vai al vecchio sito

Month aprile 2018

Convegno a Udine, formazione motoria e sportiva nei giovani

Sabato 21 aprile si è svolto presso l’aula magna della Facoltà di Medicina di Udine , il convegno Nazionale promosso dal CONI FVG con il tema: ”LA FORMAZIONE MOTORIA E SPORTIVA NEI GIOVANI” , un tema piu’ che attuale all’interno del contesto educativo nazionale  dove le FSN sono andate a colmare in questi anni quel  deficit cronico della mancanza di attività motoria all’interno delle Istituzioni scolastiche. Apre i lavori il dottor Messina, direttore scientifico della Scuola regionale dello Sport, chiamando sul pulpito  il pres. Coni fvg ing. Brandolin,  che dopo i saluti ed i ringraziamenti di rito sottolinea l’impegno profuso delle società dilettantistiche in Friuli nell’educare e far amare alle nuove generazioni l’attività sportiva, finalizzata sopratutto alla socialità ed ad un corretto stile di vita. 

Grande attenzione è stata  data al prof. Andrea Ceciliani dell’Università di Bologna che ha sottolineato la multilateralità dell’approccio sportivo dei piu’ piccoli puntando sul fattore gioco, ovvero il piacere di fare sport che deve accompagnare il fanciullo sino alla specializzazione, fattore determinante per contrastare l’abbandono sportivo in età adolescenziale. 

L’intervento successivo del prof. Claudio Robazza dell’Università di Chieti, specialista in psicologia dello sport, ha trattato il tema dei processi cognitivi nell’apprendImento motorio in età evolutiva, dichiarando apertamente che il bambino deve sperimetare anche all’interno degli ambienti sportivi, guidato si dal tecnico ma  anche con un certo grado di  autonomia per favorirne l’autostima e la sicurezza, sviluppando funzioni anche cognitive durante l’apprendimento motorio. Chi pratica bene lo sport va anche bene a scuola.   

Ampi spunti di riflessione sono stati poi dal prof Daniele Fedeli della facoltà di scienze della formazione primaria di Udine, che ha evidenziato che i disturbi psicologici ADHD sono molto frequenti nella nostra società toccando punte del 4/5% della popolazione giovanile italiana. Soggetti apparentemente normali, ma che per cause genetiche,  hanno difficoltà di apprendimento  ed ulteriore difficoltà nell’eliminazione del gesto motorio sbagliato che oramai è automatizzato, quindi massima attenzione per i tecnici nel definire la tecnica ed ulteriore sensibilità se questi soggetto non l’apprendono in maniera veloce come si vorrebbe. 

Concludendo, la conterranea prof. Laura Bortoli, una delle primissime figure a livello nazionale per la gestione di atleti di Alto Livello, con un passato da primatista Italiana nel salto in alto e nella pallavolo, si è spinta a ricercare le cause dell’abbandono nello sport nel  triangolo insegnante – atleta – genitore che spesso è causa di contrasti che posso nuocere solamente ai ragazzi, augurandosi che le buone pratiche educative seguano una via univoca ovvero: la ricerca del talento è facile, difficile è mantenere e sviluppare l’atleta talentuoso, senza bruciarne le tappe o specializzarlo in giovane età, fattori che al passaggio all’attività agonistica possono determinare il salto di qualità o l’abbandono alle prime sconfitte. 

Al momento formativo, Michele Roiatti, rappresetante della  Fijlkam per Udine ha incontrato  la compagine del CSKS MONFALCONE giudata dal Maestro 6° dan Fabrizio Puntin, con il quale ha fatto il punto sull’attività giovanile in regione del settore karate.

Gli atti del convegno sono disponibili sul sito della Scuola dello Sport CONI FVG. 

Cadetti FVG scatenati a Ostia, oro a De Luca e Toniolo, bronzo anche a Tavano e Kamano

È un messaggio importante quello lanciato dai judoka della classe U18 del Friuli Venezia Giulia dal PalaPellicone a Ostia, dove si è disputato il campionato italiano cadetti con la partecipazione di 460 maschi e 238 femmine. Il riscontro infatti, è stato di cinque atleti sul podio tricolore per due medaglie d’oro, Giulia Italia De Luca (44) e Veronica Toniolo (52) della Ginnastica Triestina con tre medaglie di bronzo andate al collo di Asya Tavano (+70) dello Sport Team Udine e Michelle Kamano (63) del Dlf Yama Arashi Udine, che si sono aggiunte a quella di ieri con Michele Comuzzi negli 81 kg. L’eccellente risultato complessivo è stato accompagnato anche dal secondo posto della Ginnastica Triestina nella classifica per società femminile. Questi i commenti dei medagliati di oggi.

Giulia Italia De Luca:Sono felice del mio risultato sia per la cintura nera, ma anche per i sacrifici che ho fatto per raggiungerlo. Lascio i ringraziamenti ai miei allenatori, i genitori miei e degli altri che hanno fatto il tifo per me, come gli amici e ringrazio anche i compagni di judo che mi hanno allenata e incoraggiata per questa gara”.

Veronica Toniolo: “Sono molto contenta della mia gara. Il mio obbiettivo era vincere e ci sono riuscita. Ringrazio tutta la mia famiglia e i miei compagni di palestra”

Michelle Kamano: “Durante la gara mi sentivo molto tesa, ma ho cercato di gestire al meglio la mia emotività. Mi sentivo stanca durante gli incontri, ma allo stesso tempo carica e ho cercato di arrivare fino alla fine. Sono molto soddisfatta perché è il mio sogno da quando sono piccola. Ringrazio tutta la mia palestra che mi ha sostenuto sempre, in ogni gara”.

Asya Tavano: “Sono contenta per questo risultato, anche se sono venuta qua con l’obiettivo di vincere l’oro. Questa volta non è arrivato, ma va bene ugualmente così, ringrazio il mio maestro e tutto il mio club che mi stimolano a fare sempre di più e meglio. Continuo a lavorare per farmi trovare pronta la prossima volta”.

FINALE_CAMPIONATO_ITALIANO_CADETTI_2018_F_finali

Bravo Michele Comuzzi ai Tricolori U18, è bronzo e cintura nera

Ostia, 21 aprile 2018. Michele Comuzzi ha conquistato la medaglia di bronzo degli 81 kg nel PalaPellicone a Ostia in occasione del campionato italiano cadetti, al quale hanno preso parte 460 atleti. Cinquq gli incontri disputati dall’atleta dello Sport Team Udine, guidato da Luigi Girardi, con le vittorie su Emanuele Bria, Francesco Battista, Christian Sagunti e, dopo il disco rosso in semifinale con Filippo Bacchetta, è arrivata la vittoria-medaglia con l’ippon su Alessio Galasso. “Sono tanto contento – ha detto Michele Comuzzi ancora emozionato – è una medaglia cui puntavo da tempo e sono strafelice che sia arrivata. La gara è stata lunga e faticosa ed è arrivata anche quella cintura nera che era il mio obiettivo per questa gara. È arrivata anche la medaglia, in questo momento cosa potrei volere di più?”. Quella di Michele Comuzzi è stata l’unica medaglia per il Friuli Venezia Giulia, nonostante fossero diversi gli atleti con buone aspettative. Con cinque medaglie, un oro, due argento, due bronzo, il Fitness Club Nuova Florida si è aggiudicato il primato nella classifica maschile. “Questo è un appuntamento che abbiamo preparato con cura – ha detto il coach del club romano, Gianluca Ferro – pertanto eravamo preparati per un buon riscontro, anche se non pensavamo di portare a casa cinque medaglie. Domani? Proveremo a fare altrettanto bene ovviamente”. Il titolo di campione d’Italia U18 ha premiato gli atleti di nove società diverse, Nippon Napoli con Cristian Damiano, Segrate con Hosam Warid, Arti Marziali Novasconi con Vincenzo Skenderi, Akiyama Settimo con Matteo Armao, Champion Team Isernia con Luigi Centracchio, Acras Judo Bolzano con Giovanni Zaraca, Fitness Club con Alessio Graziani, Accademia Torino con Paul Creata, Kumiai Torino con Lorenzo Turini. Domenica si assegnano i titoli femminili.

46: 1) Cristian Damiano (Nippon Napoli); 2) Flavio Petruzzelli (Iacovazzi Bari); 3) Andrea Orlando (Judo Club Leone Palermo) e Antonio Polmo (Airon Judo 90 Furci Siculo)

50: 1) Hosam Warid (Judo Club Segrate); 2) Federico Malagodi (Fitness Club Nuova Florida); 3) Simone Casareto (Kimura Genova) e Alessandro Bellini (Centro Scuole Roma)

55: 1) Vincenzo Skenderi (Arti Marziali Novasconi); 2) Vittorio Cantile (Accademia Yume Napoli); 3) Giuseppe De Tullio (Iacovazzi Bari) e Valerio Ferro (Fitness Club Nuova Florida)

60: 1) Matteo Armao (Akiyama Settimo); 2) Alessandro Rossi (Banzai Cortina Roma); 3) Antonio Bottone (Star Judo Club Napoli) e Filippo Cicciarella (Koizumi Scicli)

66: 1) Luigi Centracchio (Champion Team Isernia); 2) Federico Cuniberti (Akiyama Settimo); 3) Samuel Salvo (Akiyama Settimo) e Flavio Frasca (Pol. Ottavia Roma)

73: 1) Giovanni Zaraca (Acras Judo Bolzano); 2) Valerio Bovi (Fitness Club Nuova Florida); 3) Cristian Belmonte (Musokan Napoli) e Dario Praiotto (Akiyama Settimo)

81: 1) Alessio Graziani (Fitness Club Nuova Florida); 2) Filippo Bacchetta (Judo Invorio); 3) Michele Comuzzi (Sport Team Udine) e Edoardo Perfetti (Fitness Club Nuova Florida)

90: 1) Paul Creata (Accademia Torino); 2) Jean Carletti (Judo Club Camerano); 3) Leonardo Carnevali (Judo Imola) e Ciro Sarnelli (Maddaloni Napoli)

+90: 1) Lorenzo Turini (Kumiai Torino); 2) Lorenzo Rossi (Sakura Arma di Taggia); 3) Dragos Bulat (Center Parma) e Andrea Palumbo (Harmony Roma)

Società: 1) Fitness Club Nuova Florida, 50; 2) Akiyama Settimo, 34; 3) Nippon Napoli, 20.

Comunicazione regionale, attive le nuove pagine web

Roma, 20 aprile 2018 – Da oggi quando si parla di comunicazione web federale non ci si limita al solo sito nazionale: sono, difatti, attivi i siti internet dei singoli Comitati Regionali FIJLKAM!
Siamo tutti in campo con la stessa maglia e se la maglia ha i colori della FIJLKAM vuol dire che il campo è sia il tatami del judo e del karate, che la materassina della lotta, ma anche la superficie sulla quale si praticano Aikido, Ju Jitsu, Sumo, Capoeira, Grappling e MGA, Pancrazio Athlima, S’istrumpa… insomma, stiamo parlando della comunicazione di tutte le nostre discipline federali svolte,oltre che a livello nazionale, anche sul territorio.
Dare voce e visibilità alle tante anime e iniziative locali è importante quanto pubblicizzare le iniziative nazionali e da oggi tutti potranno essere informati sulle tante e varie attività realizzate nelle Regioni. Grazie al grande impegno dei Responsabili nominati dai Comitati Regionali siamo all’inizio di un nuovo viaggio: tanto è stato fatto e tanto ancora è da fare, pertanto siete tutti invitiati a curiosare nei nuovi siti per vagliarne le potenzialità ed il funzionamento. Con l’unica avvertenza: sono siti in costruzione, pertanto i contenuti sono ancora in fase di implementazione.
Avvertiamo, infine, che i vecchi siti regionali rimarranno attivi a supporto dei nuovi per i prossimi mesi.

 E’ possibile scoprire i nuovi siti web regionali accedendo alla pagina “Comitati Regionali” del sito federale e cliccando sull’apposito link della Regione desiderata.

Buona navigazione!

FVG all’assalto del Tricolore U18 nel PalaPellicone a Ostia

Trentotto portacolori del Friuli Venezia Giulia saranno impegnati sabato e domenica nel PalaPellicone a Ostia nel Campionato Italiano Cadetti che, delle manifestazioni tricolori di judo, è sicuramente la più partecipata con 484 atleti nelle categorie maschili (in gara sabato) e 269 in quelle femminili (domenica).

Atlete FVG qualificate

Anna Bretti (44, Dojo Udine)

Anna Maddalena Zanini (48, Sport Team)

Sofia Cittaro (57, Dlf Yama Arashi)

Alexandra Iordache (57, Villanova)

Asia Golosetti (63, Sport Team)

Giulia Longo (63, A&R Trieste)

Valentina Visintini (A&R Trieste)

Atleti FVG qualificati

Cristian Valdokaran (46, Sport Team)

Matteo Mirolo (50, Fenati)

Nicolò Rossit (55, Tamai)

Leonardo Zomero (55, Dlf Yama Arashi)

Federico Lo Gatto (60, Sport Team)

Mirco Moretto (66, Skorpion)

Filippo Zambelli (66, Sekai Budo)

Axel Andrijczuk (66, Villanova)

Davide Battiston (66, Azzanese)

Diego Mortal (73, Dlf Yama Arashi)

Alessio Piacentini (73, Muggesana)

Nicolas Versolatto (73, Dlf Yama Arashi)

Leonardo Di Marco (73, Dlf Yama Arashi)

Nicolae Bologa (81, Villanova)

Amos Fuligni (81, Shimai Dojo)

Leonardo Catani (90, Dojo Trieste)

Atleti FVG qualificati di diritto

Giulia Italia De Luca (44, Ginnastica Triestina)

Veronica Toniolo (52, Ginnastica Triestina)

Asia Lorenzon (57, Tamai)

Michelle Kamano (63, Dlf Yama Arashi)

Giulia Boscaia (63, Tamai)

Asya Tavano (+70, Sport Team)

Marco Corte (55, Ginnastica Triestina)

Simone Ispiro (55, Ginnastica Triestina)

Kail Basset (60, Dojo Sacile)

Francesco Cargnelutti (66, Dlf Yama Arashi)

Mattia Boscolo (81, Montereale)

Michele Comuzzi (81, Sport Team)

Francesco Sanapo (90, Villanova)

Ludovico Urbani (+90, Dojo Trieste)

Gabriele Zilioli (+90, Tamai)

Attive, da oggi, le nuove pagine Web Regionali

Nelle prossime ore saranno online le nuove pagine Fijlkam web regionali. L’annuncio ufficiale, completo delle modalità operative, verrà dato su fijlkam.it e fijlkamfvg.it che, a sua volta, rimarrà operativo e funzionante. Si tratta di un’iniziativa FIJLKAM in collaborazione con CONInet ed i comitati regionali per rinnovare ed uniformare l’impegno comunicativo dei settori Judo, Lotta, Karate, Arti Marziali, MGA in tutte le regioni d’Italia. Il Friuli Venezia Giulia ha seguito con attenzione e diligenza i vari passaggi di un’operazione complessa, avviata con gradualità a partire da dicembre 2017 e che, se se da oggi inizia ad essere condivisa con il pubblico, richiederà ancora del tempo per andare completamente a regime. Per svolgere questo incarico sono stati individuati cinque giovani di talento, con attitudini di creatività ed intuizione che, ieri sera, si sono incontrati a Udine per formalizzare la costituzione del Media Team Fijlkam FVG e ricevere le ‘chiavi’ per la gestione del nuovo web. Si tratta di Deli Maman, Agnese Piccoli, Gino Gianmarco Stefanel, Erika Zucchiatti, Furio Zuliani che, assieme ai Delegati Provinciali, Michele Roiatti, Alessandro Furchì, Pierluigi Barbieri, Andrea Piccinini, che da settembre svolgono anche funzione di ‘collettore per la comunicazione’, completano una ‘squadra operativa’ (che potrà essere implementata) chiamata a vivere un’esperienza che è utile e costruttiva per tutti. Il lavoro è solo all’inizio, pertanto siete tutti invitati a curiosare sulle nuove pagine per comprendere potenzialità e funzionamento, il Media Team regionale inizierà il suo lavoro d’implementazione di contenuti facendo riferimento a FijlkamFVG, che rimarrà attivo ed a supporto delle nuove pagine fino alla scadenza del contratto in essere oppure fino a quando sarà utile e/o funzionale alla conservazione d’archivio. Buona lettura e buon lavoro a tutti!

Memorial Bruno Ciolli a Pordenone, Stelvio e Luca Sciutto arbitri d’eccezione

Si sono svolti a Pordenone, presso la palestra del Sekai Budo, i Campionati Regionali di Kata di Jujitsu. Ottima la partecipazione alla competizione, nella quale ci sono state 67 esibizioni di kata. Arbitri d’eccezione, i Maestri Stelvio Sciutto e Luca Sciutto. Nella competizione si sono distinti il Ryugin Codroipo con 7 ori ed il Sekai Budo Pordenone con 4 ori. La classifica per società valeva per l’assegnazione del 7° Trofeo dedicato a Bruno Ciolli, indimenticato maestro e pioniere del Juitsu in Friuli Venezia Giulia. Nella classifica finale, dopo un testa a testa durante tutta la competizione, l’ha spuntata il Ryugin di Codroipo con 79 punti sul Sekai Budo Pordenone con 61 punti. Ryugin si è quindi aggiudicato il 7° Memorial M. Bruno Ciolli. Al terzo posto il Sakura di Trieste. Con 18 esibizioni di kata, la categorie “cinture bianche” è stato il gruppo più numeroso che ha partecipato alla competizione, il che lascia sperare un buon futuro per il jujitsu nel FVG. A premiare le società, la signora Lives, moglie del M. Bruno Ciolli, presente durante tutta la manifestazione . Il Fiduciario Jujitsu FVG Mauro Basso.

RISULTATI CAMPIONATO REGIONALE KATA JUJITSU E MEMORIAL CIOLLI 2018

A Villa Santina la Ginnastica Triestina rivince il Trofeo Città di Tolmezzo

Villa Santina. Si è conclusa la 36esima edizione del Trofeo Internazionale “Città di Tolmezzo”, alla quale hanno partecipato, nei due giorni di gara, 472 atleti provenienti prevalentemente dal Friuli e dalle zone limitrofe, tra cui Austra, Slovenia e Croazia, ma anche da nazioni più lontane come: Ungheria, Slovacchia, Malta, Moldavia, nonché dal resto d’Italia. “Considerato anche il calendario nazionale e internazionale, che vede in questo periodo diverse competizioni, tra cui anche finali nazionali, non speravamo in una partecipazione così numerosa”, ha detto Anna Miniggio, presidente del Judo Club Tolmezzo. Il trofeo carnico per il secondo anno consecutivo è andato alla Società Ginmastica Triestina, che si è aggiudicata anche il bonus Decagroup per l’acquisto di un judogi. Anche quest’anno per le vincitrici delle categorie femminili era previsto un omaggio della Stroili Oro. Iacopo Bardus (Judo Kuroki) ha vinto il premio speciale come migliore atleta delle categorie maschili ed Emma Stoppari (Ginnastica Triestina) per quelle femminili. Nella giornata di sabato sono scesi sul tatami i giovani delle classi Ragazzi (2007 e 2008) ed Esordienti A (2006). Domenica è stata la volta di dei “più grandi”, a partire dagli Esordienti B, a cui sono seguiti i Cadetti e quindi gli Junior, Senior e Master. Per gli atleti FVG di queste ultime classi il torneo è valido anche per il Gran Premio 1°, 2°, 3° dan. Il Trofeo è stato caratterizzato anche dalla presenza di alcuni atleti di interesse nazionale, primo fra tutti Kenny Komi Bedel – bronzo alla European Cup di Lignano della settimana scosa – che oggi ha mostrato, nei -90kg (due categorie sopra ai -73kg che ha fatto fino ad un paio di mesi fa), le sue abilità tecniche con degli ippon molto spettacolari e variegati. L’azzurra Betty Vuk è tornata a vincere il torneo di casa. Partenza in salita, ma poi ottima prestazione anche per Mohammed Lahboub (Fenati Spilimbergo): 6 incontri vinti e due ori per lui. Ottima gara anche per Lorenzo Coceancigh, nei -73kg, una categoria superiore alla sua: secondo tra gli juniores (fermato solo dal Moldavo Dimitru Burlacu, ospitato dal Kuroki Tarcento) e primo tra i senior, a valle di una lunga finale terminata al golden score. Da segnalare infine il secondo posto fra i senior-master, con tre incontri vinti, per l’azzurro di Kata Fabio Polo.

Queste le prime posizioni della classifica per società:

  1. Società Ginnastica Triestina
  2. Pezinok (Slo)
  3. Istarky Borac (Cro)
  4. Sport Team Udine
  5. Polisportiva Villanova

Tolmezzo2018 risultati completi

Assoluti di bronzo per Melanie Corbatto, Armanelli esagera ed è squalificato

L’isontina Melanie Corbatto ha conquistato la medaglia di bronzo nel kumite 68 kg a Ostia in occasione del campionato italiano assoluto di karate disputato nel PalaPellicone a Ostia con la partecipazione di 622 atleti di 245 società. L’eccellente risultato ottenuto dalla portacolori del Karate Club 2003 San Pier d’Isonzo è stato accompagnato dal quinto posto ottenuto nella stessa categoria dalla compagna di club, Caterina Dreassi e dal settimo posto di Nico Armanelli del Bushido Dojo Udine, costretto a rinunciare alla corsa verso il titolo tricolore cui puntava in seguito alla squalifica rimediata per aver messo ko l’avversario. Melanie Corbatto con quattro vittorie (su Alice Grosso, Giada Lo Bianco, Sara Reati, marta Zippoli) è approdata in semifinale, dov’è stata fermata dalla romana Silvia Semeraro, che ha poi vinto la categoria. Netta la vittoria (4-1) nella finale per il terzo posto sulla lombarda Pamela Bodei. Caterina Dreassi invece, ha guadagnato la semifinale nell’altra poule dei 68 kg superando Francesca Palombi, Alessia Pappapicco e Giorgia Di Cosimo, ma dopo lo stop impostole dalla salernitana Asia Staglioli è arrivato anche l’altro, dalla fiorentina Eva Pieri, nella finale per il bronzo. Soddisfazione per il Maestro Miodrag Subotic che, in seguito a questi risultati ed all’undicesimo posto nei 61 kg di Federica Maganuco, ha portato il Karate Club 2003 al settimo posto nella classifica femminile per società del campionato italiano assoluto. Molto meno soddisfatto invece, è Michele Roiatti, il coach di Nico Armanelli, punta di diamante del Bushido Dojo Udine con la legittima ambizione di conquistare a Ostia la medaglia d’oro nei 94 kg. L’approccio alla gara del forte atleta friulano è stato la conferma, 2-0 al primo turno (su Simone Bocchiola), 7-0 al carabinieri Gianni Guglielmo, quindi in semifinale con il poliziotto Daniel Mari, Armanelli ha voluto strafare, è andato a segno, ma ha colpito l’avversario. Ed è stato squalificato. “Sono molto arrabbiato – ha detto il coach Roiatti – perchè dopo aver sconfitto nettamente il carabiniere nell’incontro più delicato del tabellone, ha voluto esagerare, ma ha rotto il naso al poliziotto….. ed è stato squalificato…. non ho parole!”. Un titolo italiano dunque, che Armanelli ha perso per la troppa voglia di vincerlo. Per una dedica tricolore ad Aldo Sodero che, forse, passata la rabbia avrebbe saputo ritrovare subito il suo sorrido sotto i baffi.

RISULTATI

In 500 a Villa Santina per il 36° Trofeo Città di Tolmezzo

Sono cinquecento gli atleti che, sabato e domenica nel Palazzetto dello Sport di Villa Santina, daranno vita alla 36esima edizione del Trofeo internazionale di judo ‘Città di Tolmezzo’. Provengono dall’Italia e dalle limitrofe Austria, Slovenia e Croazia, ma ci saranno atleti anche da Slovacchia, Malta ed Ungheria, ma saranno soprattutto gli atleti del Friuli Venezia Giulia a cercare d’interpretare un ruolo da protagonisti, in particolare Betty Vuk, talento diciassettenne del Judo Club Tolmezzo particolarmente affamata di vittoria dopo il settimo posto nell’European Cup Junior a Lignano dello scorso fine settimana. Il torneo carnico, che nel 2017 è stato vinto dalla Ginnastica Triestina, assegna alla prima società italiana in classifica un bonus Decagroup per l’acquisto di un judogi e, per le premiazioni femminili un omaggio della Stroili Oro. Sabato le gare, riservate alle classi Ragazzi (2007 e 2008) ed Esordienti (2006) inizieranno alle 16, mentre domenica si inizia alle 10 con gli Esordienti B (2004-5), quindi i cadetti alle 11.30 e, dopo le 13, con junior, senior e master maschile e femminile. Per gli atleti FVG di queste classi il torneo è valido anche per il Gran Premio 1°, 2°, 3° dan.