vai al vecchio sito

Federazione

I primi 50 anni dei trofei a Spilimbergo, e la storia contiuna…

Udine, 14 ottobre 2014. Il Judo Club Fenati Spilimbergo ha consegnato il Memorial Tiberi ed il Trofeo Città del Mosaico ai legittimi vincitori delle edizioni 2014, rispettivamente il Leanyvari (Ungheria) ed il Bezigrad (Slovenia). E per le due manifestazioni ospitate nel palazzetto dello sport di Spilimbergo è stato un altro successo, con 392 atleti in gara e cinque nazioni rappresentate da Croazia, Ungheria, Romania, Slovenia ed Italia. “Pensare che ad una settimana dalla gara gli iscritti erano soltanto 150…” racconta stanca, ma soddisfatta Maria Grazia Perrucci, capo e factotum dell’organizzazione targata Fenati, ma anche vicepresidente del settore judo Fijlkam Fvg. “Con Elisabetta Fratini impegnata in Kazakistan nel Grand Prix ad Astana – prosegue la Perrucci – nonostante ci tenessimo costantemente in contatto, la gestione delle gare è stata molto impegnativa, ma in casa Fenati la solidarietà e la collaborazione sono nel Dna e tutto, alla fine, è andato per il meglio”. Comprese le piccole chicche, quei momenti di attenzione alla storia ed al riconoscimento per le persone che si impegnano, mentre sui tatami le gare continuavano a macinare incontri su incontri. “Sì, è vero. – ha aggiunto la Perrucci – Abbiamo voluto ringraziare Bruno Carmeni, maestro di judo 73enne che nel 1964, nelle stesse settimane in cui il Città del Mosaico disputava l’edizione numero 1, gareggiò nelle Olimpiadi a Tokio, primo fra i judoka italiani assieme a Nicola Tempesta. E la presenza di Carmeni domenica a Spilimbergo è stata per noi un bellissimo regalo che abbiamo voluto ricambiare con affetto. Un altro pensiero l’abbiamo riservato a Tiziano Tieppo e Mirko Tambozzo, due arbitri regionali recentemente promossi in categoria nazionale, ed è stato un modo per farci sentire vicini alle soddisfazioni ed ai sacrifici di tutti, nel più ampio spirito di condivisione”. Ed il comportamento in gara degli atleti regionali è stato particolarmente soddisfacente, con un riscontro di 45 medaglie, 9 d’oro, 13 d’argento, 23 di bronzo, davvero un bel bottino! “Ma soprattutto è stato bello che, come cinquant’anni fa, le società della regione hanno voluto esserci ancora vicine. Grazie a tutte!”. E la storia continua…

2014-10-12 12.37.09