vai al vecchio sito

Month aprile 2017

Kenny Bedel tinge d’oro l’European Cadet Cup a Berlino, quinto posto per Vuk (infortunata)

Berlino, 30 aprile 2017. Brilla il primo posto del pordenonese Kenny Komi Bedel nell’European Cadet Cup a Berlino che, con cinque vittorie, si è imposto nei 73 kg, categoria particolarmente affollata (61 atleti) e fisiologicamente agguerrita. È stata un’ottima Italia dunque anche quella vista nella seconda giornata dell’European Cup Cadetti a Berlino con la grande prova di Kenny Komi Bedel che ha messo in riga il georgiano Kaldani e il russo Matveev, approdando alla semifinale col padrone di casa Tom Blechsmidt, superato al golden score dopo aver dominato tutto il tempo regolamentare; finalissima al cardiopalmo con il russo Armen Agaian superato al golden score con determinazione e caparbietà. “Ringrazio la mia famiglia e la mia società – ha detto Bedel – ovviamente sono molto contento del risultato di oggi anche perché questa è una gara molto impegnativa. Mi auguro che sia un inizio”. Sul podio anche Enrico Bergamelli, terzo classificato dopo un’ottima performance. “Ringrazio chi mi sta aiutando a raggiungere questi obiettivi – è stato il commento di Bergamenlli – aiutandomi a crescere come persona è come judoka. Ringrazio la mia famiglia, i miei tecnici e la nazionale che mi ha permesso di fare questa esperienza”. Purtroppo si è fermata ai piedi del podio invece la tolmezzina Betty Vuk, che non ha potuto disputare la finale per il bronzo a causa di un infortunio in semifinale. Con una medaglia d’oro, una d’argento e due di bronzo, l’Italia è salita al quarto posto nel medagliere per nazioni dietro Russia, Brasile e Germania. Si tratta di uno dei migliori risultati di sempre per gli azzurrini a Berlino.

Maglia azzurra per Betty Vuk e Kenny Bedel in gara a Berlino

Ostia, 29 aprile 2017. L’European Cadet Cup a Berlino, in programma oggi e domani, si annuncia anche in quest’occasione come una delle tappe più impegnative del circuito under 18, ed a confermarlo, le rappresentative di Russia, Azerbaijan, Georgia, Kazakstan sono presenti al completo fra le 33 nazioni rappresentate in gara da 698 atleti. Ben 30 gli italiani iscritti e, fra questi, una selezione azzurra ufficiale convocata sulla base dei risultati nelle precedenti tappe del circuito internazionale. Si tratta di Carlotta Avanzato (44), Matilda Avila, Chiara Palanca (48), Federica Silveri (52), Giovanna Fusco, Irene Pedrotti (57), Martina Esposito, Betty Vuk (70), Andrej Ferro, Gabriele Mazzetti (50), Luigi Centracchio, Flavio Frasca (60), Giovanni Zaraca (66), Kenny Komi Bedel, Andrea Spicuglia (73), Daniele Accogli, Gianluca Iudicelli (81), Enrico Bergamelli (90).

Veteran European Judo Championship, c’è un collegiale a Ostia

Ostia, 27 aprile 2017. In preparazione ai Campionati d’Europa Veterans in programma a Zagabria dal 15 al 18 giugno (vedi quì) è stato organizzato un allenamento collegiale a Ostia nel Centro Olimpico che si terrà sabato 13 maggio con orario 11-12.30 e 15.30-17. Chiunque intenda esprimere la disponibilità alla partecipazione alla gara per TEAM, è pregato di darne comunicazione preliminare a info@judoclubprato.it entro il 13 maggio.

 

Passaggio a Trieste e Bagnulo regala un’opportunità MGA

Trieste, 25 aprile 2017. Sessione straordinaria MGA a Trieste con il M° Bagnulo. Lunedì 24 aprile 2017 presso la palestra dell’ASD Sakura Dojo Trieste, sita all’interno del PalaRubini Alma Arena di Trieste (già PalaTrieste) dalle 19.00 alle 21.00 si è svolta una sessione straordinaria MGA con la Docenza del M° Giancarlo Bagnulo 7° Dan di Ju Jitsu in breve transito a Trieste in direzione Croazia. L’allenamento a titolo gratuito ha visto la presenza di una trentina di persone provenienti anche da altre zone del Friuli. Nonostante il poco preavviso e il periodo pre-festivo, è stata una bella occasione per praticare con il componente del Gruppo di Lavoro Attività Internazionale Ju Jitsu istituito dalla FIJLKAM e Docente MGA di alta caratura. La partecipazione a fronte dell’improvvisata e della poca capienza della palestra reperita in extremis, inizialmente era stata ristretta all’area di Trieste. A fronte dell’estensione ai praticanti provenienti dal Friuli, si è deciso di sviluppare la sessione anche in una delle palestre attigue, cosa che ha comportato un inusitato anda/rivieni tra i due locali da parte del Maestro Bagnulo. Molto soddisfatto il “padrone di casa”, il Fiduciario Regionale MGA Edoardo Reganzin che ha coordinato l’iniziativa. Ospite della serata il Delegato territoriale di Trieste Pierluigi Barbieri che ha tastato con mano la situazione difesa personale legata al Metodo Globale di Autodifesa. Presente in veste d’insegnante tecnico MGA anche il presidente regionale Valentini. Durante un intermezzo è stata consegnata in segno di ringraziamento al Maestro Bagnulo una copia del libro di Claudio Novajolli riferita alla storia del Judo a Trieste. Bagnulo, dopo aver sfogliato alcune pagine, ha subito apprezzato il taglio del libro fornendo a sua volta alcuni cenni storici sul Metodo Bianchi correlato al Ju Jitsu. Excursus concernente una delle discipline che hanno ispirato la realizzazione del MGA promosso dalla FIJLKAM. La serata si è conclusa allegramente in una pizzeria della zona dove parte del gruppo si è trasferito per festeggiare il Maestro e la simpatica moglie Paola.

Con 55 società sul podio, è record per il 35° Trofeo Città di Tolmezzo

Udine, 25 aprile 2017. Cinquecentosei atleti di sessantatre società da otto nazioni hanno celebrato i quarant’anni dell’attività del Judo Club Tolmezzo che, sabato e domenica a Villa Santina, ha organizzato la trentacinquesima edizione del Trofeo Città di Tolmezzo. E se festa si voleva che fosse, festa è stata. E non tanto per la bella affermazione regionale che, dopo tre anni di successi stranieri, ha riportato il trofeo in Italia con la Ginnastica Triestina al primo posto e tre udinesi subito dietro, Dlf Yama Arashi, Judo Club Tolmezzo, Sport Team Udine, quanto per la distribuzione incredibilmente ampia delle medaglie. Sono saliti sul podio atleti di 55 società diverse, per una copertura pari all’87% mai vista prima in una gara di judo. Eccellenza, per il Judo Club Tolmezzo, anche nel numero di medaglie d’oro conquistate, ben sei con Ana Vuk, Francesco Pasqui, Michele Mazzilis, Gaia Mari, Mattia Zarabara, Betty Vuk, inferiore soltanto alla vincitrice del trofeo, la Ginnastica Triestina, che di primi posti ne ha collezionati ben dieci. Questi tutti i primi posti degli atleti FVG. Ragazzi: Alessandro Diovier (Sport Team Udine), 27 kg; Luca Longo (A&R Trieste), 33 kg; Tiziano Danesin (Dlf Trieste), 50 kg; Nico Serafino (Sport Team Udine), 55 kg; Massimo Di Gennaro (Ginnastica Triestina), +55 kg; Vanessa Alzetta (Montereale), 27 kg; Diana Moraru (Dlf Trieste), 33 kg; Rossella Ruberti (A&R Trieste), 44 kg; Ana Vuk (Judo Tolmezzo), 52 kg; Esordienti A: Lucas Medau (Ginnastica Triestina), 36 kg; Samuel Santarsiero (Ginnastica Triestina), 45 kg; Francesco Pasqui (Judo Tolmezzo), 55 kg; Michele Mazzilis (Judo Tolmezzo), 60 kg; Irina Moraru (Dlf Trieste), 44 kg; Ilaria Cosenza (Kuroki Tarcento), 52 kg; Esordienti B: Manuel Medau (Ginnastica Triestina), 60 kg; Emma Stoppari (Ginnastica Triestina), 44 kg; Gaia Mari (Judo Tolmezzo), 48 kg; Veronica Toniolo (Ginnastica Triestina), 52 kg; Giulia Longo (A&R Trieste), 57 kg; Cadetti: Kail Basset (Dojo Sacile), 55 kg; Flavio Santin (Skorpion Pordenone), 60 kg; Ivan Grando (Skorpion Pordenone), 66 kg; Mattia Zarabara (Judo Tolmezzo), 90 kg; Giulia Italia De Luca (Ginnastica Triestina), 44 kg; Sofia Cittaro (Dlf Yama Arashi Udine), 52 kg; Jasmine Dene (Pol. Villanova), 70 kg; Betty Vuk (Judo Tolmezzo), +70 kg; Junior, Senior, Master femminile; Martina Loiacono (Dlf Yama Arashi Udine), 52 kg; Alessia Benvegnù (Ginnastica Triestina), 57 kg; Laura Scano (Dlf Yama Arashi Udine), 63 kg; Mariasole Momentè (Judo Azzanese), 70 kg; Junior maschile: Alvise Tomaselli (Ginnastica Triestina), 60 kg; Lorenzo Coceancigh (Dlf Yama Arashi Udine), 66 kg; Riccardo Moratti (Ginnastica Triestina), 73 kg; Francesco Contessi (Dlf Yama Arashi Udine), 81 kg; Mohammed Lahboub (Fenati Spilimbergo), +90 kg; Junior, Senior, Master maschile: Boris Gubiani (Kuroki Tarcento), 60 kg; Mohammed Lahboub (Fenati Spilimbergo), +90 kg

Grand Prix d’oro per Lorenzon (cadetti) e Medves (junior)

Atleti FVG in evidenza anche nella Dynamic Cup che si è disputata nel PalaCatania, prova di Grand Prix cadetti e juniores alla quale hanno partecipato 377 atleti (272 cadetti, 105 juniores). Questi i migliori piazzamenti. Cadetti: Francesco Cargnelutti (Dlf Yama Arashi Udine), 3° – 55 kg; Luca Pigozzo (Judo Club S.Vito), 2° – 90 kg; Gabriele Zilioli (Judo Tamai), 3° – +90 kg; Asia Lorenzon (Judo Tamai), 1° – 57 kg; Michelle Kamano (Dlf Yama Arashi Udine), 3° – 63 kg. Juniores: Nicola Mortal (Dlf Yama Arashi Udine), 3° – 81 kg; Carlotta Finotto (Dojo Udine), 5° – 52 kg; Alessia Finotto (Dojo Udine), 2° – 57 kg; Giada Medves (Dlf Yama Arashi Udine), 1° – 63 kg.

Il Judo Tolmezzo festeggia i 40 anni e sposta il 35° Trofeo a Villa Santina

Udine, 19 aprile 2017. È festa grande per il Judo Club Tolmezzo, che saluta i suoi primi quarant’anni di attività in occasione della presentazione dell’evento che organizza sabato 22 e domenica 23 aprile, il Trofeo internazionale Città di Tolmezzo, giunto alla 35esima edizione. Otto lustri di vita per una società valorosa e ben radicata sul territorio, presieduta oggi da Anna Miniggio, tecnico di judo con laurea in scienza motorie, componente la consulta del judo regionale, che ormai da qualche anno ha affiancato il padre Lorenzo, insegnante storico del club tolmezzino. La manifestazione, che è stata presentata nella sala consiliare del Comune di Tolmezzo, si svolgerà nel Palazzetto dello Sport a Villa Santina e che, nonostante la concomitanza con il Grand Prix nazionale per cadetti e juniores a Catania, oltre ai campionati d’Europa senior a Varsavia, ha annuncia una partecipazione che supera ancora una volta i quattrocento atleti provenienti da sette nazioni, Austria, Slovenia, Croazia, Ungheria, Slovacchia, Malta ed Italia. A candidarsi per la conquista del 35esimo trofeo c’è, prima di tutti, lo Sport Team Udine che ha iscritto ben 47 atleti con l’auspicio di ottenere un primato che, nelle ultime tre edizioni, è sempre stato appannaggio di club non italiani, Sankaku Celje (2014), Ura Nage Dubrovnik (2015), LV Salzburg (2016). Agguerriti anche i torinesi del Kumiai, con 35 atleti, ma è bene tenere d’occhio anche i cadetti sloveni del Sankaku, nonostante siano soltanto in tredici sono capaci di qualsiasi impresa. L’impegno organizzativo non distoglierà l’attenzione dal tatami per i ventuno atleti del Judo Club Tolmezzo che saranno impegnati anche nella gara, che vedrà impegnati Ragazzi ed Esordienti A il sabato, con inizio alle 16 e le classi Esordienti B, Cadetti, Junior, Senior e Master la domenica con inizio alle 10.

Notizie Judo Tolmezzo. Una serata dedicata alla presentazione della 35^ edizione del Trofeo internazionale di Judo “Città di Tolmezzo” ed al 40° anno di attività del Judo Club Tolmezzo si è tenuta mercoledì 19 Aprile. Nella prestigiosa sala consiliare, il Sindaco Francesco Brollo ha accolto, assieme ai dirigenti del Judo Club Tolmezzo ed all’Assessore alle Politiche Sociali Fabiola De Martino, il Sindaco del Comune di Villa Santina Romano Polonia, l’Assessore allo Sport del Comune di Villa Santina Marco Masieri, Dario Iuri in rappresentanza dell’Unione Territoriale Intercomunale del Friuli Centrale e Lino Not. Graditissima la presenza di Monsignor Don Angelo Zanello, del Vice-Presidente del Comitato Regionale FIJLKAM FVG Sandro Scano e del Presidente del Centro Regionale Sportivo Libertas FVG Bernardino Ceccarelli. Pieno accordo tra tutti i presenti c’è stato sull’intento e la necessità di collaborazione tra persone e tra istituzioni. Lo Sport in questo è stato preso come esempio e l’organizzazione del 35° Trofeo “Città di Tolmezzo” nel nuovo Palazzetto dello Sport di Villa Santina è testimonianza dell’unione territoriale possibile e necessaria per lo sviluppo della nostra zona. I dati preannunciati riguardo la gara in programma nei giorni sabato 22 e domenica 23 vedono la partecipazione di circa cinquecento atleti provenienti da Italia, Austria, Slovenia, Croazia, Malta, Slovacchia, Polonia ed Ungheria. Nei prossimi giorni verranno pubblicati gli elenchi degli iscritti.

Riunione Società FIJLKAM Trieste (Sala Giunta Coni, 18 aprile 2017)

Trieste, 19 aprile 2017. Si è tenuta ieri, martedì 18 aprile, la prima riunione delle Società FIJLKAM della ‘provincia’ di Trieste indetta dal Delegato Pierluigi Barbieri che ha presentato una fotografia della situazione attuale (vedi documento allegato) e ha stimolato un confronto su percorsi e proposte di attività e condivisione. Il verbale di relazione sull’incontro è già stato trasmesso a tutti i presenti e sarà prontamente pubblicato appena approvato e/o completato, in ogni caso entro 24 ore.

La Direzione Tecnica Nazionale per Attività Internazionale Juniores incontra Tecnici e Società Judo

Ostia, 18 aprile 2017. In occasione dei prossimi Campionati Italiani Juniores, in programma a Ostia/RM nei giorni 06 e 07 maggio p.v., si comunica che la Direzione Tecnica Nazionale avrà il piacere di incontrare tutti i Tecnici delle Società Sportive interessate e già presenti per la gara, il giorno venerdì 05 maggio alle ore 19.00 presso l’Aula Magna del Centro Olimpico FIJLKAM “Matteo Pellicone” per illustrare il percorso dell’attività internazionale della Classe Juniores dell’anno 2017.

A Kufstein brilla l’oro di Rossit

Tamai, 17 aprile 2017. Una Pasquetta sugli scudi è stata quella della Polisportiva Tamai sezione Judo che, a Kufstein in Austria, ha conquistato medaglie pesanti in un torneo che ha registrato la partecipazione di Austria, Germania, Ungheria, Repubblica Ceka, Croazia, Italia ed Ucraina. La trasferta in terra austriaca è stata programmata quale rifinitura in preparazione del Gran Prix a Catania nel prossimo sabato e domenica (22-23 aprile) e ha fornito ottime indicazioni. Addiritttura strepitosa è stata la gara di Nicolò Rossit nei 55 kg under 16 che, dopo aver liquidato un ungherese al primo incontro ed un austriaco in semifinale, ha superato in finale al golden score un forte atleta tedesco. Altalenante è stata invece la gara di Giulia Boscaia nei 63 kg under 16, che è riuscita ad agguantare una medaglia d’argento dopo un avvio non proprio esaltante, mentre Asia Lorenzon si è resa protagonista di una bella prova nei 57 kg under 18 dopo essere stata sconfitta, ma solo in finale e di misura da un’atleta ugherese. Prova positiva, pur senza medaglia, per il peso massimo Gabriele Zilioli che ha gareggiato nei +90 kg under 18 e dopo aver superato due tedeschi si è dovuto arrendere di misura di fronte ad un forte atleta ucraino e ad un altro, ungherese.

Il mongolo Khashbaatar fra i campioni dello Skorpion Stage a Piancavallo

Udine, 12 aprile 2016. Ci sono i grandi campioni e, con loro, ci sono anche centinaia di atleti provenienti da diverse nazioni che, per diventare campioni, ce la mettono tutta e si impegnano al massimo. In tutto, sono circa cinquecento gli atleti che saranno presenti allo Stage dello Skorpion, al via giovedì 13 aprile nel Palaghiaccio a Piancavallo per la sua trentatreesima edizione coniugata, ormai da 23 anni con lo Skorpion Stage Ragazzi, riservato alle classi comprese fra il 2006 ed il 2010. E per la macchina organizzativa dello Skorpion Pordenone si tratta di uno sforzo importante, gestito con cura e professionalità, che nel corso degli anni è stata sempre ripagata dalla soddisfazione dei tantissimi che vi partecipano. Allo stage, che si concluderà il pomeriggio di domenica 16, saranno presenti i russi campioni olimpici a Londra 2012, Arsen Galstyan e Tagir Khaibulaev, oltre Sirazhudin Magomedov, i grandi tecnici italiani Michele Monti, Riccardo Caldarelli, Cinzia Cavazzuti, Donata Burgatta, Fabrizio Chimento, Marco Caudana e gli ospiti speciali, il trentatreenne mongolo Tsagaanbaatar Khashbaatar, già campione del mondo nel 2009 e Mario Paez Villarreal, responsabile tecnico dell’Indereq, scuola messicana dei talenti sportivi. A coinvolgere Villarreal in quest’esperienza è stato Giancarlo Pizzinato, Maestro che lo Skorpion l’ha fondato, portato ai massimi livelli e, da qualche anno, segue dal Messico. Ed al 33° Stage dello Skorpion ci sono i campioni, ci sono centinaia di atleti, ma soprattutto c’è Giancarlo Pizzinato.