vai al vecchio sito

Day 13 gennaio 2018

Ugg, comincia la festa per le 150 candeline

16 febbraio 1868. Data passata alla storia per lo sport goriziano, poiché quel giorno, nell’allora sala del consiglio comunale, si tenne la prima assemblea sociale dell’Unione Ginnastica Goriziana. Lo storico sodalizio di via Rismondo, le cui attività si diramano oggi tra i corsi di atletica leggera, minibasket, fitness, yoga, ginnastica ritmica, judo-aikido, pattinaggio artistico e scherma, oltre al centro di avviamento allo sport e ai corsi di attività motoria per i più piccoli, si prepara a celebrare i suoi primi 150 anni. I ricco carnet di proposte sviluppate per celebrare tale traguardo è stato presentato ieri a Gorizia dal sindaco, Rodolfo Ziberna, insieme al vicesindaco e assessore comunale allo sport, Stefano Ceretta, al presidente dell’Ugg, l’avvocato Mario Corubolo, e alla sua vice, Elisa Hoban. Il primo appuntamento in programma per il calendario dei festeggiamenti, dopo il Basket day che vedrà scendere in campo a Gorizia tra oggi e domani tutte le formazioni del campionato di basket, serie C Silver, è per il prossimo 23 febbraio con il Golden Gala dell’Unione Ginnastica Goriziana. Si tratta di uno show dedicato alle discipline sportive dell’Ugg, «proposto — come spiegano gli organizzatori — in chiave rivisitata perché lo sport non è solo tecnica ma può anche offrire un grande spettacolo». Il programma prevede la partecipazione di alcuni nomi che hanno portato in alto il vessillo del sodalizio goriziano e per l’occasione, inoltre, le finestre della storica palestra di via Rismondo saranno illuminate con proiezioni digitali che animeranno la facciata del palazzo. In primavera e autunno, poi, protagonista sarà l’archivio storico dell’Ugg, recentemente recuperato e digitalizzato, che sarà esposto in occasione delle giornate Fai (marzo e ottobre) e di una successiva mostra di documenti e fotografie che raccontano questi 150 anni di sport. A tal proposito, la società ha rivolto un appello ai goriziani che tra cantine e soffitte conservino ancora qualche vecchia immagine dell’Ugg, in modo da poter arricchire l’archivio e colmare i pochi buchi temporali rimasti ancora sforniti. «L’Ugg è un’istituzione dal valore unico nel panorama sportivo goriziano — il commento del sindaco Ziberna — e da sempre ha ricoperto un ruolo che andava ben oltre al semplice aspetto sportivo. È stata una fucina di italianità e di cultura. L’Ugg ha accompagnato intere generazioni non solo a fare sport ma a diventare cittadini e cittadine d’Italia, valori che purtroppo sono all’opposto di quelli eccessivamente agonistici che regolano lo sport di oggi». Il programma sportivo per celebrare l’anniversario dell’Ugg proseguirà, per il judo, con i Criterium (marzo) e un torneo internazionale a squadre collegato alle iniziative per il centenario della fine della grande guerra (22 e 23 settembre), mentre per il basket è stata confermata la disponibilità a ospitare le finali regionali del campionato femminile (tra aprile e maggio) e alcuni impegni delle nazionali under 20 maschile e under 16 femminile. Alla presentazione del programma ha partecipato anche il presidente del Coni Fvg, Giorgio Brandolin, che ha evidenziato come un anniversario simile metta in luce una volta di più la vocazione sportiva del Friuli Venezia Giulia, e ha invitato a riflettere sul connubio tra lo sport e il centenario della fine della grande guerra, che si concretizzerà anche il prossimo 2 febbraio, quando allo stadio “Bearzot” di Gorizia si affronteranno, per il Sei Nazioni under 20 di rugby, le formazioni di Italia e Inghilterra. «In quell’occasione porteremo i giovani giocatori a visitare il Podgora — ha annunciato il numero uno del Coni regionale — per far toccare con mano un luogo dove cent’anni fa i loro coetanei non avevano la fortuna di giocare a pallone o a rugby ma dovevano spararsi l’uno con l’altro».

Alessandro Caragnano, Il Piccolo ed. Gorizia (Sabato, 13 gennaio 2018)