vai al vecchio sito

Day 24 ottobre 2016

Aggiornamento regionale MGA a Spilimbergo

Trieste, 24 ottobre 2016. Il Judo Club Fenati di Spilimbergo ha ospitato la 2^ Sessione del Corso di Aggiornamento Regionale MGA (Metodo Globale Autodifesa) per Insegnanti Tecnici del C.R. FIJLKAM FVG abilitati al 1° e 2° Livello. Buona frequenza di partecipanti, nonostante la maggioranza dei tecnici regionali abbia partecipato alla 1^ Sessione realizzata in aprile a Trieste. Gli intervenuti hanno beneficiato delle ultime novità riferite a questo importante progetto federale, evidenziate dalla Commissione Nazionale durante il Meeting Nazionale effettuato a giugno presso il Centro Olimpico Matteo Pellicone di Ostia.

Subito dopo le operazioni di registrazione, il corso si è aperto con il saluto ai partecipanti e la consegna dei diplomi federali riferiti ai passaggi di livello sostenuti da alcuni intervenuti. La mattinata è proseguita con la parte teorica durante la quale il fiduciario ha esplicato gli appunti sull’ultimo raduno federale centrale. I presenti hanno seguito e disquisito con interesse sui temi correlati agli aspetti psicologici concernenti la cosiddetta “Difesa Solidale”. Particolare attenzione è stata data a meccanismi e fenomeni di “Conformismo sociale”, “Effetto spettatore”, “Ignoranza Pluralistica” e “Diffusione della Responsabilità”, magistralmente indicati al meeting nazionale dalla corregionale Dott.ssa Marianna Pertoldi. Rappresentati anche parte degli aspetti legali correlati alla legittima “Difesa Solidaristica” e relativi comportamenti da adottare quando s’interviene legalmente in difesa di persone “terze”. Data la presenza di alcuni corsisti nel delicato ambiente scolastico, sono stati descritti anche elementi base e contenuti relativi alla bozza di programma intitolato: “La FIJLKAM nella Scuola: Metodo Globale Autodifesa – informazione, educazione, prevenzione e sicurezza”. L’ultima parte della mattinata è stata infine dedicata al ripasso degli elementi pratici tipici del MGA.

Nel pomeriggio dopo i cenni su prevenzione e tecniche assertive dirette a far desistere l’assalitore, si è passati alle tecniche di difesa da percussioni, prese al corpo, leve articolari, combattimento e bloccaggio a terra. Il fiduciario ha ribadito più volte le difficoltà volte a ricreare situazioni reali che comportano reazioni psico-fisiche legate alla paura non ricostruibili in palestra. Tali risposte fisiologiche legate allo stress da sopravvivenza possono infatti inibire notevolmente, quando non bloccare del tutto, le capacità di reazione e performance anche nei cosiddetti esperti. Un tema da esplicare con opportuni adattamenti anche ai neofiti, al fine di evitare lo sviluppo di falsi sensi di sicurezza e miti d’invincibilità che non rispecchiano affatto il messaggio indicato dal MGA.

Il corso si è chiuso con il ringraziamento ai convenuti e alla dirigenza del Club Fenati che ha concesso lo svolgimento dell’ultima sessione di aggiornamento regionale MGA del Quadriennio Olimpico.

Claudio Valentini (Fiduciario MGA)

20161022_mga-spilimbergo