vai al vecchio sito

Federazione

30° Open Mondiale a Lignano, assegnate 70 medaglie d’oro nel kumite, oggi il kata

Udine, 23 agosto 2015. Sono state settanta le medaglie d’oro assegnate nella prima giornata del 30° Open Mondiale di karate, manifestazione con 1197 atleti di 21 nazioni organizzata dalla federazione regionale karate guidata da Roberto Ruberti. Oltre ottocento gli atleti che si sono sfidati nel Palagetur nelle prove di kumite, ma sono stati gli italiani che, ancora una volta, hanno imposto una supremazia evidenziata dalla conquista di sessanta medaglie d’oro, lasciandone soltanto dieci ad una concorrenza comunque molto agguerrita. Tre primi posti sono stati ottenuti dagli atleti della Croazia, due dall’Austria ed uno ciascuno da Polonia, Belgio, Colombia, Slovenia e Bosnia Erzegovina. Per il Friuli Venezia Giulia ancora una volta in grande evidenza Caterina Dreassi del Karate Club 2003 di San Pier d’Isonzo, che ha meritato l’argento nei +59 kg della classe juniores. Risultati eccellenti sono stati ottenuti anche nella classe master con ben sei ‘over’ della regione sul podio di Lignano per due primi posti, Elvis Fabbro (Karate Shotokan Buja), oro negli 84 kg (+45) e Mauro Bonetti (Karate Do Trieste), oro nei +67 kg (+50), un secondo posto con Claudio Tonus (Fenati Spilimbergo), argento nei +84 kg (+50) e tre terzi posti con Enea Baracchini (Karate Shotokan Buja) e Fabrizio Serafini (Karate Do Trieste), entrambi nei +84 kg (+45), Franco Porrini (Fenati Spilimbergo), terzo nei 75 kg master (+45). Oggi è la giornata dedicata alle gare di kata, che è stata aperta da una competizione sperimentale riservata agli atleti diversamente abili. La conclusione delle prove di kata è prevista alle 16.30, solo allora si conoscerà il nome del team vincitore del 30° Open Mondiale di karate FVG.