vai al vecchio sito

Month febbraio 2018

Coppie friulane a Bruxelles per l’EJU Kata Tournament

Udine, 25 febbraio 2018. EJU Kata Tournament d’oro a Bruxelles per le coppie italiane del Kodokan Goshin Jitsu, con Ubaldo Volpi e Maurizio Calderini e, nel Ju No Kata, con Giovanni Tarabelli e Angelica Tarabelli, saliti sul podio assieme a Roberto Bibolotti e Luca Benelli, classificati al terzo posto. Alla manifestazione belga hanno partecipato 69 coppie di 13 nazioni e sul podio sono salite le coppie di 8 nazioni diverse. Con 14 coppie in gara l’Italia è stata la nazione più rappresentata seguita da Francia (13), Olanda (12), Germania (11), ed oltre le tre coppie salite sul podio si sono messe in evidenza anche quella composta da Enrico Tommasi e Giulio Gainelli che, nel Kime no kata hanno ottenuto il primo posto nella fase preliminare ed il sesto in finale, la coppia friulana Gino Gianmarco Stefanel ed Alessandro Cugini nel Nage no kata, Elena Cazzola ed Elisa Tanda nel Kodokan goshin jutsu, entrambe al quarto posto nella fase preliminare, mancando così d’un soffio l’accesso alla finale. L’altra coppia friulana impegnata in Belgio, Massimo Cester e Davide Mauri, si è classificata al settimo posto nella fase preliminare. Alla gestione della gara hanno contribuito anche cinque arbitri italiani, Antonio Ferrante, Carlo Camparo, Giuliano Casco, Giampaolo Agnetti e Flavio Poccobelli, mentre nella sessione precedente la competizione Flavio Poccobelli e Giampaolo Agnetti hanno superato l’esame per la qualifica europea rispettivamente per il Nage no kata e per il Katame no kata. Poccobelli ed Agnetti ora sono qualificati in tutti i Kata.

Results_MC2018

Ottavo dan alla memoria per Aldegisto Sodero, ‘prof’ del Marinelli e Maestro di Karate

Udine, 24 febbraio 2018. Un sorriso appena accennato dietro ai baffi, una battuta scherzosa a mascherare il giusto orgoglio misto all’imbarazzo. È soltanto un’ipotesi, ma è probabile che il Maestro di karate Aldegisto Sodero avrebbe risposto proprio così alla notizia, fresca fresca, del conferimento dell’8° dan. Ma ‘Aldo’ Sodero, ‘prof’ di matematica e fisica al Liceo Scientifico Marinelli e storico maestro del Bushido Dojo Udine, non ha fatto in tempo riceverla, perchè se n’è andato a 74 anni meno di due mesi fa, la notte fra Natale e Santo Stefano. La notizia, l’ha ricevuta però la figlia Roberta, plurititolata campionessa ed ormai da tempo tecnico federale. “Sono stata chiamata in federazione – ha raccontato Roberta Sodero – e al termine del consiglio federale sono stata chiamata accanto al Presidente Falcone. Non sapevo nulla, ma alle prime parole di una piccola cerimonia in cui mi hanno consegnato lettera e diploma di ottavo dan per papà sono scoppiata a piangere”. E ha aggiunto: “Sono molto contenta di questo riconoscimento, che non mi aspettavo arrivasse, ma a prescindere dalla tempistica, il gesto è sempre apprezzato perché riconosce tutto il lavoro che papà ha fatto per il karate con passione, dedizione, perseveranza, e credo sia doveroso. In casa mia non ho mai affisso un diploma – ha concluso Roberta – ma la prima cosa fatta ieri, è stata portare a incorniciare questo diploma di papà. Questo me lo voglio poter guardare”. E com’è accaduto meno di due mesi fa, anche in quest’occasione la notizia dell’ottavo dan di Aldegisto Sodero ha fatto il giro del web e ha raccolto numerosissimi consensi sui ‘social’, ‘mi piace’, approvazioni, ringraziamenti, a dimostrazione di un affetto ed una stima sinceri, costruiti in decenni di allenamenti, gare, organizzazioni, relazioni sempre corrette e leali. “Era ormai da tempo che ne parlavo con Pierluigi Aschieri, il DT della nazionale di karate e grande amico e coetaneo di Aldo – ha commentato Roberto Ruberti, fratello di Sodero e vicepresidente regionale del karate – scherzavamo anche, ma sono sicuro che, nonostante tutto, Aldo ha apprezzato con il suo sorrisetto ed una battuta. Diciamo che non è stato il riconoscimento che è arrivato con un po’ di ritardo, ma Aldo che se n’è andato in anticipo”. L’ottavo dan di Aldegisto Sodero è attualmente il più alto grado per tutta la Fijlkam (karate e judo) attualmente in Friuli Venezia Giulia. Ed anche in questo caso, com’è accaduto in molte altre occasioni della sua brillante carriera, Aldegisto Sodero è arrivato ancora una volta prima degli altri.

Le principali novità nel regime fiscale ex legge 398/1991

Nell’ambito del protocollo di intesa tra l’Agenzia delle Entrate – Direzione regionale del Friuli Venezia Giulia e del Comitato regionale del CONI, sono state realizzate delle slides per illustrare le principali novità nel regime fiscale ex legge 398/1991.

Per scaricare il file clicca QUI

MGA, tanti a Trieste per lo stage con Failla

Domenica 18 febbraio 2018 si è tenuto a Trieste, nella palestra della asd Dojo Trieste, uno stage di MGA  con il M° Enzo Failla, Presidente della Commissione Nazionale MGA. L’evento, organizzato dalla asd Ju-Jitsu Ryu Sakura nella veste del suo presidente M° Edoardo Reganzin, Fiduciario Regionale MGA FVG, ha visto la partecipazione di 45 fra atleti ed Insegnanti Tecnici. Durante lo stage il M° Failla ha proposto  quelli che sono i principi basilari del metodo federale con dimostrazioni di difese da vari attacchi sia di singoli che da più soggetti non trascurando l’aspetto psicologico. I partecipanti si sono esercitati  nelle tecniche proposte durante l’arco delle 6 ore dello stage. Si ringrazia il Presidente del Comitato FVG Fijlkam, Claudio Valentini, per la sua fattiva presenza, ed un caloroso ringraziamento al M° Enzo Failla per aver accettato l’Invito.

M° Edoardo Reganzin

Fiduciario MGA FVG 

Italia a quota 8 a Fuengirola, nono posto per Furlani e Tavano

Udine, 18 febbraio 2018. Dopo la medaglia di Veronica Toniolo, nell’European Cadet Cup a Fuengirola sono arrivati oggi anche i piazzamenti di Sara Furlani ed Asya Tavano che, con due vittorie la prima ed una vittoria la seconda hanno ottenute entrambe il nono posto rispettivamente nei 57 kg e nei +70 kg. Sempre sabato invece, Francesco Cargnelutti è stato eliminato nei 66 kg. Questo il resoconto della giornata odierna. Giovanni Zaraca, Daniele Accogli ed Erica Simonetti, con una medaglia d’argento e due di bronzo, hanno reso ancora più ricco il risultato degli atleti italiani a Fuengirola, European Cadet Cup con 36 nazioni e 471 atleti. Con l’argento di Giovanni Zaraca nei 73 kg, il bronzo di Daniele Accogli negli 81 kg e di Erica Simonetti nei +70 kg, il medagliere dell’Italia merita il quarto posto dopo Russia, Germania, Isarele, ma è seconda alla Russia soltanto per quantità di medaglie: 8. “Chiudiamo con 8 medaglie, tre più dello scorso anno. – è il commento infatti del presidente CNAG Raffaele Toniolo – Anche oggi altri due guerrieri, come Luigi ieri, sono tornati in medaglia dopo la bella stagione 2017: argento a Giovanni e bronzo a Daniele. Entrambi hanno pagato decisioni arbitrali difficili da capire, ma l’importante è stato ritornare sul podio. Medaglia anche per Erica Simonetti che si è resa protagonista di una bella gara e ha superato in finale per il bronzo la brava Irene Caleo, ma una bella gara l’ha fatta anche Martina Lanini, che si è fermata ai piedi del podio combattendo molto bene”. “È stata una gara di un buon livello, impegnativa, – ha detto Giovanni Zaraca – per me la prima gara nei 73 kg ed è andata bene, ma poteva andare meglio. Peccato per la finale, che ho perso, ma ho sentito di poter vincere. Mi rimangono dei dubbi su com’è stato gestito l’incontro, ma sicuramente avrò tempo e modo per capirlo”. “Il terzo posto di oggi è un risultato che inseguivo da tempo. – ha detto Erica Simonetti – Dopo avere perso il primo incontro, nei recuperi ho cercato di ragionare bene sugli attacchi da fare e sulla posizione da tenere ed anche grazie a Raffaele Toniolo, sono riuscita a salire sul podio. Dedico questa medaglia ai miei genitori e al mio allenatore Pierangelo Toniolo, continuerò a lavorare per arrivare sempre più in alto ed ambisco a qualche convocazione da parte della nazionale italiana di judo”. “La medaglia di oggi non ha il colore che speravo – è il commento invece di Daniele Accogli – però sono contento del lavoro che sto facendo insieme alla mia famiglia Banzai Cortina. Un grazie ai miei maestri ed a Giovanni Carollo”. L’European Cup spagnola dunque si è confermata una gara in cui gli atleti italiani si trovano a proprio agio e lo dimostrano le otto medaglie conquistate, 1 oro (Luigi Centracchio), 3 argento (Silvia Drago, Federica Silveri, Giovanni Zaraca), 4 bronzo (Carlotta Avanzato, Veronica Toniolo, Daniele Accogli, Erica Simonetti), ma anche tre quinti posti (Valerio Ferro, Martina Lanini, Irene Caleo) per un totale di ben undici finali disputate.

Veronica Toniolo sul podio anche a Fuengirola, è bronzo!

Udine, 17 febbraio 2018. Un’altra medaglia per la triestina Veronica Toniolo, è di bronzo ed arriva da Fuengirola in Spagna, dov’è in corso un’altra European Cadet Cup. “Una medaglia in European Cup è sempre un gran risultato. Certo il colore poteva essere diverso – racconta Monica Barbieri – ma Veronica ha fatto comunque una gran bella gara. Si vedeva la stanchezza accumulata nelle ultime intense settimane che l’ha resa a tratti meno efficace, ma si è battuta sempre come un leone ed è andata vicinissima alla vittoria anche con la russa che ha dominato la categoria. Ha saputo reagire alla sconfitta ed è salita comunque sul podio, tra l’altro disputando un incontro medaglia di quasi 13 minuti. Direi che è entrata nella classe cadetti come un treno in corsa. I presupposti per andare avanti su questa strada ci sono tutti e da queste gare abbiamo ricavato anche ottime indicazioni sui lavori da fare per continuare a migliorare”. Al termine della prima giornata dell’European Cadet Cup a Fuengirola, sono 5 le medaglie per Italia. “Lo scorso anno furono 5 in due giorni – ha detto il presidente della CNAG Raffaele Toniolo – speriamo domani di conquistare ancora altri titoli. Grande gara di Luigi (Centracchio, ndr) che in finale ha stampato il quotato Naguchev. Molto bene però anche Silvia Drago, Federica Silveri e Veronica Toniolo che sono salite sul podio ancora una volta a distanza di una settimana da Follonica e a questi livelli non è facile. Ritorno alla grande anche del bronzo mondiale Carlotta Avanzato che coglie così la sua prima medaglia nei 48 kg”. Prima giornata con un primo posto, Luigi Centracchio (66), due secondi, Silvia Giuseppa Drago (44) e Federica Silveri (52) e due terzi, Carlotta Avanzato (44) e Veronica Toniolo (52), cui si aggiunge il quinto posto di Valerio Ferro (55) per un terzo posto nel medagliere provvisiorio alle spalle di Russia e Israele. “Sono molto soddisfatta della gara di oggi – è stato il commento di Federica Silveri – mi sono sentita bene sin dall’inizio e sapevo di arrivare fino in fondo. Peccato per la finale, ma sono sicura che mi rifarò presto. Ringrazio la mia famiglia, il mio club e il mio ragazzo”. “Sono molto contenta e soddisfatta del risultato ottenuto,- ha detto a sua volta Silvia Drago – come sempre ho preparato questa competizione con molto impegno e determinazione. Ho creduto in questo risultato sin dall’inizio, incontro dopo incontro ho sperato nella medaglia d’oro, oggi mi accontento di questa d’argento, con la promessa di far sempre meglio”. “Ero un po’ stanca in questa gara – ha detto invece Veronica Toniolo – per le 3 gare disputate dal 20 gennaio. Era il nostro programma e lo abbiamo chiuso con 3 ori e un bronzo. Non è andata come volevo, in ogni caso è arrivato un bronzo e ringrazio i miei genitori”. “Sono contenta di come è andata questa gara – ha aggiunto Carlotta Avanzato – mi sentivo in forma, infatti speravo anche in qualcosa di più. Per questo continuo ad allenarmi forte e spero di ottenere ottimi risultati nelle prossime gare”. Domenica seconda giornata e, per l’Italia, altri diciassette atleti sul tatami.

RISULTATI

 

 

Esposito e Graziani d’oro a Follonica, poker dell’Italia nell’European Cadet Cup

Follonica, 11 febbraio 2018. Sono stati Martina Esposito ed Alessio Graziani ad emettere due squilli d’oro nella seconda giornata di gare a Follonica, nell’European Cadet Cup. Dopo le vittorie di sabato con Assunta Scutto e Veronica Toniolo, altri due atleti italiani hanno meritato il primo posto e hanno fatto suonare l’inno di Mameli, consolidando così la posizione dell’Italia nel medagliere, seconda alle spalle della Russia. L’oro di Martina Esposito nei 70 kg e quello di Alessio Graziani negli 81 kg è stato accompagnato anche dal terzo posto ottenuto da Giulia Frosoni nei 57 kg, mentre il quinto posto nella seconda giornata è stato il piazzamento per cinque atleti, Ylenia Monacò (57 kg), Caterina Mazzotti (63 kg), Daniele Accogli (81 kg), Cecilia Betemps (70 kg) e Paul Creata (90 kg). “Rispetto agli Assoluti è andata diversamente – ha detto Martina Esposito – con quelli mi sono sbloccata, oggi ho dato il mio meglio… non posso certo dire che è stata una passeggiata, ma la gara è andata tutta dove io l’ho portata. Dedico la medaglia al mio maestro Gianni, che crede in me e mi segue ovunque, la dedico anche alla mia famiglia e ai miei compagni di palestra, che mi sono stati vicini anche oggi”. “Ringrazio il mio maestro Gianluca e Luca Pisano che mi hanno portato a vincere – ha detto invece Alessio Graziani – la mia famiglia che mi sostiene e i miei compagni di squadra; è la prima medaglia in European Cup ed è una grande emozione. Mi auguri sia la prima di una serie”. “Sono molto soddisfatta per questa medaglia – è stato il commento di Assunta Scutto – è stata una gara difficile, ma ho imparato a credere di più in me stessa. Ringrazio chi mi ha aiutato a raggiungere questo risultato a partire dal mio maestro, i miei genitori e i miei compagni”. “Primo test nel circuito internazionale ufficiale fra le U18 – ha detto Monica Barbieri per Veronica Toniolo – Veronica è uscita vincente e ha dimostrato sicurezza e padronanza del tatami notevoli. Davvero una gran bella prova la sua e sabato prossimo si ricombatte in Spagna”.

04_Cadet European Judo Cup Follonica 2018

 

A Follonica, Scutto e Toniolo sono d’oro nell’European Cadet Cup

Follonica, 10 febbraio 2018. Primo posto di Assunta Scutto e Veronica Toniolo a Follonica, nella prima giornata dell’European Cadet Cup assegnata all’Italia e che registra la partecipazione di 534 atleti di 36 nazioni. Con le medaglie d’oro di Veronica Scutto nei 48 kg e Veronica Toniolo nei 52 kg l’Italia è da sola alle spalle della Russia che, con 4 primi, un secondo, un tezo posto, guida il medagliere parziale. Ma la prima giornata degli atleti italiani è stata molto generosa in termini di medaglie, ben otto. Oltre le due d’oro infatti, Lucrezia Tantardini e Sara Lisciani hanno meritato la medaglia d’argento rispettivamente nei 40 e nei 48 kg ed altre quattro medaglie di bronzo sono andate al collo di Giulia Giorgi nei 40 kg, Silvia Drago nei 44 kg, Chiara Zuccaro nei 48 kg e Federica Silveri nei 52 kg. Otto medaglie dunque, ottenute tutte nelle categorie femminili, ma i ragazzi non sono rimasti a guardare, ben sei hanno meritato il diritto a battersi per la medaglia di bronzo. Purtroppo tutti si si sono classificati al quinto posto, Thomas Scatolino, Cristian Miceli (50), Vincenzo Skenderi, Daniele Di Capua (55), Luigi Centracchio, Luca Gemellaro (66), assieme ad Ilenia Salfi (40) e Carlotta Avanzato (48).

Cadet European Cup Follonica Day 1

Alessio Ghinami sul podio agli Europei cadetti, è bronzo!

La Nazionale Italiana di Karate ha trionfato agli ultimi Europei U21, Cadetti e Juniores di Sochi ottenendo ben quindici medaglie distribuite nelle gare di kumite e kata. Grande gioia e fantastica esperienza per il nostro atleta regionale Alessio Ghinami, che ha ottenuto la medaglia di bronzo nella gara Cadetti di Kata. “Peccato…” – ha osservato il tecnico regionale Salvatore Criscuolo della ASD Atletic Karate Do Azzano Decimo PN e preparatore presso il CTR, che lo ha guidato nei suoi primi passi – “Perchè il primo posto era alla sua portata…” – “Purtroppo è scivolato durante l’esecuzione del kata…” – “Troppa potenza…” – Ha aggiunto. – “Bravissimo Alessio ti aspettiamo per festeggiare e continuare il lavoro…”. Alessio e famiglia ringraziano tutti quelli che gli hanno dato la fiducia e la possibilità di centrare questo importante risultato, contribuendo alla sua preparazione tecnica, fisica, atletica, educativa, mentale, alimentare e spirituale. I migliori complimenti all’atleta, al suo tecnico originario ed a tutto lo Staff Nazionale pervengono dal Vicepresidente del settore karate Roberto Ruberti e da tutto il CR FIJLKAM FVG.

Dieci atleti FVG sul podio del 23° Alpe Adria-Friendship Games, oro De Luca e Toniolo

Lignano, 4 febbraio 2018. Il club romano del Fitness Nuova Florida si è aggiudicato il 23° Trofeo Alpe Adria ‘Friendship Games’ che si è disputato nel Bella Italia Village a Lignano, prima prova valida per il Grand Prix cadetti e juniores. La manifestazione organizzata dal Dlf Yama Arashi Udine ha totalizzato 929 presenze effettive in gara, 570 U18 e 359 U21 e gli atleti italiani sono stati protagonisti assoluti lasciando solo briciole ai forti club stranieri, su 33 medaglie d’oro assegnate, soltanto due sono andate alla Slovenia e due alla Croazia. Eccellente è stata la prova degli atleti del Friuli Venezia Giulia che sono saliti sul podio sei volte nella classe under 18 ed altre quattro negli under 21 per un totale complessivo di due medaglie d’oro, due d’argento e sei di bronzo. Primo posto per le triestine Giulia Italia De Luca e Veronica Toniolo (Ginnastica Triestina), secondo per Francesco Sanapo (Villanova) e Betty Vuk (Tolmezzo), terzo per Nicolae Bologa, Kenny Bedel (Villanova), Ludovico Urbani (Dojo Trieste), Asja Tavano (Sport Team), Elisa Toniolo (Ginnastica Triestina), Alessia Ovsec (Muggesana). Particolarmente entusiasmante la sfida nella semifinale degli 81 kg juniores di Kenny Bedel con Giacomo Gamba, figlio del grande Ezio, oro olimpico a Mosca 1980 ed oggi General Manager della Russia judo (presente in tribuna per seguirlo), ha vinto Giacomo, ma Kenny (alla prima gara da junior e negli 81) si è battuto da campione di razza. Il Trofeo, un’opera dell’artista Erna Vukmanic, è stato conquistato dal Fitness Roma, club fra i più forti d’Italia, che si è aggiudicato anche la borsa di studio Luciano Lovato, istituita per ricordare il grande dirigente dello Yama Arashi Udine scomparso esattamente tre anni fa.