San Vito per la provincia di Pordenone, a Kuroki Tarcento, Dlf Yama Arashi Udine, Shimai Dojo Fagagna, Sport Team Udine, Judokay Gemona, Dojo Udine, Judo Tolmezzo per la provincia di Udine, Spartan Trieste, Team Judo Trieste, Ginnastica Triestina, A&R Trieste, Muggesana per la provincia Trieste.