vai al vecchio sito

Month aprile 2015

Diciannove atleti FVG a Conversano per il Tricolore U21, Marchiò a Zagabria

Udine, 30 aprile 2015. Sono diciannove gli atleti del Friuli Venezia Giulia che, sabato 2 e domenica 3 maggio, saliranno sui tatami nel Pala San Giacomo a Conversano per inseguire le medaglie messe in palio dal campionato italiano juniores. Sedici i titoli tricolori in palio, otto maschili che si assegnano sabato e otto femminili (domenica) per un totale di 64 medaglie che saranno contese da 425 atleti e fra questi otto appartengono ai club della provincia di Pordenone, Alberto Ciardo, Lucrezia Salvador del Dojo Sacile, Francesca Roitero, Leonardo Puppini, Marco Vendramini dello Skorpion, David Cacitti, Davide Toffoli, Angelo Agostini (Villanova), sette alla provincia di Udine, Giada Medves, Nicola Mortal, Serena Callegari (Dlf Yama Arashi), Mattia Monsutti (Kuroki-Yama Arashi), Soraya Luri Meret (Kuroki), Eugenio Tassotto (Shimai Dojo), Tomas Misson (Dojo Udine) e quattro a Trieste, Matteo Giormani (Ginnastica Triestina), Marta Palombini (Muggesana), Mariachiara Tedisco, Sebastiano Villatora (Spartan). Le gare maschili sono in programma il sabato (-60 -66 -73 kg peso: 8-9; -55 -81 -90 -100 – +100 kg peso: 13-14) e le gare femminili la domenica (-48 -52 -57 -63 kg peso: 8-9; -44-70-78-+78 kg peso: 10-11). Da venerdì a domenica invece, è in programma a Zagabria l’IJF Grand Prix che vedrà impegnate 60 nazioni con 500 atleti di cinque continenti e fra i 14 azzurri impegnati c’è la triestina Elisa Marchiò, che domenica cercherà di accorciare la distanza che ancora la separa dalla qualificazione olimpica.

Elenco iscritti

Oro di Matteo Giormani nel Città di Colombo juniores, terza Roitero

Genova, 26 aprile 2015. Matteo Giormani si è classificato al primo posto nei 60 kg in occasione della prova Grand Prix juniores disputata a Genova, nell’ambito del 27° Trofeo Genova Città di Colombo. Ottima prova per l’atleta della Ginnastica Triestina coronata da un percorso netto di quattro vittorie che lo hanno riportato a vivere l’emozione del gradino più alto del podio. Sulla terza piazza invece è salita Francesca Roitero, portacolori dello Skorpion Pordenone che ha meritato la medaglia di bronzo nei +78 kg, mentre Eugenio Tassotto dello Shimai Dojo Fagagna si è classificato quinto nei 60 kg e Giada Medves (Dlf Yama Arashi), settima nei 57 kg.

Risultati

Toniolo, Pribaz, Visentin, Momentè sul podio a Genova nel Grand Prix cadetti

Genova, 25 aprile 2015. Quattro medaglie per gli atleti del Friuli Venezia Giulia a Genova in occasione della prova di Grand Prix cadetti disputata nell’ambito del 27° Trofeo Genova Città di Colombo, si tratta dell’oro conquistato da Elisa Toniolo nei 63 kg e del bronzo andato al collo di Matteo Pribaz nei 60 kg, Cristina Visentin nei 44 kg e Mariasole Momentè nei 63 kg. Domenica è il turno delle gare del Grand Prix juniores.

Risultati

Criterium a Sacile con 400 giovanissimi e 128 medaglie d’oro

Udine, 21 aprile 2015. A Sacile il Criterium Giovanissimi è stato una festa per 400 atleti d’età compresa fra i 6 e gli 11 anni di 26 società sportive provenienti dalle quattro province FVG e da Venezia. E così, dopo la tappa di marzo a San Giovanni al Natisone, anche il secondo appuntamento del circuito federale 2015 ha raccolto consenso e partecipazione importanti, confermando numeri coniugati ad agilità di svolgimento. Ben 128 le medaglie d’oro assegnate, con numerosi primi posti in ciascuna delle annate coinvolte, com’è normale in ambito promozionale ed i club delle diverse province hanno avuto modo di applaudire per l’organizzazione puntuale del Dojo Sacile e per i suoi 128 giovanissimi saliti sul gradino più alto del podio.

Udine

2009: Nicholas Copetti (Judokay Gemona), Leonardo Zuccheri (Dlf Yama Arashi); 2008: Dejan Pijunovic (Shimai), Cristian Bardieru, Tommaso Mallardi (Dlf Yama Arashi); 2007: Thomas Collini, Elia Pischiutti, Gaia Rizzi (Judokay Gemona), Edoardo Normani, Giovanni Martincigh (Dlf Yama Arashi), Simon De Monte, Giacomo Bertossi (Kuroki), Aurora De Caneva, Benedetta Biscosi (Tolmezzo); 2006: Elia Benfatto, Jacopo Colusso, Andrea De Marco, Federico Degani (Shimai), Kevin Bertoni, Aleksandar Tomic (Kuroki), Alessio Esposito, Jan Manzin, Alan Omanovic, Emiliano Tomasin, Simone Vidotti (Dlf Yama Arashi), Filippo Gollino (Judokay Gemona); 2005: Dianora Martinis, Thomas Brunelli, Daniel Bordignon (Dlf Yama Arashi), Samuele Pontelli (Shimai), Paolo Mianulli (Tolmezzo), Riccardo Merluzzi (Kuroki), Silvia Perissinotto (Sport Team); 2004: Diego Castillo (Dlf Yama Arashi), Ignazio Larcher (Tolmezzo), Manuel Polo Grava (Shimai), Francesco Donno (Sport Team), Andrea Treppo (Kuroki),

Trieste

2009: Elisa Di Giulio (Sakura), Alessio Cazzola, Roberto Cazzola (Sgt), Alessio Roberto Tence (Muggesana); 2008: Roan Balestra, Giacomo Degrassi, Daniel Manià, Sandro Liva, Gabriel Delluniversità (Sgt), Morgana Stocchi, Enrico Coslovich, Nicolò Dilena, Manuel De Marco, Federico Zanier (Muggesana), Francesco Gallo (Spartan), Francesco Sella, Emiliano Davia (Team Trieste), Riccardo Colonna, Elisa Ciliberti (A&R); 2007: Diana Moraru (Dlf), Natan Andreta, Thomas Baragona (Ken Otani), Angelo Campagna, Luca Cazzola, David Slavica, Andrea Macorini, Fabian Svobodan (Sgt), Alessia Pascarella, Gabriele Antonio Santoro (Sakura), Victoria Carrozzo, Giovanni Guiotto (A&R), Achille Macrì (Spartan); 2006: Laura Ceppi (Muggesana), Aldo Corvasce, Rebecca Luzzatto, Filippo Ricamo, Pietro Scolamiero, Ilija Stanojlovic (Sgt), Samuele Crisma (Sakura), Gabriele Finzi (Team Trieste), Barbara Grilli (Ken Otani), Luca Longo (A&R), Mila Stebel (Dlf); 2005: Cristy Rose Pines, Samuel Santarsiero (Muggesana), Lucas Medau (Sgt), Mario Antonio Santoro (Sakura), Irina Moraru (Dlf), Sara Paoli, Matteo Conticello (Ken Otani); 2004: Emma Stoppari, Alessio De Luca, Tina Corte (Sgt), Mattia Stagni (A&R), Massimo Romanin (Dlf), Giulia Bernetti (Ken Otani),

Pordenone

2009: Joele Spagna (Dojo Sacile); 2008: Francesco Mazzon, Luca Modolo, Tristan Gardossi, Michelangelo Pinzan (Skorpion), Leonardo Mazzega (Montereale), Alberto Spagnol (Dojo Sacile); 2007: Leonardo Copat, Andrei Marandoju (Skorpion); 2006: Vanessa Alzetta (Montereale); 2005: Tommaso Bergamo, Itan Zanin (Tamai), Giulia Rossolato, Lodovico Mazzega, Davide Tavan (Montereale), Alessio Cuch (Dojo Sacile); 2004: Andrea Cigalotto, Mattia Menegatti, Samuel Serodine (Villanova), Luca Sartor (Skorpion),

Gorizia

2007: Manuel Pipani (Ugg); 2006: Nicolas Cadenaro (Isao Okano Monfalcone), Dario Casula, Davide Ostinelli (Ugg); 2005: Stefano De Carlo, Salvatore De Carlo (Isao Okano Monfalcone); 2004: Gloria Greco, Gioele Primosi (Isao OKano Monfalcone),

Venezia

2006: Flavia Ancilotto (Cus Venezia); 2005: Giulio Francesco Dolcetti (Cus Venezia); 2004: Aurora Fasolato, Leonardo Zavan, Edoardo Motta, Leonardo Ni (Cus Venezia).

Assegnati a Sacile 10 pass tricolori, in 60 sul tatami per migliorare le conoscenze

Udine, 19 aprile 2015. Dieci atleti hanno staccato il pass tricolore a Sacile in occasione della gara di qualificazione per il campionato italiano juniores in programma il 2-3 maggio a Conversano. Agli undici atleti già promossi alla finale nazionale in seguito alle medaglie del 2014 ed alla posizione nella ranking list tricolore (Alberto Ciardo e Lucrezia Salvador del Dojo Sacile, Francesca Roitero e Leonardo Puppini dello Skorpion, Giada Medves, Laura Scano, Nicola Mortal, Martina Loiacono del Dlf Yama Arashi, Soraya Luri Meret del Kuroki, Matteo Giormani della SGT, Marta Palombini della Muggesana), le gare nel Palamicheletto hanno promosso David Cacitti (Villanova) nei 55 kg, Eugenio Tassotto (Shimai Dojo) nei 60, Marco Vendramini (Skorpion) e Tomas Misson (Dojo Udine) nei 66, Davide Toffoli (Villanova) e Mattia Monsutti (Kuroki-Yama Arashi) nei 73, Angelo Agostini (Villanova) negli 81, Sebastiano Villatora (Spartan Trieste) nei 90, Mariachiara Tedisco (Spartan Trieste) nei 48 e Serena Callegari (Dlf Yama Arashi Udine) nei 63. Quì i risultati completi. Al termine della gara, sul tatami del Palamicheletto, si è tenuta la lezione del Maestro Maurizio Scacco, che si avvale della collaborazione di Mario e Roberto Bros, Michele Battorti, Carlo Budai e Michele Ciolli, per il secondo appuntamento dedicato al nage no kata nel corso di preparazione agli esami di graduazione che conta 60 iscritti, fra i quali si contano anche alcuni giovani agonisti (cadetti e junior). Partecipazione ed attenzione sono stati gli ingredienti che hanno caratterizzato le due ore e mezza di un lavoro particolarmente intenso ed appassionato.

2015 04 18 Sacile 06 2015 04 18 Sacile 07

Sport in Carcere al via in FVG e Pordenone fa da apripista

Pordenone, 18 aprile 2015. L’attività sportiva nell’istituto penitenziario di Pordenone è pronta per essere avviata ed è in programma lunedì 20 aprile la prima sessione del Progetto nazionale “Sport in Carcere”. Attivato dalla collaborazione fra il Coni ed il Ministero di Grazia e Giustizia, il progetto approda per la prima volta in Friuli Venezia Giulia dov’è stato presentato sabato 18 aprile nella sala riunioni Mario Agosti del Coni Point Pordenone alla presenza del Presidente regionale del Coni Giorgio Brandolin, il Delegato di Pordenone Giancarlo Caliman ed il Direttore della Casa Circondariale di Pordenone Alberto Quagliotto. “I valori dello sport, ed in particolare penso a quelli formativi, aggregativi, educativi – ha detto il Presidente Giorgio Brandolin – contribuiscono decisamente a far crescere bene e rendere migliori i nostri giovani, ma questa è una grande opportunità per veicolarli anche fra chi ha commesso degli errori e lo sport, ed il Coni ovviamente, è presente per offrire il suo contributo”. Le difficoltà oggettive della pratica condizionata da ambiti di dimensioni modeste quale è il cortile esterno e l’aula polivalente a disposizione dell’istituto penitenziario di Pordenone, saranno affrontate in un percorso di attività da laureati in scienze motorie/diplomati ISEF e/o istruttori tecnici specializzati individuati nella Provincia di Pordenone che, in questo primo step operativo, sono stati individuati in Daniele Blancuzzi, Marco Rinieri, Enea Sellan e Luca Sonego. Ogni gruppo è composto da 10-15 persone di età diverse e svolgerà tre ore di attività settimanali nelle giornate di lunedì, martedì, giovedì e venerdì fino al mese di giugno per riprendere poi in settembre.

I valori dello sport spiegati ai più piccoli

Udine, 18 aprile 2015. Presentato ieri a Trieste il progetto educativo ideato dalla onlus “Le buone pratiche” che coinvolge 250 bambini dai 9 ai 14 anni. Il podio e i primati possono attendere, spazio piuttosto alla crescita, all’educazione e al cuore. Si chiama “Sport, Emozioni e Cervello” e rappresenta un nuovo progetto ideato dalla onlus “Le Buone Pratiche” e allestito in collaborazione con il Comune, la Sissa, il Coni regionale, l’Università e l’Azienda sanitaria n.1, percorso strutturato su base biennale e indirizzato a 250 ragazzi dai 9 ai 14 anni, selezionati all’interno di scuole e ricreatori comunali. Missione antica, spesso utopistica ma sempre attuale. Lo scopo del progetto targato “Buone Pratiche” punta infatti a ribadire la valenza psico- emotiva dell’attività fisica e il possibile grado di ripercussione sul cammino adolescenziale, un contesto attualmente abitato, almeno in regione, dai rischi della sedentarietà, dalla obesità, dall’incedere degli “sforzi” compiuti unicamente in chiave di twitter, social e dintorni. Più cervello che muscoli, più salute che medaglie. La trama è in parte questa, un percorso che tecnici affiliati al Coni ed educatori dei ricreatori comunali di Trieste proveranno a dipanare attraverso due anni di lavoro e una prima piattaforma di discipline, dalle arti marziali alla atletica, alle attività remiere. Si parte durante il mese di maggio di quest’anno (senza nessuna tassa di iscrizione), dopo una selezione di 250 ragazzi all’interno dei centri comunali didattici dei quartieri di San Giacomo, Barriera Nuova, Valmaura, Roiano, Barcola, Gretta e Via Commerciale. Due le fasi: un preambolo di formazione diretto a genitori, educatori ed allenatori, una seconda di stampo più pratico, con i ragazzi chiamati a confrontarsi sul campo per 8 mesi di sport cadenzato da quattro ore settimanali, supportati anche da un formatore della SISSA. In tal modo i 250 “prescelti” diverranno così le “cavie” su cui (ri)sperimentare lo sport distillato in termini salutistici, valutandone i fattori cognitivi, gli affetti relazionali e le stime comportamentali, quelle magari lontane dai campi della pratica. Un lavoro, quello del monitoraggio, dell’analisi, da attuare nell’arco degli anni scolastici 2015/2016 e 2016/2017 affidato ai ricercatori del Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste in collaborazione con il Laboratorio interdisciplinare della Sissa. Il nuovo progetto matura accompagnato da alcune cifre emblematiche. Stando ai dati comunicati dalla Azienda sanitaria, le patologie cardiovascolari rappresentano a Trieste il 36% del decadimento della salute (34% in regione) mentre, alla luce di una stima fornita dal CONI in campo regionale, i bambini che soffrono il sovrappeso nelle scuole primarie sarebbero già il 27%, il 18% orientato alla obesità. Le iscrizioni e ulteriori informazioni si raccolgono telefonando allo 040/3498975, scrivendo a info@lebuonepratiche.org o visitando il sito www.lebuonepratiche.org. (f.c. da Il Piccolo di sabato 18 aprile 2015, vedi in Rassegna Stampa)

LBP 01 LBP 02 LBP 03

A Sacile per qualificazioni tricolori U21 e Criterium giovanissimi

Udine, 18 aprile 2015. La strada per il tricolore juniores 2015 di judo parte da Sacile. È nel Palamicheletto infatti, che si disputa oggi la gara di qualificazione del campionato italiano under 21, per promuovere i migliori atleti regionali alla finale nazionale in programma il 2-3 maggio a Conversano. Numerosi gli atleti che in base alle medaglie meritate nel 2014 ed alla posizione nella ranking list nazionale sono già ammessi di diritto alla finale pugliese, e sono Alberto Ciardo e Lucrezia Salvador del Dojo Sacile, Francesca Roitero e Leonardo Puppini dello Skorpion, Giada Medves, Laura Scano, Nicola Mortal, Martina Loiacono del Dlf Yama Arashi, Soraya Luri Meret del Kuroki, Matteo Giormani della SGT, Marta Palombini della Muggesana. Partecipazione contenuta il sabato dunque, per esplodere la domenica in occasione della seconda prova del Criterium Giovanissimi che porterà nel Palamicheletto 424 piccoli judoka fra i 6 e gli 11 anni di 26 società.

Calendario Fijlkam, cambiate le date di 4 tornei

Roma 14 aprile 2015 – Si comunica ufficialmente lo spostamento delle seguenti manifestazioni di Judo come da calendario ufficiale FIJLKAM.

Trofeo Internazionale della Mole Città di Torino (G.P. Seniores/Juniores) dal 4 ottobre al 29 novembre;

Trofeo Internazionale Città dell’Aquila (Trofeo Italia) dal 10 maggio al 18 ottobre;

Trofeo Internazionale Romagna (Trofeo Italia) dal 18 ottobre all’ 11 ottobre;

Torneo Internazionale San Marino – Femminile dal 10 ottobre al 7 novembre.

L’istanza di Brandolin risparmia la grana dello Split payment alle Asd

Trieste, 16 aprile 2015. Con una piccola frase in una circolare corposa è stato risolto un grande problema per le associazioni sportive dilettantistiche. È questo il pensiero dell’esperto fiscale del Coni Fvg Alberto Rigotto in merito allo “split payment”, ovvero quella scissione dei pagamenti fra costo vivo e Iva, introdotto per le pubbliche amministrazioni dalla Finanziaria 2015 al fine di ridurre l’evasione delle imposte e che avrebbe dovuto interessare anche le Asd. È notizia di questi giorni infatti che, accogliendo l’istanza dell’onorevole e presidente del Coni regionale Giorgio Brandolin, nella circolare 15/E del 13 aprile applicativa del nuovo regime di pagamenti l’Agenzia delle Entrate ha escluso le Asd in regime 398 da questo tipo di disciplina. Per i club dilettantistici in sostanza non cambia nulla rispetto a ieri: per tutte le fatture emesse nei confronti della pubblica amministrazione, Comuni compresi, continueranno ad incassare il corrispettivo IVA compresa e versando successivamente e trimestralmente all’erario il 50% dell’IVA incassata. Se invece fossero state assoggettate al nuovo regime dello split payment, le asd in regime 398 non avrebbero incassato l’IVA sulle fatture, andando così in credito IVA (il 50% che le asd non versano all’erario in quanto destinatarie di un regime forfettario agevolato) con notevoli problematiche applicative tipo la possibilità poi di recuperare in tempi normali il credito iva creaotosi. “Con una piccola frase in una circolare corposa è stato risolto un grande problema per le Asd – ha chiarito Alberto Rigotto – che dopo aver ottenuto la forfetizzazione al 50% anche per le fatture di sponsorizzazione (fino a dicembre dello scorso anno veniva recuperato solo il 10% dell’IVA su tali fatture), si sarebbero trovate in un “grande pasticcio” con moltissime implicazioni negative; ad esempio l’impossibilità di accedere ai canali ordinari per il rimborso dell’IVA; le Asd in 398 non presentano dichiarazione IVA e quindi come avrebbero potuto chiedere il rimborso dell’IVA a credito? Un grazie al Presidente Brandolin il cui intervento e la conseguente circolare hanno risolto una questione molto importante per le Asd”.