vai al vecchio sito

Day 3 marzo 2017

Addio Maestro! Shoji Sugiyama si è spento a Torino

Ostia, 3 marzo 2017. Si è spento a Torino il Maestro Shoji Sugiyama, molto apprezzato in tutto il mondo, figura di riferimento per il judo italiano e per l’European Judo Union, per i quali ricopriva incarichi di assoluto rilievo. Nato a Shizuoka il 4 aprile 1933, aveva 84 anni. Soltanto quindici giorni fa la FIJLKAM gli aveva tributato, con il nono dan, un segno di piena e totale riconoscenza e nessuno, meglio dello stesso Maestro Sugiyama, è in grado di regalare con la stessa efficacia la sintesi di una vita meravigliosa. “Fu proprio mentre stavo risalendo la china e i dirigenti del Judo della mia regione nutrivano nuovamente speranze sul mio futuro agonistico che fui convocato dal Maestro Mochizuki. Continuava a ricevere inviti per andare ad insegnare all’estero, ma non poteva più aderire per problemi di lavoro e di famiglia. Fu così che mi chiese (in Giappone equivaleva a un ordine) di andare in Francia per un paio d’anni a insegnar Judo e Aikido. Per questo motivo mi promosse 6° dan di questa specialità. Rimasi in Francia per circa un anno e mezzo, a Parigi e Versailles, ma di frequente mi recavo anche in varie località del paese per fare stage. Nella primavera del 1959 mi recai anche sulla Costa Azzurra, a Cannes e a Nizza, dove un giorno per strada incontrai il mio nuovo destino, un giovane che si presentò: era Piercarlo Capelli, studente innamorato del Judo, che parlava un po’ di giapponese. Mi invitò a Torino, una città che non avevo mai sentito nominare e che mi fece poi l’effetto di un “paesone”. Non era certo Parigi. Mi recai così a Torino per due settimane di stage e poi mi fu proposto anche di trasferirmi per un anno. Accettai. La mia intenzione era di tornare a Parigi, che comunque esercitava su di me un certo fascino e poi via, in Giappone, a casa. Dopo un anno di lavoro alla società Ginnastica Magenta però, i miei allievi non vollero lasciarmi ripartire, al punto che fondarono una palestra per me: Doyukai. Vi rimasi per quattro anni. Poi mi resi indipendente e realizzai la mia palestra il Dojo Sugiyama Torino, e mi creai una famiglia, allietata dalla nascita da tre splendidi figli” (Tratto dal libro “Sugiyama Shoji  IL MAESTRO  Genesi di un’Emozione”). Sentite condoglianze alla famiglia del Maestro Shoji Sugiyama.

I funerali si svolgeranno martedi 7 marzo. Camera ardente, lunedì 6 (13-16) e martedì 7 (8-14.30) nell’Ospedale Giovanni Bosco (via Pergolesi 30). Benedizione alle 15.25 nel Cimitero Monumentale di Torino (Corso Novara, 135).

Si informa che Cataldo Darcangelo ha messo a disposizione il suo indirizzo email federale ed il suo cellulare per raccogliere messaggi di cordoglio per il Maestro: cell.335.5681760 – email: darcangelocataldo@fijlkam.it

Il Dojo Sacile organizza Criterium ed un’iniziativa benefica per le zone terremotate

Udine, 3 marzo 2017. La grande festa del Criterium Giovanissimi FVG è pronta per riprendere il percorso gioioso ed appassionato che nel 2016 ha caratterizzato il circuito con tremila presenze e ben ottomila complessive nell’intero quadriennio scorso. È proprio il Criterium ciò che rappresenta al meglio il piacere di stare insieme, di condividere per costruire, collaborare ed impegnarsi per tutti. Sempre con il sorriso. Il primo appuntamento con il Criterium Giovanissimi 2017 è per domenica 5 marzo nel PalaMicheletto a Sacile, dove sono attesi quasi 550 bambini. L’inizio della manifestazione è in programma alle 9 con la classe 2006 e si completa con il ritrovo della fascia più giovane, quella nata negli anni 2010-2011. L’evento, organizzato dal Dojo Sacile e coordinato da Lucia Giust, metterà alla prova la squadra dei volontari del club diretto da Andrea Piccinini e registrerà anche la presenza di Sandro Scano, neo-eletto Vicepresidente regionale per il judo, che sosterrà la lodevole iniziativa attuato dal Dojo Sacile che, dopo aver aderito al comitato “Sacile per Amatrice” con una significativa raccolta fondi, ne attua una nuova a sostegno degli agricoltori nelle zone terremotate devolvendo 1 euro per ogni bambino iscritto. L’importo sarà impiegato per l’acquisto di foraggi e mangimi per animali.