vai al vecchio sito

Day 12 febbraio 2017

Argento per Vuk, bronzo per Bedel in European Cup U18 a Follonica

Follonica, 12 febbraio 2017. Due medaglie, una d’argento l’altra di bronzo, sono andate al collo dei friulani Betty Vuk e Kenny Komi Bedel a Follonica, nell’European Cadet Cup che ha registrato la partecipazione di 509 atleti da 27 nazioni. Si tratta di un risultato importante, perché è stato ottenuto in un torneo del circuito europeo, ma anche per com’è stato conquistato, con una condotta di gara eccellente da parte di entrambi. Per la sedicenne portacolori del Judo Club Tolmezzo, che proprio l’anno scorso a Follonica conquistò il terzo posto e la sua prima medaglia in European Cup, il miglioramento è stato sensibile, approdando alla finale dei 70 kg con tre nette vittorie. “L’European Cup a Follonica – ha detto Betty Vuk – rappresenta quest’anno l’inizio della scalata verso gli Europei, ma devo dire che nonostante sia stata la prima tappa del circuito, ho trovato il livello davvero molto alto. Certo, rimane anche l’amarezza per una finale che si è conclusa troppo presto con la napoletana Martina Esposito, ma è uno stimolo per lavorare ancora di più e meglio, perché alla prossima il gradino più alto deve essere mio”. Kenny Komi Bedel, pordenonese della Polisportiva Villanova, ha disputato invece ben sette combattimenti nei 73 kg mettendo in gioco, fra l’altro, una condizione fisica eccellente che gli ha permesso di incassare sei vittorie, sempre molto nette, ippon sull’israeliano Gev, tre waza ari sull’austriaco Wagner, ancora waza ari sullo sloveno Brod e poi, dopo la sconfitta con il russo Matveev si è rimesso in moto con l’ippon all’ungherese Toth, ancora ippon al ceko Mesko e, per il bronzo, waza ari al vincitore del Trofeo Alpe Adria a Lignano, Alessandro Magnani del Kyu Shin Do Kai Parma. A Follonica hanno gareggiato anche Francesco Cargnelutti del Dlf Yama Arashi Udine nei 55 kg, Mattia Zarabara del Judo Club Tolmezzo nei 90 kg, Giulia Italia De Luca (44 kg) e Cristina Visentin (48) della Ginnastica Triestina ma, per tutti e quattro, l’esperienza si è limitata ad un incontro soltanto. Per l’Italia, complessivamente, il risultato dell’European Cadet Cup a Follonica è stato eccellente e con il contributo di Betty Vuk e Kenny Komi Bedel il medagliere ha registrato tre primi, tre secondi e tre terzi posti, per un secondo posto nel medagliere dietro la Russia.