vai al vecchio sito

Month marzo 2016

Presentata a Udine l’European Cup junior/Trofeo Tarcento, già iscritte 25 nazioni e 476 atleti

Udine, 30 marzo 2016. Sono già venticinque le nazioni che hanno aderito all’European Cup Juniores in programma a Lignano Sabbiadoro il 9-10 aprile prossimi, ben 476 gli atleti, ma sono numeri destinati ad incrementare. A dirlo è stato Giuliano Casco, il presidente del Judo Kuroki Tarcento, in occasione della presentazione della manifestazione che si è tenuta nella sede della Getur a Udine alla presenza di Giancarlo Cruder. ”La Getur segue con particolare attenzione l’attività sportiva – ha detto il presidente Getur – e questo importante torneo incontra nel villaggio un contesto ideale, difficile da trovare altrove“. Ma l’European Cup Junior, una delle dodici tappe europee dell’IJF World Tour per la classe under 21, è anche il Trofeo Tarcento, che in questa occasione disputerà l’edizione numero 34. ”Il Trofeo è nato con il Judo Kuroki, segnando la vita sportiva di tutti i nostri atleti. – ha detto il consigliere federale e DT del Judo Kuroki, Stefano Stefanel – Siamo consapevoli che in vetrina non c’è solo il Judo Kuroki e vogliamo onorare al meglio questo impegno, praticamente una settimana che da venerdì 8 aprile, con gli esami ai 17 candidati per arbitro continentale, fino a mercoledì 13, con lo stage che segue la gara“. A sostenere l’impegno maggiore saranno gli atleti, chiamati a confrontarsi ad un livello indubbiamente alto con la partecipazione di squadre quali Brasile, Argentina, Israele, mentre l’Italia vanta comprensibilmente il più alto numero di atleti in gara, ben 116, con 68 nelle categorie maschili e 48 in quelle femminili. Sette gli atleti del Friuli Venezia Giulia in gara, dalla portacolori del Judo Kuroki Soraya Luri Meret (70 kg), ”alla quarta presenza consecutiva alla gara – ha detto Stefano Stefanel – sta attraversando un periodo non facile, ma cercherà ugualmente di migliorare il settimo posto della scorsa edizione”, a Nicola Mortal (81), Giada Medves (57) del Dlf Yama Arashi, Alberto Ciardo (81) del Dojo Sacile-Skorpion, Mohammed Lahboub (100) del Fenati, Marta Palombini (63) della Muggesana, Francesca Roitero (+78) dello Skorpion. Nell’organizzazione dell’evento sono stati coinvolti anche alcuni alunni selezionati nei licei Marinelli di Udine e Brazzà di Lignano che, nell’ambito del Progetto ”Alternanza Scuola Lavoro”, fruiranno di un’esperienza formativa sul piano dei media, per il quale hanno sostenuto 4 ore formative e dell’accoglienza.

Elenco iscritti alla qualificazione juniores di domenica a Spilimbergo

Udine, 30 marzo 2016. In programma, domenica a Spilimbergo, la gara di qualificazione per la finale del campionato italiano juniores (Catania, 23-24 aprile), alla quale sono qualificati di diritto i seguenti atleti: Leonardo Puppini (Skorpion), Nicola Mortal (Dlf Yama Arashi), Giada Medves (Dlf Yama Arashi), Mariasole Momentè (Azzanese), Serena Callegari (Dlf Yama Arashi), Soraya Luri Meret (Kuroki), Elisa Toniolo (Ginnastica Triestina), Cristina Visentin (Ginnastica Triestina), Denise Lorenzoni (Ginnastica Triestina), Francesca Roitero (Skorpion), Marta Palombini (Muggesana), Marco Vendramini (Skorpion).

Skorpion Stage con oltre 500 atleti a Piancavallo, Massimo Cester: “Soddisfatti!”

Udine, 28 marzo 2016. È stata un grande successo l’edizione 2016 dello Skorpion Stage, l’iniziativa organizzata dallo Skorpion Pordenone ed appena terminata a Piancavallo. Oltre cinquecento gli atleti che hanno invaso i tatami allestiti nel Palaghiaccio e hanno dato vita a quattro giornate dedicate ai più giovani nell’ambito del 22° Stage Giovani ed alle classi agonistiche con il 32° Stage di Pasqua. Eccellente e straordinariamente efficace lo staff di tecnici allestito da Ezio Gamba e composto da Go Tsunoda, Laura Di Toma, Donata Burgatta, Cinzia Cavazzuti, Riccardo Caldarelli, Marco Caudana, Pietro De Luca, Francesco Lepre, tutti guidati e coordinati da Lorenzo Bagnoli. “C’è stata una cooperazione inedita di docenti – è stato il commento di Lorenzo Bagnoli – che ha portato empatia e complicità spontanea, contribuendo a creare in materassina un clima di lavoro estremamente piacevole e sereno”. Soddisfazione condivisa da Massimo Cester, il presidente dello Skorpion e, assieme a Enea Sellan, Luca Copat e Luca Feletto, a capo dello staff organizzativo: “Tre tatami per una squadra di otto tecnici coordinati da Lorenzo (Bagnoli, ndr) hanno creato una situazione ideale per tutti che, dai più piccoli fino ai campioni, compresi quelli della squadra russa, hanno fruito sempre di proposte diverse. – ha detto Cester – Sono state molto apprezzate anche la logistica e la cornice naturalistica con la neve abbondante, mentre il gruppo dello Skorpion, quasi 50 ragazzi, è stato seguito da Paola Boz, Roberto Feletto e Daniele Blancuzzi. Nel ringraziare ospiti e collaboratori voglio ricordare Nadir, il presidente della cooperativa degli hotel che ci hanno ospitato, ma anche DJ nella serata baby-dance e poi Ippazio, Alex, Sally e tutti coloro che ci hanno seguito affinché tutto funzionasse”. Tutti soddisfatti dunque, ma soprattutto pronti per affrontare gli impegni in agenda per il mese di aprile, su tutti l’European Cup Junior a Lignano (9-10) ed il campionato italiano junior a Catania (23-24).

A Pesaro il Karate Do Trieste perde il titolo Acli per non perdere il pullman

Trieste, 24 marzo 2016. Karate Do Trieste d’argento nel campionato nazionale dell’US Acli che si è disputato a Pesaro ed al quale hanno preso parte 600 atleti da dieci regioni. Il forte team triestino guidato da Anna Devivi si è reso protagonista di una prova straordinaria che ha visto i 35 atleti del Karate Do conquistare 36 medaglie, di cui otto d’oro. Il diciassettenne Ion Jornea è salito sul gradino più alto del podio pesarese per ben tre volte, risultando il migliore nel kata, nel kumite tradizionale e nel kumite sportivo, ma hanno messo al collo la medaglia d’oro anche Emma Plani, Lorenzo Bernardini, Nicole Santorsola e Teresa Serra nel kata ed Ilya Raschevski nel kumite sportivo. Le medaglie d’argento conquistate dai triestini sono state dodici per merito di Paolo Perucci, Marco Stebel, Irene Zebochin, Margherita Plani, Rocco Bernobich (kata), Mauro Bonetti, Rocco Bernobich, Emma Plani (kumite tradizionale), Gabriele Edomi, Gabriele Scuracchio, Daniele Dagri, Jacopo Brandolin (kumite sportivo) e ben sedici le medaglie di bronzo, che sono andate al collo di Marta Camana, Gabriele Edomi, Ilya Rascevski (2 volte), Fabiana Corda, Margherita Plani, Aris Milani, Caterina Palmolungo, tutti classificati al terzo posto, ma anche di Camilla Puopolo, Carolina Zamolo, Alessio Kodarin (2 volte), Gabriele Edomi, Daniele Dagri, Lorenzo Bernardini, Rocco Bernobich, che si sono classificati al quarto posto, ma ugualmente premiati sul podio. Nonostante tutto il risultato sarebbe potuto essere ancora migliore, in quanto l’imprevisto allungamento dei tempi di gara ed una clausola nel noleggio del pullman hanno costretto il team Karate Do Trieste a ripartire per Trieste prima che nove atleti potessero disputare la gara di kumite sportivo. Ad approfittarne è stato il Kyo Sei Liguria, che si è aggiudicato il primo posto, ma il Karate Do Trieste ha festeggiato ugualmente per tutte le medaglie conquistate e per non aver pagato la penale dovuta nel caso si fosse partiti in ritardo.

20160319_161647_resized 20160320_115150_resized

SkorpionStage, aggiornamento last minute al programma junior-senior

Piancavallo, 24 marzo 2016. La trentaduesima edizione dello Skorpion Stage ha preso il via ed ora, in perfetta armonia con il 22° Stage Giovani, tutti gli atleti di tutte le classi d’età hanno già iniziato a lavorare nel consueto clima sereno, ideale per dedicarsi al judo, per faticare, per esprimersi al meglio e cogliere tutti gli spunti e le informazioni tecniche messe a disposizione dal “super staff tecnico”. Un ultimo ritocco al programma che, rispetto il precedente, ha unificato uomini e donne nel turno junior-senior.

In 600 a Piancavallo con lo Skorpion per il 22° Stage Giovani ed il 32° Stage di Pasqua

Udine, 24 marzo 2016. Al via nel Palaghiaccio a Piancavallo lo Skorpion Stage 2016, il grande evento organizzato dallo Skorpion Pordenone e composto dalla sessione dedicata ai giovani, giunta alla 22esima edizione e dal 32° Stage di Pasqua, che registra una partecipazione junior-senior molto qualificata. Le attività per entrambe le sessioni iniziano questa mattina per svilupparsi poi con attività articolate ed indipendenti fino a sabato per i giovani e fino domenica per gli junior-senior. Circa seicento gli atleti presenti all’evento, con la partecipazione della rappresentativa nazionale maschile e femminile della Russia, Slovenia e Croazia, ma anche le rappresentative regionali del Veneto e Friuli Venezia Giulia, che svolgeranno le attività su due tatami da 200 metri quadri ciascuno per quanto riguarda i giovani e su un tatami da 800 metri quadri per gli junior-senior, seguendo uno schema che replica quello già applicato con successo al Winter Camp, mettendo a disposizione una “squadra di tecnici” costruita da Ezio Gamba e che, guidata e coordinata da Lorenzo Bagnoli, vedrà impegnati Go Tsunoda, Riccardo Caldarelli, Donata Burgatta, Marco Caudana, Cinzia Cavazzuti, Pietro De Luca, Laura Di Toma, Francesco Lepre. Numerose e stimolanti le iniziative collaterali previste, dal Parco di Nevelandia, con l’utilizzo degli impianti di risalita a tariffe convenzionate, all’animazione serale per i giovani con clown, giocolieri e DJ per le sere di giovedì e venerdì, ma ogni giornata sarà resa speciale dal lavoro sul tatami e dalle attenzioni e la consueta cortesia di cui sono capaci il presidente Massimo Cester e tutto lo staff dello Skorpion Pordenone.

2015 04 04 PiancAperGroup2 2015 04 04 PiancApertura

Orari Stage Piancavallo e conferma atleti pre-allertati

Udine, 23 marzo 2016. Nel ri-pubblicare gli orari dello stage a Piancavallo, in seguito alla convocazione n. 9/2016 del 16 marzo u.s. ed alle rinunce segnalate, si ufficializza la convocazione degli atleti pre-allertati, Nicolò Rossit (Tamai), Gianluca Romanin (SGT), Lorenzo Palombini (Muggesana), Leonardo Di Marco (Yama Arashi), Anna Zoff (Skorpion), Elenora Gollino (Judokay Gemona). (NB: attenzione l’allenamento del mattino inizia alle 8.30)
ORARI 22°STAGE ORARI 32°STAGE

Esami MGA a Trieste, abilitazione al 1° livello per 4 ed al 2° livello per 5

Trieste, 23 marzo 2016. L’ultima sessione del Corso di Abilitazione Regionale per 1° e 2° Livello MGA 2016 diretto dal Fiduciario Regionale M° Claudio Valentini, si è conclusa con la sessione d’esame iniziata alle 10 di domenica 20 marzo. Gli esami si sono svolti nella sede del Dopolavoro Ferroviario Sezione Judo di Trieste, che ha ospitato le trentasei ore previste per il corso di acquisizione del 1° Livello e ventiquattro per la promozione al 2° Livello. La Commissione d’Esame, coadiuvata dal presidente DLF Judo Trieste Massimiliano Bucer nel ruolo di segretario, ha valutato l’idoneità al 1° livello dei candidati Davide Baldo (Isao Kano Monfalcone), Egidio Bertoz (CSKS Monfalcone), Franco Porrini (Judo Club Fenati Spilimbergo), Simone Sacilotto (Karate Pordenone), mentre la ratifica per Walter Lenassi e Roberto Pintori (Ju Jitsu Sakura Ryu Trieste) sarà valutata in tempi successivi. Promossi al 2° livello invece, Davide Antoniazzi (Ryugin Ju Jitsu Codroipo), Alessandro Bucer, Stefano Bucer (DLF Judo Trieste), Luciano Buran (Judo Club Fenati Spilimbergo) e Andrea Vignola (Sekai Budo Pordenone).  Gli esami si sono svolti in un clima sereno, reso intenso dalla comprensibile emozione, in cui i candidati hanno dimostrato di aver compreso le argomentazioni teoriche e la ‘vision’ del progetto MGA FIJLKAM, ma anche di aver assimilato il programma tecnico sviluppato nelle cinque sessioni del corso organizzato tra febbraio e marzo.

Gruppo Esami MGA 2016_01

Argento per Toniolo e Vuk, bronzo per Lorenzoni ai Tricolori cadette

Udine, 20 marzo 2016. Tre medaglie a Ostia, nel campionato italiano cadetti, anche per le ragazze FVG, che hanno così replicato prontamente alla buona prova maschile. In quest’occasione l’argento è arrivato due volte ed è andato al collo di Elisa Toniolo (Ginnastica Triestina), seconda nei 63 kg e Betty Vuk (Judo Club Tolmezzo), seconda nei 70 kg, mentre la terza medaglia è di bronzo e ha premiato Denise Lorenzoni (Ginnastica Triestina), terza nei 57 kg. Cinque le vittorie inanellate dalla brava Denise per conquistare un posto sul podio dei 57 kg, categoria con 53 atlete, mentre Elisa ha ottenuto quattro vittorie per approdare alla finale dei 63 kg (38 partecipanti) e per contendere il titolo nei 70 kg (22 atlete) la tolmezzina Betty ha superato tre avversarie. I piazzamenti delle altre tredici atlete FVG hanno registrato quattro atlete al nono posto, Anna Bretti (Dojo Udine) nei 44, Cristina Visentin (Ginnastica Triestina) nei 48, Michelle Kamano (Dlf Yama Arashi) nei 57 e Gaia De Nardo (Judokay Gemona) nei +70, il decimo posto per Asia Golosetti (Kuroki) nei 52 ed Alessia Benvegnù (Ginnastica Triestina) nei 57, l’undicesimo posto di Arianna Stacco (Dlf Yama Arashi) nei 63, il dodicesimo di Beatrice Molmenti (Dojo Sacile) nei 48 e Michelle Rossolato (Montereale) nei 70, quindi Greta Fracas (Villanova) al 17° posto nei 57, Piera Costa (Sport Team) al 18° posto nei 63, Sofia Cittaro (Dlf Yama Arashi) e Carlotta Finotto (Dojo Udine) al 33° posto nei 52. Nella classifica per società la Ginnastica Triestina si è piazzata al settimo posto ed il Judo Club Tolmezzo al tredicesimo.

Così sul podio.

40: 1) Francesca Viola (Fortitudo 1903); 2) Gaia Bottiglieri (Sales Vomero); 3) Miriana Lipari (Yama Arashi Palermo) e Liliana Martinelli (Marassi Judo)

44: 1) Martina De Blasio (Fitness Club Nuova Florida); 2) Cecilia Pedullà (Judo Invorio); 3) Gaia Curto (Kodokan Vittorio Veneto) e Silvia Drago (Ippon Enna)

48: 1) Giulia Santini (Fitness Club Nuova Florida); 2) Martina Castagnola (Akiyama Settimo); 3) Anna De Luca (Judo Club Paola) e Chiara Palanca (Accademia Torino)

52: 1) Ludovica Lentini (Kumiai Torino); 2) Giada Giardino (Centro Judo Bra); 3) Sofia Barboni (Europaradise) e Francesca Marchisio (Cassa di Risparmio Asti)

57: 1) Flavia Favorini (Judo Frascati); 2) Alessandra Fiorenza (Giovinazzo Roma); 3) Denise Lorenzoni (Ginnastica Triestina) e Federica Luciano (Akiyama Settimo)

63: 1) Martina Esposito (Star Judo Club Napoli); 2) Elisa Toniolo (Ginnastica Triestina); 3) martina Lanini (Judo Vanzago) e Nadia Simeoli (Judo Kumiai)

70: 1) Chiara Lisoni (Kyu Shin Do Kai Parma); 2) Betty Vuk (Judo Tolmezzo); 3) Rita Cammara (Omnia Trapani) e Anna Fortunio (Fortitudo 1903)

+70: 1) Claudia Cerutti (Judo Invorio); 2) Sabrina Prinzi (Banzai Cortina Roma); 3) Annalisa Calagreti (Judo Tifernate) e Matilde Leonelli (Budokan Bologna)

Società: 1) Fitness Club Nuova Florida, 22; 2) Judo Kumiai, 20; 3) Judo Invorio, 18; 4) Fortitudo 1903, 16; 5) Star Judo Club, 14.

podio 57

podio 70

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lahboub, Bedel, Moratti, i bronzi FVG ai Tricolori U18 maschili

Udine, 20 marzo 2016. Sono tre le medaglie FVG nella prima giornata del campionato italiano cadetti a Ostia. Tre medaglie di bronzo che sono andate al collo di Mohammed Lahboub del Fenati Spilimbergo, terzo nei 90 kg e di Kenny Komi Bedel (Villanova) e Riccardo Moratti (Ginnastica Triestina), saliti sullo stesso gradino del podio nei 73 kg. Cinque vittorie ciascuno per Bedel e Moratti, che hanno gareggiato in un categoria con 48 atleti al via e tre le vittorie che hanno accompagnato Lahboub sul podio dei 90 kg, con sedici concorrenti. Degli altri sedici atleti impegnati si è piazzato al settimo posto Enrico Zanetti del Judo Gawa nei +90 kg, al decimo Riccardo Lagni dello Skorpion nei 50 kg e Mattia Zarabara del Judo Tolmezzo nei 90 kg, all’undicesimo Giovanni Rosso dello Skorpion nei 66 kg e Nicolae Bologa del Villanova nei 73 kg, seguono al 17° posto Jarni Paternò (Sport Team) nei 46 kg, Francesco Cargnelutti (55), Lorenzo Coceancigh, Roberto Errath, Francesco Pizzati (66) del Dlf Yama Arashi, al 18° posto Luca Pigozzo (San Vito) negli 81 kg, al 32° posto Alessio Torres (A&R) nei 60 kg, al 33° posto Kail Basset (Dojo Sacile), Emanuele Dante (Sgt) nei 55 kg, Michele Comuzzi (Sport Team) nei 73 kg, al 64° posto Ivan Shaurli (Kuroki) nei 60 kg.

Così sul podio.

46: 1) Luca Rafaniello (Judokwai Mestre); 2) Daniele Di Capua (Nippon Napoli); 3) Simone Maria Corrao (Banzai Cortina Roma) e Cristiano Crescenzi (Centro Scuole Judo Roma)

50: 1) Leonardo Valeriani (Cus Parma); 2) Mattia Martelloni (Judo Grosseto); 3) Antonio Bottone (Star Club Napoli) e Gabriele Mazzetti (Marassi Judo)

55: 1) Adrian Olaru (Banzai Cortina Roma); 2) Alessandro Aramu (Judo Kumiai); 3) Biagio D’Angelo (Star Club Napoli) e Carlo Edoardo Fraticelli (New Body Center Napoli)

60: 1) Luca Carlino (Akiyama Settimo); 2) Luca Rubeca (Akiyama Settimo); 3) Tiziano Falcone (Fitness Club Nuova Florida) e Flavio Frasca (Polisportiva Ottavia)

66: 1) Matteo Rije (Accademia Torino); 2) Domenico Cerbone (Judo Fuorigrotta); 3) Salvatore Cantile (Accademia Yume) e Alessandro Magnani (Kyu Shin Do Kai Parma)

73: 1) Mattia Prosdocimo (Judo Vittorio Veneto); 2) Andrea Carbone (Judo Fuorigrotta); 3) Kenny Komi Bedel (Villanova Pordenone) e Riccardo Moratti (Ginnastica Triestina)

81: 1) Lorenzo Parodi (Pro Recco Judo); 2) Simone Rispo (New Body Center Napoli); 3) Gianluca Iudicelli (Accademia Torino) e Lorenzo Tanganelli (Judo Grosseto)

90: 1) Enrico Bergamelli (Judodinamica Bergamo); 2) Alessandro Regonesi (Samurai Milano); 3) Mohammed Lahboub (Fenati Spilimbergo) e Christian Storto (Akiyama Settimo)

+90: 1) Federico Bencivenga (Yama Dojo Bologna); 2) Oliver Grasso (Dynamic Center Gravina); 3) Sylvan Lorenzo Agro (Kyu Shin Do Kai Parma) e Michal Borucki (Musashi Roma)

Società: 1) Akiyama Settimo, 38; 2) New Body Center Napoli, 18; 3) Judo Grosseto, 18; 4) Banzai Cortina Roma, 16; 5) Accademia Torino, 16.

PODIO 90