vai al vecchio sito

Day 22 febbraio 2015

Denise Lorenzoni sul podio nell’European Cup a Follonica: è bronzo!

Follonica, 22 febbraio 2015. Splendido terzo posto per la triestina Denise Lorenzoni, che è salita sul podio a Follonica in occasione dell’European Cadet Cup, torneo che ha registrato la partecipazione dei 300 atleti da sedici nazioni. “Sono molto felice per questo risultato – ha detto Denise appena scesa dal podio – perché ho lavorato molto per ottenerlo, anche se sapevo che non sarebbe stato così semplice avendo cambiato categoria soltanto lo scorso settembre”. Denise Lorenzoni, 16 anni, ha gareggiato nei 57 kg disputando cinque combattimenti e per una sconfitta decisa soltanto da una sanzione, con l’israeliana Noa Even, si sono cobtrapposte quattro vittorie, che sono state ottenute tutte per ippon, con Fabiana Carbone, Marta Bortas (Cro), Lesley Koorn (Ned) e Dora Bortas (Cro). “Un bel risultato – ha commentato il coach Sgt Monica Barbieri – arrivato alla seconda partecipazione in European Cup, infatti già la settimana scorsa a Zagabria Denise ha dimostrato di essere competitiva. Ma sono soddisfatta del comportamento in gara di tutte le nostre ragazze ed ora puntiamo ai campionati italiani”. Oltre Denise Lorenzoni hanno gareggiato a Follonica anche Cristina Visentin nei 44 kg, Alessia Benvegnù nei 52 kg ed Elisa Toniolo nei 63 kg, le stesse che hanno gareggiato anche nell’European Cadet Cup in Croazia. In quest’occasione Cristina Visentin è stata eliminata da Jennifer Dadgarporian (Ned), Alessia Benvegnù si è classificata al settimo posto con una sconfitta da Olivia Taroncher (Aut), due vittorie su Giulia Gusai e Michela Piaggio ed un’altra sconfitta, da Shir Kellner (Isr), mentre Elisa Toniolo ha vinto con Helena Vukovic (Cro) e perso da Mirjana Milic (Mne).

Oro per Italia, Olanda e Spagna nell’European Cup a Follonica

Follonica, 21 febbraio 2015. Cinque medaglie d’oro per l’Italia, due all’Olanda, una alla Spagna, è questo lo score della prima giornata dell’European Cup Cadets a Follonica, torneo con 300 atleti di sedici nazioni. Ben 14 le medaglie vinte dalla numerosa rappresentativa italiana (142 atleti), ma il livello della concorrenza è stato alto, mettendo in mostra numerose individualità degne di nota. “La prima giornata di gare è stata di buon livello – ha detto Nicola Moraci, responsabile nazionale cadetti – si è potuto apprezzare un ottimo judo al passo con quello visto a Zagabria. La presenza di Olanda e Spagna ha dato spessore al torneo ed in particolare hanno brillato Laura Martinez Abelenda e Jessica Gorissen, prime rispettivamente nei 44 e 52 kg, mentre l’Italia ha confermato di essere molto competitiva a livello europeo in alcune categorie. Alcuni nomi? I primi cui penso sono Giovanni Esposito, Luca Caggiano e Biagio D’Angelo. E domani c’è la seconda puntata…”. “La Toscana non ha balbettato alla prima esperienza organizzativa di European Cup” è stato il commento del presidente del Comitato Regionale toscano Francesco Usai, mentre per Mario Resti (presidente del comitato organizzatore) “è stato il livello tecnico espresso in questa prima giornata che mi ha impressionato e lasciato molto soddisfatto”.