vai al vecchio sito

Month marzo 2017

Alternanza Scuola Lavoro con il Karate a Trieste

Trieste, 31 marzo 2017. La Karate Do Trieste della Maestra Anna Devivi, recentemente inserita tra i collaboratori tecnici nazionali FIJLKAM, ha stipulato una convenzione riferita all’adesione al progetto obbligatorio statale triennale denominato “ALTERNANZA SCUOLA LAVORO”. Il progetto da poco ufficialmente sottoscritto presso il Liceo Classico e Linguistico Statale “Francesco Petrarca” di Trieste, vuole inserire i ragazzi delle superiori, parallelamente alla scuola, nell’ambiente lavorativo tramite stage e compartecipazioni di carattere pratico, amministrativo e didattico. Un’altra bella iniziativa che va ad aggiungersi al ventaglio di opportunità che la federazione mette a disposizione del contesto scolastico e non solo, grazie all’impegno proferito dai propri insegnanti tecnici, funzionale al favorire l’avvicinamento verso le proprie discipline

Karate: Spostamento Campionato Italiano Esordienti B

Ostia, 30 marzo 2017. Per sopraggiunte problematiche di carattere logistico-organizzative  ci vediamo costretti a spostare il Campionato Italiano Esordienti B di Kumite, previsto in data 24.25 giugno 2017 presso il PalaPellicone, in data 07.08 ottobre 2017 presso il “Play Hall” di Riccione. La Fase Regionale di Qualificazione è fissata in data 16 settembre 2017 contestualmente a quella del Campionato Italiano Juniores di Kumite. Come di consueto sarà successivamente pubblicata sul sito federale l’informativa della gara. Scusandoci per gli eventuali disagi occorsi, porgiamo cordiali saluti.

Partito a Trieste il Corso Regionale Aggiornamento MGA 2017

Trieste, 26 Marzo 2017. È partito il corso di aggiornamento 2017 per il Metodo Globale di Autodifesa e lo ha fatto nella palestra del Dopolavoro Ferroviario Judo a Trieste, che ha ospitato la prima Sessione riservata al primo e secondo livello. Il primo corso del nuovo Quadriennio Olimpico ha registrato una forte presenza di tecnici regionali che hanno riempito il tatami della storica struttura sportiva. Chiuse le operazioni di verifica dei presenti, la sessione è stata ufficialmente aperta dal neo presidente regionale, intervenuto eccezionalmente in veste di docente MGA. Dopo il saluto ai convenuti formulato a nome del Comitato Regionale, si è tenuta una sorta di passaggio delle consegne con Edoardo Reganzin, da pochi giorni nominato Fiduciario Regionale. Reganzin, tecnico del Sakura Ryu Trieste e veterano del Team Regionale MGA, è 4° Dan di Judo e Ju Jitsu e, con l’occasione, è stato presentato anche Pierluigi Barbieri, a sua volta nominato Delegato Provinciale per Trieste. Con una sobria cerimonia sono stati consegnati i diplomi attesi da alcuni corsisti e poi è stata avviata la prima parte della sessione dedicata alla teoria, in cui si è parlato di legittima difesa solidaristica. Un concetto questo, che contempla la possibilità d’intervento di terze persone, in difesa da aggressioni diversificate. La solidarietà, espressione semplice riferita al supporto in caso di necessità, considera l’assunzione personale di responsabilità nei confronti della dignità di ogni essere umano. Espressione utilizzata nel 1946 da Giorgio La Pira, uno dei Padri della nostra Costituzione. Successivamente sono stati ripresi i temi tipici del MGA legate agli aspetti psicologici e giuridici, cui è seguito un dibattito in cui sono state portate esperienze dirette in ambito MGA. La mattinata quindi, si è completata con le esempi tecnici di difesa solidale e varie applicazioni. L’aggiornamento ha coinvolto anche Luisa Tonetto, Tenente della Polizia Locale a Trieste, che è stata invitata ad illustrare le novità legali connesse all’uso per legittima difesa degli spray urticanti al peperoncino sia nell’ambito civile, che quello rivolto alle Forze dell’Ordine. Sicuramente un principio di collaborazione da valorizzare ulteriormente. La parte conclusiva della sessione è stata dedicata ai temi tecnici con accenni anche al Terzo Livello, concludendo con il ringraziamento al DLF Judo Trieste per la consueta disponibilità e collaborazione.

A Montereale Valcellina vince lo Sport Team Udine

Udine, 20 marzo 2017. Sport Team Udine, Ginnastica Triestina e Polisportiva Montereale sono salite nell’ordine sul podio delle Società in occasione del 2° Trofeo Montereale Valcellina cui hanno partecipato 167 atleti di 24 società. La manifestazione, organizzata dalla Polisportiva Montereale, ha coinvolto le classi degli Esordienti A, B e Cadetti distribuendo complessivamente 45 medaglie d’oro, 36 d’argento, 43 di bronzo.

Promosse le coppie italiane all’EJU Kata Tournament a Pordenone

Udine, 13 marzo 2017. Italia in grande evidenza a Pordenone, in occasione dell’EJU Kata Tournament che ha registrato la partecipazione di 34 coppie da 8 nazioni. Sul podio, nei cinque kata in gara, sono salite quindici coppie di cinque nazioni diverse, ben dieci italiane per tre medaglie d’oro con Mauro Collini e Tommaso Rondinini (Nage no kata), Andrea Giani Contini e Cesare Amorosi (Kime no kata) e Marika Sato e Fabio Polo (Kodokan goshin jutsu), cinque hanno messo al collo la medaglia d’argento e due quella di bronzo. A seguire due coppie tedesche, per l’oro nel Ju no kata con Wolfgang Dax Romswinkel ed Ulla Loosen ed un terzo posto, il Belgio, primo nel Katame no kata con Nicolas Gillon e Jean Philippe Gillon, per concludere con due terzi posti a gratificare le coppie di Spagna e Croazia. Questo il dettaglio delle medaglie assegnate, i risultati completi sono pubblicati nell’area riservata.

Nage no kata (7): 1) Mauro Collini-Tommaso Rondinini (Ita); 2) Stefano Cesana-Tommaso Campanella (Ita); 3) Matteo Martini-Alberto Gainelli (Ita)

Katame no kata (8): 1) Nicolas Gillon-Jean Philippe Gillon (Bel); 2) Valter Sella-Sergio Rizzo (Ita); 3) Juan Pedro Goicoechandia-Roberto Villar Aguilera (Esp)

Ju no kata (8): 1) Wolfgang Dax Romswinkel-Ulla Loosen (Ger); 2) Giovanni Tarabelli-Angelica Tarabelli (Ita); 3) Laura Bugo-Carlotta Checchi (Ita)

Kime no kata (5): 1) Andrea Giani Contini-Cesare Amorosi (Ita); 2) Antonio Mavilia-Giovanni Gandolfo (Ita); 3) Enrico Tommasi-Giulio Gainelli (Ita)

Kodokan goshin jutsu (6): 1) Marika Sato-Fabio Polo (Ita); 2) Maurizio Calderini-Ubaldo Volpi (Ita); 3) Astrid Machulik-Marcus Nietner (Ger)

Judo-week end: in agenda Pordenone, Conegliano, Zagabria, Uster, Baku e Genova

Udine, 10 marzo 2017. È un fine settimana particolarmente impegnativo quello in programma per sabato 11 e domenica 12 marzo nei calendari nazionale ed internazionale di judo. Appuntamento doppio è quello allestito a Pordenone, dov’è in programma sia il Grand Prix nazionale di kata nella giornata di sabato e l’EJU Kata Tournament per domenica, al quale sono iscritte 33 coppie di sette nazioni e l’Italia è rappresentata da 38 specialisti, Stefano Cesana, Tommaso Rondinini, Edoardo Rizzo, Alberto Gainelli, Mauro Collini, Tommaso Campanella, Matteo Martini, Luigi Rizzo (Nage no kata), Valter Sella, Pietro Corcioni, Eugenio Ancona, Francesco Bruno, Sergio Rizzi, Ermanno Ancona (Katame no kata), Luca Benelli, Laura Bugo, Marco Calugi, Angelica Tarabelli, Roberto Bibolotti, Giovanni Tarabelli, Carlotta Checchi, Martina Calugi (Ju no kata), Antonio Mavilia, Andrea Giani Contini, Giulio Gainelli, Fabrizio Francisci, Enrico Tommasi, Giovanni Gandolfo, Cesare Amorosi, Stefano Proietti (Kime no kata), Marco Dotta, Michele Capparella, Ubaldo Volpi, Fabio Polo, Gianluca Dalla Valentina, Marco Durigon, Marika Sato, Maurizio Calderini (Kodokan goshin jutsu). Conegliano attende invece i partecipanti alla prova valida per il Grand Prix nazionale riservato agli junior-senior, costituita dal 30° Torneo Judo Vittorio Veneto. Sono 32 le nazioni e 844 gli atleti iscritti invece, nell’European Cadet Cup in programma a Zagabria sabato 11 e domenica 12 marzo ed il numero degli atleti italiani in gara è il più alto, ben 83, cifra che supera anche la Croazia padrona di casa, che ne conta 75. Partecipazione italiana molto numerosa anche ad Uster-Zurich, dove sabato e domenica si disputa l’European Cup Senior, 30 nazioni con 249 atleti, e gli italiani sono 41. Non ci sono italiani invece a Baku, dove inizia oggi un Grand Slam con 183 atleti di 31 nazioni. L’agenda del fine settimana è completata dal Torneo Master della Lanterna, appuntamento valido per il circuito tricolore riservato alla classe Master in programma domenica a Genova.

Il Dojo Sacile esalta il Criterium 2017, medaglia d’oro per 173 giovanissimi

Udine, 6 marzo 2017. Con la partecipazione di 548 atleti appartenenti a 33 club è partita dal PalaMicheletto a Sacile l’edizione 2017 del Criterium Giovanissimi FIJLKAM FVG. La manifestazione dal carattere promozionale è stata resa particolarmente coinvolgente dalla diversificazione delle attività che hanno impegnato sei classi d’età, dai sei agli undici anni, con la collaborazione diretta dei tecnici delle società e gestite con ordine dalla brillante organizzazione del Dojo Sacile con il supporto dello Staff regionale. Ben centosettantatre le medaglie d’oro assegnate complessivamente nel Sacile Grand Prix, che per 50 giovanissimi della provincia di Pordenone hanno portato i primi punti alla classifica del circuito 2017 e che, al termine delle prove in programma, individuerà i migliori atleti dell’anno nelle singole classi, stimolando, motivando e, soprattutto, divertendo ognuno. Ha ottenuto un buon successo anche l’iniziativa benefica a sostegno degli agricoltori colpiti dal recente terremoto, attivata con una raccolta fondi finalizzata all’acquisto di foraggi e mangimi per i loro animali. “Al termine di questa giornata – ha detto Lucia Giust, tecnico del Dojo Sacile e referente per l’iniziativa – io mi porto a casa la cosa più bella: 548 firme ognuna delle quali corrisponde ad un sorriso che ogni bambino ha voluto donare a me! La loro felicità vale più di qualsiasi altra cosa. Un ringraziamento speciale a tutti i fantastici volontari del Dojo Sacile senza i quali non sarebbe potuto accadere tutto questo”. Le firme, che sono state poste su un poster murale, sono quelle di tutti i partecipanti alla tappa Criterium, cui si sono aggiunte quelle di tecnici e genitori che hanno partecipato spontaneamente all’iniziativa.

Argento di Kenny Bedel in European Cadet Cup ad Antalya

Udine, 5 marzo 2017. Secondo posto per il pordenonese Kenny Bedel nell’European Cadet Cup ad Antalya, torneo con 362 atleti di 18 nazioni. Con quattro nette vittorie, ottenute su Rustam Baktybek (Kyr), Daulet Khabibullayev (Kaz), Gustavo Siqueira (Bra) e Guilherme Schimidt (Bra), Kenny Bedel ha guadagnato la finale dei 73 kg, dov’è stato superato dal turco Muhammet Koc. “Sono soddisfatto – ha detto Kenny Bedel – perché sono riuscito a superare un avvio piuttosto teso e contratto, poi ho trovato il giusto ritmo di gara ed in semifinale ho vinto anche con il Schimidt, brasiliano molto forte. In finale me la sono giocata alla pari con Koc, ho sentito che ce la potevo fare, ma alla fine mi ha piazzato un waza ari e ha vinto lui”. Sul podio, assieme alla medaglia d’oro per Koc ed all’argento per l’italiano Bedel, sono saliti il turco Ahmet Cuhadar ed il brasiliano Guilherme Schimidt.

Addio Maestro! Shoji Sugiyama si è spento a Torino

Ostia, 3 marzo 2017. Si è spento a Torino il Maestro Shoji Sugiyama, molto apprezzato in tutto il mondo, figura di riferimento per il judo italiano e per l’European Judo Union, per i quali ricopriva incarichi di assoluto rilievo. Nato a Shizuoka il 4 aprile 1933, aveva 84 anni. Soltanto quindici giorni fa la FIJLKAM gli aveva tributato, con il nono dan, un segno di piena e totale riconoscenza e nessuno, meglio dello stesso Maestro Sugiyama, è in grado di regalare con la stessa efficacia la sintesi di una vita meravigliosa. “Fu proprio mentre stavo risalendo la china e i dirigenti del Judo della mia regione nutrivano nuovamente speranze sul mio futuro agonistico che fui convocato dal Maestro Mochizuki. Continuava a ricevere inviti per andare ad insegnare all’estero, ma non poteva più aderire per problemi di lavoro e di famiglia. Fu così che mi chiese (in Giappone equivaleva a un ordine) di andare in Francia per un paio d’anni a insegnar Judo e Aikido. Per questo motivo mi promosse 6° dan di questa specialità. Rimasi in Francia per circa un anno e mezzo, a Parigi e Versailles, ma di frequente mi recavo anche in varie località del paese per fare stage. Nella primavera del 1959 mi recai anche sulla Costa Azzurra, a Cannes e a Nizza, dove un giorno per strada incontrai il mio nuovo destino, un giovane che si presentò: era Piercarlo Capelli, studente innamorato del Judo, che parlava un po’ di giapponese. Mi invitò a Torino, una città che non avevo mai sentito nominare e che mi fece poi l’effetto di un “paesone”. Non era certo Parigi. Mi recai così a Torino per due settimane di stage e poi mi fu proposto anche di trasferirmi per un anno. Accettai. La mia intenzione era di tornare a Parigi, che comunque esercitava su di me un certo fascino e poi via, in Giappone, a casa. Dopo un anno di lavoro alla società Ginnastica Magenta però, i miei allievi non vollero lasciarmi ripartire, al punto che fondarono una palestra per me: Doyukai. Vi rimasi per quattro anni. Poi mi resi indipendente e realizzai la mia palestra il Dojo Sugiyama Torino, e mi creai una famiglia, allietata dalla nascita da tre splendidi figli” (Tratto dal libro “Sugiyama Shoji  IL MAESTRO  Genesi di un’Emozione”). Sentite condoglianze alla famiglia del Maestro Shoji Sugiyama.

I funerali si svolgeranno martedi 7 marzo. Camera ardente, lunedì 6 (13-16) e martedì 7 (8-14.30) nell’Ospedale Giovanni Bosco (via Pergolesi 30). Benedizione alle 15.25 nel Cimitero Monumentale di Torino (Corso Novara, 135).

Si informa che Cataldo Darcangelo ha messo a disposizione il suo indirizzo email federale ed il suo cellulare per raccogliere messaggi di cordoglio per il Maestro: cell.335.5681760 – email: darcangelocataldo@fijlkam.it

Il Dojo Sacile organizza Criterium ed un’iniziativa benefica per le zone terremotate

Udine, 3 marzo 2017. La grande festa del Criterium Giovanissimi FVG è pronta per riprendere il percorso gioioso ed appassionato che nel 2016 ha caratterizzato il circuito con tremila presenze e ben ottomila complessive nell’intero quadriennio scorso. È proprio il Criterium ciò che rappresenta al meglio il piacere di stare insieme, di condividere per costruire, collaborare ed impegnarsi per tutti. Sempre con il sorriso. Il primo appuntamento con il Criterium Giovanissimi 2017 è per domenica 5 marzo nel PalaMicheletto a Sacile, dove sono attesi quasi 550 bambini. L’inizio della manifestazione è in programma alle 9 con la classe 2006 e si completa con il ritrovo della fascia più giovane, quella nata negli anni 2010-2011. L’evento, organizzato dal Dojo Sacile e coordinato da Lucia Giust, metterà alla prova la squadra dei volontari del club diretto da Andrea Piccinini e registrerà anche la presenza di Sandro Scano, neo-eletto Vicepresidente regionale per il judo, che sosterrà la lodevole iniziativa attuato dal Dojo Sacile che, dopo aver aderito al comitato “Sacile per Amatrice” con una significativa raccolta fondi, ne attua una nuova a sostegno degli agricoltori nelle zone terremotate devolvendo 1 euro per ogni bambino iscritto. L’importo sarà impiegato per l’acquisto di foraggi e mangimi per animali.