vai al vecchio sito

Day 25 aprile 2017

Passaggio a Trieste e Bagnulo regala un’opportunità MGA

Trieste, 25 aprile 2017. Sessione straordinaria MGA a Trieste con il M° Bagnulo. Lunedì 24 aprile 2017 presso la palestra dell’ASD Sakura Dojo Trieste, sita all’interno del PalaRubini Alma Arena di Trieste (già PalaTrieste) dalle 19.00 alle 21.00 si è svolta una sessione straordinaria MGA con la Docenza del M° Giancarlo Bagnulo 7° Dan di Ju Jitsu in breve transito a Trieste in direzione Croazia. L’allenamento a titolo gratuito ha visto la presenza di una trentina di persone provenienti anche da altre zone del Friuli. Nonostante il poco preavviso e il periodo pre-festivo, è stata una bella occasione per praticare con il componente del Gruppo di Lavoro Attività Internazionale Ju Jitsu istituito dalla FIJLKAM e Docente MGA di alta caratura. La partecipazione a fronte dell’improvvisata e della poca capienza della palestra reperita in extremis, inizialmente era stata ristretta all’area di Trieste. A fronte dell’estensione ai praticanti provenienti dal Friuli, si è deciso di sviluppare la sessione anche in una delle palestre attigue, cosa che ha comportato un inusitato anda/rivieni tra i due locali da parte del Maestro Bagnulo. Molto soddisfatto il “padrone di casa”, il Fiduciario Regionale MGA Edoardo Reganzin che ha coordinato l’iniziativa. Ospite della serata il Delegato territoriale di Trieste Pierluigi Barbieri che ha tastato con mano la situazione difesa personale legata al Metodo Globale di Autodifesa. Presente in veste d’insegnante tecnico MGA anche il presidente regionale Valentini. Durante un intermezzo è stata consegnata in segno di ringraziamento al Maestro Bagnulo una copia del libro di Claudio Novajolli riferita alla storia del Judo a Trieste. Bagnulo, dopo aver sfogliato alcune pagine, ha subito apprezzato il taglio del libro fornendo a sua volta alcuni cenni storici sul Metodo Bianchi correlato al Ju Jitsu. Excursus concernente una delle discipline che hanno ispirato la realizzazione del MGA promosso dalla FIJLKAM. La serata si è conclusa allegramente in una pizzeria della zona dove parte del gruppo si è trasferito per festeggiare il Maestro e la simpatica moglie Paola.

Con 55 società sul podio, è record per il 35° Trofeo Città di Tolmezzo

Udine, 25 aprile 2017. Cinquecentosei atleti di sessantatre società da otto nazioni hanno celebrato i quarant’anni dell’attività del Judo Club Tolmezzo che, sabato e domenica a Villa Santina, ha organizzato la trentacinquesima edizione del Trofeo Città di Tolmezzo. E se festa si voleva che fosse, festa è stata. E non tanto per la bella affermazione regionale che, dopo tre anni di successi stranieri, ha riportato il trofeo in Italia con la Ginnastica Triestina al primo posto e tre udinesi subito dietro, Dlf Yama Arashi, Judo Club Tolmezzo, Sport Team Udine, quanto per la distribuzione incredibilmente ampia delle medaglie. Sono saliti sul podio atleti di 55 società diverse, per una copertura pari all’87% mai vista prima in una gara di judo. Eccellenza, per il Judo Club Tolmezzo, anche nel numero di medaglie d’oro conquistate, ben sei con Ana Vuk, Francesco Pasqui, Michele Mazzilis, Gaia Mari, Mattia Zarabara, Betty Vuk, inferiore soltanto alla vincitrice del trofeo, la Ginnastica Triestina, che di primi posti ne ha collezionati ben dieci. Questi tutti i primi posti degli atleti FVG. Ragazzi: Alessandro Diovier (Sport Team Udine), 27 kg; Luca Longo (A&R Trieste), 33 kg; Tiziano Danesin (Dlf Trieste), 50 kg; Nico Serafino (Sport Team Udine), 55 kg; Massimo Di Gennaro (Ginnastica Triestina), +55 kg; Vanessa Alzetta (Montereale), 27 kg; Diana Moraru (Dlf Trieste), 33 kg; Rossella Ruberti (A&R Trieste), 44 kg; Ana Vuk (Judo Tolmezzo), 52 kg; Esordienti A: Lucas Medau (Ginnastica Triestina), 36 kg; Samuel Santarsiero (Ginnastica Triestina), 45 kg; Francesco Pasqui (Judo Tolmezzo), 55 kg; Michele Mazzilis (Judo Tolmezzo), 60 kg; Irina Moraru (Dlf Trieste), 44 kg; Ilaria Cosenza (Kuroki Tarcento), 52 kg; Esordienti B: Manuel Medau (Ginnastica Triestina), 60 kg; Emma Stoppari (Ginnastica Triestina), 44 kg; Gaia Mari (Judo Tolmezzo), 48 kg; Veronica Toniolo (Ginnastica Triestina), 52 kg; Giulia Longo (A&R Trieste), 57 kg; Cadetti: Kail Basset (Dojo Sacile), 55 kg; Flavio Santin (Skorpion Pordenone), 60 kg; Ivan Grando (Skorpion Pordenone), 66 kg; Mattia Zarabara (Judo Tolmezzo), 90 kg; Giulia Italia De Luca (Ginnastica Triestina), 44 kg; Sofia Cittaro (Dlf Yama Arashi Udine), 52 kg; Jasmine Dene (Pol. Villanova), 70 kg; Betty Vuk (Judo Tolmezzo), +70 kg; Junior, Senior, Master femminile; Martina Loiacono (Dlf Yama Arashi Udine), 52 kg; Alessia Benvegnù (Ginnastica Triestina), 57 kg; Laura Scano (Dlf Yama Arashi Udine), 63 kg; Mariasole Momentè (Judo Azzanese), 70 kg; Junior maschile: Alvise Tomaselli (Ginnastica Triestina), 60 kg; Lorenzo Coceancigh (Dlf Yama Arashi Udine), 66 kg; Riccardo Moratti (Ginnastica Triestina), 73 kg; Francesco Contessi (Dlf Yama Arashi Udine), 81 kg; Mohammed Lahboub (Fenati Spilimbergo), +90 kg; Junior, Senior, Master maschile: Boris Gubiani (Kuroki Tarcento), 60 kg; Mohammed Lahboub (Fenati Spilimbergo), +90 kg

Grand Prix d’oro per Lorenzon (cadetti) e Medves (junior)

Atleti FVG in evidenza anche nella Dynamic Cup che si è disputata nel PalaCatania, prova di Grand Prix cadetti e juniores alla quale hanno partecipato 377 atleti (272 cadetti, 105 juniores). Questi i migliori piazzamenti. Cadetti: Francesco Cargnelutti (Dlf Yama Arashi Udine), 3° – 55 kg; Luca Pigozzo (Judo Club S.Vito), 2° – 90 kg; Gabriele Zilioli (Judo Tamai), 3° – +90 kg; Asia Lorenzon (Judo Tamai), 1° – 57 kg; Michelle Kamano (Dlf Yama Arashi Udine), 3° – 63 kg. Juniores: Nicola Mortal (Dlf Yama Arashi Udine), 3° – 81 kg; Carlotta Finotto (Dojo Udine), 5° – 52 kg; Alessia Finotto (Dojo Udine), 2° – 57 kg; Giada Medves (Dlf Yama Arashi Udine), 1° – 63 kg.