vai al vecchio sito

Month dicembre 2015

Judo FVG, nel 2015 primo nelle classifiche tricolori per 15 volte

Udine, 31 dicembre 2015. Quindici volte al primo posto nelle classifiche nazionali, è questo il dato che premia il valore degli atleti del Friuli Venezia Giulia nel 2015. Si tratta di tre titoli italiani individuali, tre titoli tricolori a squadre, cinque primati nella ranking list nazionale, due nel Grand Prix junior-senior, uno nel Grand Prix di kata ed uno nel Trofeo Italia, per un totale di quindici volte ad applaudire un atleta regionale sul gradino più alto del podio. Al collo di Francesco Cargnelutti (Dlf Yama Arashi), Marta Palombini (Muggesana) e Roberto Peluso (Dlf Yama Arashi) sono andate le medaglie d’oro di campione italiano rispettivamente nei 50 kg Under 15, 63 kg juniores e nella classe M3 dei master, mentre la Ginnastica Triestina ha messo a segno una straordinaria tripletta ai Tricolori a squadre, centrando tre primi posti con le squadre cadetti, prime le ragazze (Cristina Visentin, Denise Lorenzoni ed Elisa Toniolo) sia in A2 che in A1 ed ancora primi i ragazzi (Emanuele Dante, Erik De Luca, Riccardo Moratti, Daniele Smolars) in A2, per un risultato cui hanno contribuito Arianna Stacco (Dlf Yama Arashi) e Betty Vuk (Judo Tolmezzo), Matteo Turco (Dlf Yama Arashi) e Mohamed Lahboub (Fenati Spilimbergo). Addirittura cinque gli atleti FVG ad aver chiuso il 2015 al primo posto nella ranking list nazionale, due Under 15, Francesco Cargnelutti (50 kg) e Michelle Kamano (57 kg), entrambi del Dlf Yama Arashi, due Under 18, Cristina Visentin (44 kg) ed Elisa Toniolo (63 kg) entrambe della Ginnastica Triestina e Matteo Medves (Dlf Yama Arashi) nei 66 kg senior. Matteo Medves è ancora al primo posto nei 66 kg del Grand Prix junior-senior, classifica che trova al primo posto anche il pordenonese Pablo Tomasetti (Fiamme Oro) nei 100 kg, così come Marika Sato e Fabio Polo (Kuroki) hanno meritato il primato nel Kodokan goshi jitsu del Grand Prix di kata, ma un altro primo posto l’ha ottenuto Michelle Kamano (Dlf Yama Arashi) nei 57 kg del Trofeo Italia. Ma non è tutto, perché hanno meritato gli applausi anche sei atleti che hanno messo al collo la medaglia d’argento, le Under 18 Cristina Visentin (44) ed Elisa Toniolo (63) della Ginnastica Triestina, l’Under 18 Marco Vendramini (66) dello Skorpion, Francesco Cargnelutti (50, Dlf Yama Arashi) nel trofeo Italia, Jenny Pisoni (48) ed Agnese Piccoli (63) del Dlf Yama Arashi nel Grand Prix junior senior e ben dodici medaglie di bronzo, Denise Lorenzoni (Sgt, 57 U18), due volte Francesca Roitero (Skorpion, +78 U21 e Grand Prix jun), Nicolae Bologa (Villanova, 73 U15), due volte Sofia Cittaro (Dlf Yama Arashi, 52 U15 e Trofeo Italia), Anna Bartole (Sgt, 52 Assoluti), Soraya Luri Meret (Kuroki, 70 Grand Prix jun-sen), Giada Medves (Dlf Yama Arashi, 57), Marta Palombini (Muggesana, 63), Matteo Giormani (Sgt, 60) nel Grand Prix junior, Michele Battorti (Villanova) e Stefano Bucer (Dlf Trieste) nel Nage no kata del Grand Prix di kata.

L’impegno del Maestro Gaio, promossi Dubbini, Kramar e Conti

Trieste, 26 dicembre 2015. Sono trascorsi gli anni, tanti anni, ma il Maestro Palmiro Gaio continua ad avere cura e premure per i suoi allievi. Ed i suoi allievi, incuranti del tempo che passa, continuano a coltivare la passione per il judo rimanendogli accanto ed aiutandolo a far crescere le generazioni di judoka che si susseguono sui tatami del Judo Club Ken Otani. Palmiro Gaio oggi ha ottantuno anni, è Maestro Benemerito e da ormai dieci anni è settimo dan e Presidente Onorario del Comitato Regionale della FIJLKAM, ma il suo pensiero è stato ancora una volta per gli altri, per chi vive il judo come strumento per dare una mano. Non importa se a vincere, a crescere o risolvere altri problemi, ma sempre con l’obiettivo puntato ad aiutare. E così il Maestro Palmiro Gaio si è impegnato affinchè il Presidente della FIJLKAM Domenico Falcone riconoscesse il 3° dan a Franco Dubbini ed il 4° dan a Alessandro Kramar e Renzo Conti ed i meriti personali dei tre tecnici triestini hanno incontrato il pieno appoggio federale. E la cena di Natale è stata l’occasione per consegnare, a sorpresa, i tre riconoscimenti che il Maestro Palmiro Gaio, visibilmente soddisfatto, ha messo nelle mani dei suoi allievi, promuovendo di fatto Franco Dubbini al 3° dan, Alessandro Kramar e Renzo Conti al 4° dan. Più di quarant’anni dopo averli esaminati per le prime cinture colorate…

20151223_Judo C Ken Otani

On-line i Programmi dell’Attività Agonistica Federale 2016

Udine, 26 dicembre 2016. Nell’area riservata ai Comunicati (Federazione e Settore di competenza) sono pubblicati i Programmi dell’Attività Agonistica Federale 2016.

Buon Natale e felice 2016

Udine, 25 dicembre 2015. Cari Amici, carissimi atleti, tecnici, dirigenti delle Società Sportive ed appassionati di tutte le discipline della FIJLKAM, a Voi tutti le congratulazioni per quest’anno denso di eventi, di impegno e di sacrifici, svolti affinchè la passione di ognuno possa essere coltivata, sviluppata e promossa. Il lavoro delle Società Sportive rappresenta la consistenza di una realtà che si traduce oggi in Friuli Venezia Giulia in 58 società e 3515 tesserati, numeri che stanno finalmente incrementando grazie alle nuove affiliazioni che stiamo accogliendo con soddisfazione ed assieme alle quali saremo ben lieti di condividere percorso ed esperienze. Nell’autonomia di ciascuno e nel rispetto delle regole e delle competenze di tutti. A nome del Presidente Onorario Palmiro Gaio, dei Vicepresidenti Maria Grazia Perrucci, Sauro Bacherotti, Roberto Ruberti e di tutti i collaboratori di questo grande ed articolato staff regionale, i migliori auguri di Buon Natale e per un 2016 di salute, lavoro e soddisfazioni a tutti Voi!

Enzo de Denaro

Trionfo della Ginnastica Triestina, è suo il 38° Trofeo Città di Trieste!

Trieste, 20 dicembre 2015. È stato un trionfo per la Ginnastica Triestina nel PalaCalza a Chiarbola. Il trofeo della trentottesima edizione del Trofeo Città di Trieste infatti, è rimasto a Trieste per andare ad arricchire ulteriormente la storica bacheca della società biancoceleste, in compagnia con la Coppa Boccoli e la Coppa Galante, destinate ai migliori team femminile e maschile che, per l’occasione, coincidono con la squadra guidata da Monica Barbieri e Raffaele Toniolo. Ma il trionfo tutto triestino è stato completato anche dal successo della macchina organizzativa, che ha registrato una partecipazione di grande rilievo con 331 atleti di 52 società da ben sei nazioni, Austria, Croazia, Romania, Slovenia, Ungheria ed Italia, un top da quando la storica manifestazione ha scelto di dedicarsi soltanto alle classi giovanili degli Under 13, Under 15 ed Under 18. Ginnastica Triestina al primo posto dunque, con otto primi e cinque terzi posti (103 punti), precedendo il Judo Bezigrad (91) e la rappresentativa della Toscana (74), ma le medaglie hanno premiato anche gli atleti regionali del Dlf Yama Arashi Udine, che si è piazzato all’ottavo posto, della Polisportiva Villanova, al nono e, di seguito, Judo Tolmezzo (13°), Skorpion Pordenone (17°), A&R Trieste e Dojo Trieste classificate fra i top 20. È stato respinto quindi l’ennesimo assalto dell’Atomeromu Paks, il team ungherese che nelle ultime cinque edizioni ha vinto 4 volte e questa volta è finito al settimo posto, mentre la Ginnastica Triestina, che vinse per l’ultima volta nel 2011, ha finalmente riportato a casa il suo Trofeo.

Ginnastica Triestina alla conquista del 38° Trofeo Città di Trieste

Trieste, 18 dicembre 2015. Oltre trecento atleti da Romania, Ungheria, Slovenia, Austria, Croazia ed Italia sono pronti a sfidarsi sui tatami allestiti domenica nel PalaCalza a Chiarbola per contendersi il 38° Trofeo Città di Trieste, manifestazione organizzata dalla Ginnastica Triestina che, ormai da decenni, fa parte delle ‘classiche’ del Friuli Venezia Giulia. Tre le classi d’età in gara, gli esordienti A e B ed i cadetti, in pratica Under 13, Under 15 ed Under 18, un settore in cui la squadra guidata da Monica Barbieri e Raffaele Toniolo è particolarmente competitiva e farà il possibile per riportare il prestigioso trofeo nella bacheca sociale. Le Coppe dedicate a Patrizia Boccoli (femminile) e Fulvio Galante (maschile) saranno anche in quest’occasione un traguardo ambito, da contendere principalmente all’Atomeromu Paks, il fortissimo team ungherese che ha conquistato il Città di Trieste 4 volte nelle ultime cinque edizioni, interrotto nel 2011 dalla Ginnastica Triestina. Sabato invece a Pordenone è in programma la Tappa di Natale del Criterium Giovanissimi, che nelle cinque tappe 2015 ha coinvolto 25 società con 704 atleti per un totale di 1993 presenze. Sarà l’occasione anche per premiare gli atleti che si sono classificati al primo posto in tutte le prove (Grand Slam) e quelli classificati fra i top 10 in ogni classe d’età. Ben undici i triestini che si sono aggiudicati il Grand Slam, Alessio De Luca, Lucas Medau, Ilija Stanojlovic, David Slavica, Alessio Cazzola, Roberto Cazzola (Ginnastica Triestina), Irina Moraru, Mila Stebel (Dlf Trieste), Luca Longo (A&R Trieste), Gabriele Antonio Santoro (Sakura Trieste), Enrico Coslovich (Muggesana), mentre sono entrati nei Top 10, Giulia Bernetti (Ken Otani), Massimo Romanin (Dlf Trieste), Tina Corte, Emma Stoppari (Ginnastica Triestina) per il 2004, Samuel Santarsiero (Muggesana), Mario Antonio Santoro (Sakura), 2005, Laura Ceppi (Muggesana), Barbara Grilli (Ken Otani), Rossella Ruberti (A&R), Samuele Crisma (Sakura), 2006, Lorenzo Lionetti (Muggesana), Thomas Baragona (Ken Otani), Achille Macrì (Spartan), Victoria Carrozzo (A&R), Matteo Carpani, Alessia Pascarella (Sakura), Diana Moraru (Dlf Trieste), Francesco De Marco, Fabian Svobodan (Ginnastica Triestina), 2007, Manuel De Marco, Morgana Stocchi, Federico Zanier (Muggesana), Elisa Ciliberti (A&R), Mattia Vincenzo D’Aloia (Dlf), Gabriel Delluniversità, Roan Balestra, Thomas Stivella, Daniel Manià (Ginnastica Triestina), 2008-9.

Opportunità per tenersi aggiornati (modificato)

Udine, 15 dicembre 2015. Si segnalano nei prossimi giorni di appuntamenti di particolare interesse:

  • Venerdì 18 dicembre, h 18 a Cervignano (Nell’ambito delle manifestazioni culturali collaterali all’organizzazione dei 110′ Campionati Italiani Assoluti di Pesistica che si terranno a Cervignano Sabato 19 e Domenica 20 dicembre p.v., è in programma Venerdì 18 dicembre alle ore 18,00 presso l’auditorium della Casa della Musica in Via Verdi 23 a Cervignano del Friuli un convegno Nazionale dal titolo “Cosa significa, oggi, allenare i giovani” – Effetti dell’allenamento sull’apprendimento cognitivo e motorio dei giovani. Il Convegno è organizzato dalla Scuola Regionale dello Sport del Friuli Venezia Giulia e dalla FIPE, con il patrocinio della Scuola dello Sport del CONI. Trasmetto in allegato la locandina dell’evento e l’invito a firma dell’On. Giorgio Brandolin, Presidente del Comitato Regionale CONI FVG e del Dott. Antonio Urso, Presidente FIPE ed EWF e Coordinatore Scientifico della Scuola dello Sport, Istituto di Medicina e Scienza dello Sport del CONI, che è anche uno dei relatori del Convengo. La presenza al Convegno assegna 5 crediti formativi agli studenti di Scienze Motorie).
  • Sabato 19 e domenica 20 dicembre, nella palestra  JUST-FITNESS  (EGOCENTER) in Via Baldasseria Bassa 314 a Udine si terranno le lezioni del Prof. Pierluigi Aschieri con i seguenti orari, sabato: dalle 15 alle 19 e domenica: dalle 9 alle 13.
  • MODIFICA – Il settore Karate comunica che, per ragioni tecnico-operative, sono stati cambiati gli orari come di seguito indicato: sabato dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 per quanto riguarda le lezioni svolte dal Prof. Pierluigi Aschieri

In entrambi i casi il documento dell’attestazione di presenza (firmata dal responsabile addetto) sarà considerato valido per il monte ore previsto per il Corso di Aggiornamento Obbligatorio 2015, se consegnato al Settore Judo entro e non oltre il 31 dicembre 2015.

Assoluti femminili, a Torino l’unica conferma è di Romina Passa

Torino, 13 dicembre 2015. Romina Passa si è aggiudicata il tricolore dei 48 kg nel PalaRuffini a Torino. Il titolo dei 48 kg fra l’altro, è stato l’unico che ha confermato la stessa leader del 2014, ed a questa si aggiunge la curiosità che le quattro atlete sul podio sono tutte romane, due del Fitness Club Nuova Florida e due del Banzai Cortina. Per la 21enne torinese Fabiola Pidroni è arrivato invece il primo titolo assoluto grazie alla vittoria nella finale dei 52 kg ottenuta per sanzioni su Valentina Tomaselli, mentre Martina Lo Giudice è ritornata al vertice dei 57 kg con un o uchi gari che ha sorpreso Maria Centracchio nei primi secondi della finale. La 24enne siciliana conquistò il suo primo tricolore a Verona 2012. È stata la 25enne bresciana Francesca Busto ad aggiudicarsi il titolo nei 63 kg, superando in finale Alessia Regis a causa di un infortunio che poi tale non era. Per la Busto è la quinta medaglia agli Assoluti, ma per la prima volta è d’oro. Nei 70 kg è stata Carola Paissoni che si è aggiudicata il titolo superando in finale Eleonora Ghetti e per la 21enne torinese, che ha detto: “il tatami è il miglior modo per dimostrare quanto si vale”, si è compiuto l’importante passo, dall’argento 2014 all’oro 2015. L’oro nei 78 kg invece è andato al collo di Linda Politi, 23enne che vanta già tre terzi posti agli Assoluti, e che è riuscita a ribaltare l’esito della finale con uno shime waza che non ha lasciato scampo alla brava Lucia Tangorre. La torinese Rita Ughetti si è imposta infine nei +78 kg al termine di una finale lampo vinta su Luna Coppola. Nella classifica per società l’Akiyama Settimo si è piazzato al primo posto (32 punti) precedendo Fiamme Oro (32) e Banzai Cortina Roma (30).

Classifiche. 48: 1) Romina Passa (Fitness Club Nuova Florida); 2) Francesca Milani (Banzai Cortina Roma); 3) Simona Pollera (Banzai Cortina Roma) e Alessia Ritieni (Fitness Club Nuova Florida); 52: 1) Fabiola Pidroni (Centro Sportivo Torino); 2) Valentina Tomaselli (Akiyama Settimo); 3) Giulia Pierucci (Judo Castelletto) e Anna Bartole (Ginnastica Triestina); 57: 1) Martina Lo Giudice (Fiamme Gialle); 2) Maria Centracchio (Fiamme Oro); 3) Giulia Caggiano (Banzai Cortina Roma) e Monica Iacorossi (Carabinieri); 63: 1) Francesca Busto (Akiyama Settimo); 2) Alessia Regis (Carabinieri); 3) Giorgia Dalla Corte (Dojo Equipe Bologna) e Simona Abate (Fiamme Oro); 70: 1) Carola Paissoni (Kumiai Torino); 2) Eleonora Ghetti (Mestre 2001); 3) Margherita Truglia (Fiamme Oro) e Chiara Carminucci (Akiyama Settimo); 78: 1) Linda Politi (Carabinieri); 2) Lucia Tangorre (Fiamme Oro); 3) Melora Rosetta (Akiyama Settimo) e Ilaria Silveri (Banzai Cortina Roma); +78: 1) Rita Ughetti (Sakura Favria); 2) Luna Coppola (Fitness Club Nuova Florida); 3) Debora Sala (Fortitudo Reggio Calabria) e Natasha Di Fabio (Kodokan Chieti).

Assoluti a Torino, per Napoli è poker d’oro con Faraldo, Parlati, Esposito, D’Arco

Torino, 12 dicembre 2015. La Capitale europea dello Sport 2015 ha rimescolato le carte ed i tricolori assoluti maschili assegnati nel PalaRuffini a Torino hanno cambiato padrone in cinque categorie su sette. Si sono confermati Elios Manzi (60) e Alessio Mascetti (+100), il più leggero ed il più pesante, ma anche il più giovane (19) ed il più anziano (27) fra i sette neo-campioni. È il arrivato il primo tricolore assoluto invece per Davide Faraldo (21 anni) nei 66 kg, Enrico Parlati (23) nei 73 ed Antonio Esposito (21) negli 81, mentre Vincenzo D’Arco (25), quarto napoletano d’oro, ha ritrovato il successo nei 100 kg (già ottenuto nel 2013). Quarto tricolore assoluto per Giovanni Carollo (26), ma il primo nei 90 kg, categoria orfana di Walter Facente, che ha gareggiato nei 100 kg infortunandosi al ginocchio. Poca fortuna anche per Elio Verde nei 73 kg, eliminato. Domenica è il turno delle categorie femminili. Classifiche. 60: 1) Elios Manzi (Fiamme Gialle); 2) Angelo Lanzafame (Titania Catania); 3) Andrea Ferretti (Cus Siena) e Michael Raso (Accademia Torino); 66: 1) Davide Faraldo (Nippon Napoli); 2) Salvatore Mingoia (Carabinieri); 3) Diego Cressi (Fiamme Azzurre) e Fabio Basile (Esercito); 73: 1) Enrico Parlati (Fiamme Oro); 2) Renè Villanello (Akiyama Settimo); 3) Augusto Meloni (Fiamme Oro) e Emanuele Bruno (Fiamme Gialle); 81: 1) Antonio Esposito (Fiamme Azzurre); 2) Massimiliano Carollo (Fiamme Azzurre); 3) Luca Poeta (Fiamme Oro) e Alessandro Bergamo (Akiyama Settimo); 90: 1) Giovanni Carollo (Carabinieri); 2) Nicholas Mungai (Akiyama Settimo); 3) Lorenzo Todini (Kodokan S.Angelo) e Antonio Saponaro (Kyai Ostuni); 100: 1) Vincenzo D’Arco (Fiamme Gialle); 2) Giuliano Loporchio (Fiamme Gialle); 3) Claudio Pepoli (Preneste Castello) e Davide Pozzi (Besanese); +100: 1) Alessio Mascetti (Carabinieri); 2) Fabio Dell’Anna (Fiamme Oro); 3) Valerio Menale (Fitness Club Nuova Florida) e Andres Felipe Moreno (Fiamme Gialle).

Ventuno atleti FVG agli Assoluti a Torino, Tosolini e Tomasetti inseguono il bis tricolore

Torino, 11 dicembre 2015. Ventuno portacolori del Friuli Venezia Giulia saranno impegnati sabato e domenica nel PalaRuffini a Torino nel Campionato Italiano Assoluto di judo, giunto alla 70esima edizione maschile, in programma nella prima giornata con 245 atleti in gara ed alla 49esima edizione femminile con 147 atlete a confronto domenica. Tre i friulgiuliani che hanno conquistato il titolo nel 2014 ad Asti, l’udinese Ermes Tosolini (73) ed il pordenonese Pablo Tomasetti (100), che cercheranno di confermarsi a Torino e la triestina Elisa Marchiò (+78), che ha dato invece forfait. La pattuglia friulgiuliana è cappeggiata da Anna Bartole (Ginnastica Triestina), argento l’anno scorso e Matteo Medves (Dlf Yama Arashi Udine), bronzo ad Asti e, con loro, due triestini, Joris Antoine Silvi Antonioli (60) della Ginnastica Triestina, Marta Palombini (63) della Muggesana, sette pordenonesi, Marco Vendramini (66), Francesca Roitero (+78) dello Skorpion, Fabio Martinuzzi (81), Eleonora Stanco (48), Lucia Giust (57), Alberto Ciardo (81), Giulia Zuliani (78) del Dojo Sacile, dieci udinesi, Luca Ceroi (73), del Dojo Udine, Andrea Luri (90), Soraya Luri Meret (70) del Kuroki, Ilaria Lunardo (70), dello Sport Team, Jenny Pisoni (48), Giada Medves (57), Jessica Tosoratti (57), Elisa Cittaro (63), Agnese Piccoli (63), Laura Scano (63) del Dlf Yama Arashi. A rendere ancor più interessante il livello del confronto e l’imprevedibilità del risultato è il passaggio alla categoria superiore di alcuni ‘top players’ quali Elio Verde, che sarà outsider di lusso nei 73 kg, Emanuele Bruno ed Antonio Esposito, che si propongono rispettivamente nei 73 e 81 kg, categorie in cui vorrebbero intraprendere anche il percorso internazionale, ma anche Walter Facente, che si cimenterà nei 100 kg. Di particolare interesse anche la presenza alle gare di Juan Carlos Barcos, responsabile mondiale arbitri (IJF), che dopo un seminario per arbitri e tecnici (in queste ore di venerdì), farà supervisione alle gare.