vai al vecchio sito

Day 5 maggio 2018

Veronica Toniolo in Romania centra il terzo oro in 3 settimane! Quinta De Luca

Il palmares di Veronica Toniolo continua a crescere ed un’altra medaglia d’oro è arrivata con la vittoria nell’European Cadet Cup a Cluj-Napoca. Per la giovanissima atleta della Ginnastica Triestina, che compirà 15 anni fra due settimane, il terzo successo in tre settimane è stato ottenuto con cinque vittorie, al primo turno sull’israeliana Gal Nahum, quindi sull’olandese Bo Goedhart, che si è rivelata un osso duro. L’incontro infatti, è stato sbrogliato soltanto dopo il nono minuto quando, in una situazione di parità con due penalità ciascuna, è arrivata la terza per la Goedhart. Ai quarti Veronica ha vinto agevolmente con la rumena Roberta Iovita ed in semifinale si è imposta sull’ungherese Titanilla Abraham, mentre un’altra vittoria al golden score è stata quella ottenuta in finale sull’olandese Vera Raspe, decisa da un waza-ari di Veronica. Monica Barbieri, madre e allenatrice di Veronica: “Veronica ha affrontato una dopo l’altra tre gare di notevole impegno fisico e psicologico. A Cluj è arrivata davvero stanca, ma il carattere è stato di ferro e il risultato pieno è arrivato. Nel primo incontro ha patito la stanchezza, ma ha visto anche il podio vicino e ha pensato che lì lei ci doveva salire ad ogni costo… e così è stato. Ma brava brava è stata anche Giulia Italia De Luca, cinque incontri nei 44 kg, tre vittorie e con la turca (Ozcan, nei recuperi, ndr) ha fatto un ippon stratosferico di harai maki komi. Peccato solo sia sfuggita la medaglia, ma il suo è davvero un bel quinto posto”. È stata una trasferta veramente intensa quella in Romania per le triestine Veronica Toniolo e Giulia Italia De Luca che, peraltro, hanno gareggiato entrambe per i colori azzurri della nazionale italiana under 18. La fatica e l’impegno hanno regalato la giusta soddisfazione. “Sì, è vero. Ero molto stanca fisicamente, ma volevo vincere nonostante tutto. – ha detto Veronica – E sono molto contenta di aver mantenuto la promessa, ringrazio molto tutti i ragazzi della nazionale che mi hanno sostenuta. Ovviamente un ringraziamento particolare va a mio papà, a mia mamma e a mio zio che sono sempre al mio fianco”.

Alla gara, che si svolge su due giorni, sono accreditati un totale di 31 nazioni e 546 partecipanti. 45 gli italiani. Oltre a Veronica Toniolo, tra gli italiani ha vinto anche Silvia Giuseppina Drago nei -44kg.

Contemporaneamente in Serbia si sta svolgendo l’European Cup di Sarajevo che oggi ha visto calcare la materassina il pordenonese Kenny Komi Bedel nei -81kg. Poco fortunata la sua gara: è stato sconfitto per waza-ari dal croato Dominic Sumpor, che non lo ha ripescato. Tre le medaglie italiane in questa prima giornata di gara per la delegazione italiana: oro per Alessandra Prosdocimo, che ha battuto in finale l’ex compagna di squadra Giorgia Stangherlin, e argento anche per Luca Ardizio.

Lo Yama Arashi femminile vince la classifica per società al Gran Prix di Terni

Sono le donne ad aver fatto la differenza quest’oggi a Terni, al XXVI Trofeo internazionale Giano dell’Umbria (Gran Prix junior/senior), portando a casa complessivamente due ori e un bronzo. Le ragazze dello Yama Arashi, con la vittoria di Agnese Piccoli, il terzo posto di Jessica Tosoratti, il quinto di Elisa Cittaro e il settimo di Laura Scano, si sono aggiudicate anche il primo posto nella classifica femminile per società. “È un risultato bello, che ci fa piacere – ha detto Agnese Piccoli, capitano dello Yama Arashi, – ma che avrebbe potuto essere ancora migliore, perché tutte noi siamo a livello di una medaglia ad un Gran Prix. Sicuramente torniamo a casa con tanti stimoli e con tanto materiale su cui lavorare”. Brillano anche l’oro della vicecampionessa assoluta Francesca Roitero, dello Skorpion Pordenone, e di Marta Palombini, oggi in forza al Judo Preneste, ma dopo aver militato per anni nel Muggesana.

Agnese Piccoli – ormai universalmente conosciuta come “La Belva” – parlando della sua gara, ha aggiunto: “oggi sulla carta ero la più forte, ma la vittoria era tutt’altro che scontata, perciò sono contenta del risultato che sono riuscita ad ottenere. Mi sto impegnando per migliorare il mio modo di far judo e infatti oggi sono riuscita a vincere con delle tecniche su cui sto lavorando da tempo in palestra. Il mio prossimo obiettivo è Coppa Italia”. Due gli incontri che le hanno permesso di raggiungere il gradino più alto del podio. Lo stesso numero di vittorie anche per Francesca Roitero, che ha vinto senza problemi la sua categoria, Jessica Tosoratti, fermata in semifinale da Rachele Panzani, ed Elisa Cittaro, che ha perso la finale per il terzo posto con Simona Boccotti. Tra le donne, oltre alla già citata Laura Scano, erano presenti anche le cugine Alessia e Carlotta Finotto del Dojo Udine.

Meno brillante la gara dei maschi friulani che portano a casa un solo incontro vinto con Eugenio Tassotto (Yama Arashi). In gara anche Gino Gianmarco Stefanel (Kuroki Tarcento) e Alvise Tomaselli (SGT).

La gara ha visto la partecipazione di alcuni atleti di interesse internazionale, tra cui spicca la presenza Elios Manzi, olimpionico a Rio e vincitore quest’oggi della categoria -66kg.

Nonostante la percentuale degli atleti juniores sia stata inferiore rispetto ai precedenti Gran Prix (poiché la prossima settimana si terranno le finali dei campionati italiani), il trofeo è stato anche quest’anno molto partecipato: 539 gli atleti che prendono parte alla due giorni di gara, che comprende il XXI Trofeo Umbria Green per le classi Cadetti ed Esordienti.

Trieste sul tatami, a Muggia il 5° appuntamento con la partecipazione degli amici sloveni!

Venerdì 4 maggio si è tenuto presso la palestra dell’ADUS Muggesana il quinto incontro di quest’anno per i club judoistici FIJLKAM dell’area territoriale di Trieste. Ancora modesta numericamente la partecipazione di atleti delle categorie Esordienti A e B, con poco più di una quindicina di presenze da Società Ginnastica Triestina, Muggesana, Dojo Trieste e Judo Club Ken Otani, ma ottima la conduzione dell’allenamento degli insegnanti di casa, Gerardo Gerry Donato e Simone Fratti, per ritmo e coinvolgimento di tutti. Il secondo turno ha visto trentaquattro judoka delle categorie Cadetti, Juniores, Seniores e Master dei club SGT, Muggesana, Dojo Trieste, A&R, Bear Brothers Club e degli amici sloveni del Judo Club Koper. La sessione è stata condotta con apprezzabile varietà di proposta ed intensità da Samo Masleša, con attenzione anche alla preparazione di prossimi appuntamenti agonistici di alcuni atleti. Grazie ai partecipanti per l’ottimo spirito sul tatami e in particolare all’ADUS Muggesana per l’ospitalità.