vai al vecchio sito

Month febbraio 2015

In 500 da 9 nazioni per il 33° Trofeo Città di Tolmezzo

Udine, 25 febbraio 2015. Tolmezzo è pronta ad accogliere l’edizione numero 33 del Trofeo Internazionale “Città di Tolmezzo”, manifestazione organizzata dal Judo Club locale ed in programma sabato 28 febbraio e domenica 1 marzo nel palazzetto dello sport di viale Aldo Moro. È stato il sindaco di Tolmezzo Francesco Brollo, in occasione della conferenza stampa di presentazione ospitata nella sala consiliare ad esprimere soddisfazione per il lavoro che il Judo Club Tolmezzo svolge sul territorio da oltre trent’anni sia a livello educativo che formativo, “ma apprezzo molto – ha aggiunto – anche il ruolo che, in occasione di questo evento sportivo viene svolto sotto un profilo squisitamente turistico”. In base ai dati messi a disposizione dal club presieduto da Anna Miniggio infatti, saranno circa cinquecento gli atleti in gara provenienti da nove nazioni, Austria, Croazia, Francia, Italia, Malta,  San Marino, Romania, Slovenia e Ungheria, per un movimento complessivo che comprende tecnici, arbitri ed accompagnatori, di almeno un migliaio di persone. La manifestazione si rivolge alle classi giovanili degli esordienti A e B, i cadetti che gareggiano nella giornata di domenica, mentre junior, senior e master saranno impegnati sui tatami tolmezzini dalle 15 di sabato. L’edizione 2014, che registrò la partecipazione di 410 atleti di 69 società provenienti da Austria, Belgio, Croazia, Italia, Slovacchia e Slovenia, è stata vinta dal team sloveno del Sankaku Celje, ma i friulani si comportarono molto bene, con cinque club fra i primi dieci, il Judo Club Tolmezzo al quinto posto e ben 13 atleti con la medaglia d’oro al collo, dei quali Alessandra Azoto, Giorgia Biscosi, Mattia Zarabara appartenenti al club carnico. “È l’occasione per migliorarsi ancora – ha detto l’insegnante del Judo Club Tolmezzo Lorenzo Miniggio – sia in termini di risultati, che nell’organizzazione della manifestazione che coinvolge sempre tutti i nostri preziosi volontari”.

Statistiche 33° Trofeo Tolmezzo

Notizie dai club, Sport Team Udine brilla a Como

Sport Team Judo Udine prima società al 12° Trofeo Città di Como. Sabato 14 febbraio lo Sport Team Judo Udine ha partecipato al 12° Trofeo Città di Como, trofeo organizzato dalla società Sankaku Judo Como. Particolarità del trofeo è che oltre alle gare individuali, viene organizzata anche la gara a squadre per Esordienti B. Risultati gara individuale: Comuzzi Michele (66 ES B): 1°; Logatto Federico (55 ES B): 1°; Ietri Matteo (60 ES B): 2°; Fattori Gaia (63 ES B): 2°; Costa Piera (63 CAD): 3°; Piconi Raffaele (66 CAD): 3°; Altri in gara: Paternò Jari, Dri Pietro, Gonzales Santiago, Piccinin Gabriele, Schiavon Luca; Gara a squadre: 45: Paternò Jari, Dri Pietro; 50: Gonzales Santiago; 55: Logatto Federico; 60 Ietri Matteo, Piccinin Gabriele; 66 Comuzzi Michele; Sport Team – ASD Sharin Judo: 4-1; ASD Judo Cappelletti – Sport Team: 2-3; Sport Team – ASD Sankaku Judo Como: 3-2

Sport Team 2 Sport Team 3

Denise Lorenzoni sul podio nell’European Cup a Follonica: è bronzo!

Follonica, 22 febbraio 2015. Splendido terzo posto per la triestina Denise Lorenzoni, che è salita sul podio a Follonica in occasione dell’European Cadet Cup, torneo che ha registrato la partecipazione dei 300 atleti da sedici nazioni. “Sono molto felice per questo risultato – ha detto Denise appena scesa dal podio – perché ho lavorato molto per ottenerlo, anche se sapevo che non sarebbe stato così semplice avendo cambiato categoria soltanto lo scorso settembre”. Denise Lorenzoni, 16 anni, ha gareggiato nei 57 kg disputando cinque combattimenti e per una sconfitta decisa soltanto da una sanzione, con l’israeliana Noa Even, si sono cobtrapposte quattro vittorie, che sono state ottenute tutte per ippon, con Fabiana Carbone, Marta Bortas (Cro), Lesley Koorn (Ned) e Dora Bortas (Cro). “Un bel risultato – ha commentato il coach Sgt Monica Barbieri – arrivato alla seconda partecipazione in European Cup, infatti già la settimana scorsa a Zagabria Denise ha dimostrato di essere competitiva. Ma sono soddisfatta del comportamento in gara di tutte le nostre ragazze ed ora puntiamo ai campionati italiani”. Oltre Denise Lorenzoni hanno gareggiato a Follonica anche Cristina Visentin nei 44 kg, Alessia Benvegnù nei 52 kg ed Elisa Toniolo nei 63 kg, le stesse che hanno gareggiato anche nell’European Cadet Cup in Croazia. In quest’occasione Cristina Visentin è stata eliminata da Jennifer Dadgarporian (Ned), Alessia Benvegnù si è classificata al settimo posto con una sconfitta da Olivia Taroncher (Aut), due vittorie su Giulia Gusai e Michela Piaggio ed un’altra sconfitta, da Shir Kellner (Isr), mentre Elisa Toniolo ha vinto con Helena Vukovic (Cro) e perso da Mirjana Milic (Mne).

Oro per Italia, Olanda e Spagna nell’European Cup a Follonica

Follonica, 21 febbraio 2015. Cinque medaglie d’oro per l’Italia, due all’Olanda, una alla Spagna, è questo lo score della prima giornata dell’European Cup Cadets a Follonica, torneo con 300 atleti di sedici nazioni. Ben 14 le medaglie vinte dalla numerosa rappresentativa italiana (142 atleti), ma il livello della concorrenza è stato alto, mettendo in mostra numerose individualità degne di nota. “La prima giornata di gare è stata di buon livello – ha detto Nicola Moraci, responsabile nazionale cadetti – si è potuto apprezzare un ottimo judo al passo con quello visto a Zagabria. La presenza di Olanda e Spagna ha dato spessore al torneo ed in particolare hanno brillato Laura Martinez Abelenda e Jessica Gorissen, prime rispettivamente nei 44 e 52 kg, mentre l’Italia ha confermato di essere molto competitiva a livello europeo in alcune categorie. Alcuni nomi? I primi cui penso sono Giovanni Esposito, Luca Caggiano e Biagio D’Angelo. E domani c’è la seconda puntata…”. “La Toscana non ha balbettato alla prima esperienza organizzativa di European Cup” è stato il commento del presidente del Comitato Regionale toscano Francesco Usai, mentre per Mario Resti (presidente del comitato organizzatore) “è stato il livello tecnico espresso in questa prima giornata che mi ha impressionato e lasciato molto soddisfatto”.

Diciotto nazioni a Follonica per l’European Cadet Cup, 5 triestini in gara

Trieste, 20 febbraio 2015. Sono cinque gli atleti FVG e sono tutti triestini, quelli che saranno impegnati sabato 21 e domenica 22 febbraio a Follonica nella Cadet European Judo Cup, tappa dell’IJF World Cadet Tour. Si tratta di Matteo Pribaz (60 kg) del Team Trieste, di Cristina Visentin (44 kg), Alessia Benvegnù (52), Denise Lorenzoni (57) ed Elisa Toniolo (63), tutte della Ginnastica Triestina e proseguiranno il percorso avviato lo scorso week end a Zagabria, nell’ambito dell’European Cup Cadet con 552 atleti da 27 nazioni. La manifestazione in Toscana che raccoglie il testimone ceduto dall’Ucraina (per i noti motivi) mette a confronto 324 atleti (143 nelle categorie femminili, 181 in quelle maschili) provenienti da 18 nazioni, e sono ben 150 gli atleti italiani iscritti (82 maschi, 68 femmine).

Elisa Marchiò settima ad Oberwart, Visentin e Toniolo none a Zagabria

Trieste, 17 febbraio 2015. Settimo posto ad Oberwart per la triestina Elisa Marchiò nell’European Open Women con 127 atlete di 27 nazioni. Superato il primo turno di gara nei +78 kg su Sarah Mairhofer (Aut), la Marchiò non è riuscita nell’impresa di superare Megumi Tachimoto (Jpn), numero 4 del ranking mondiale ed è stata poi nuovamente sconfitta dalla cinese Wang Rui. Il piazzamento austriaco porta sedici punti alla triestina che, con il 46° posto assoluto, mantiene una posizione interlocutoria nel ranking mondiale. Due piazzamenti sono maturati anche a Zagabria in occasione dell’European Cup Cadet che ha registrato la partecipazione di 552 atleti da 27 nazioni e ben cinque triestini fra i 62 atleti italiani in gara. Al nono posto dell’impegnativa tappa dell’IJF World Cadet Tour si sono classificate Cristina Visentin nei 44 kg ed Elisa Toniolo nei 63 kg. Partita con la vittoria su Matea Behin (Cro), Cristina Visentin è stata poi sconfitta due volte da Daria Bilodid (Ukr) e Ljudmila Mercnik (Slo), mentre Elisa Toniolo, dopo la sconfitta iniziale patita da Anja Obradovic (Srb), ha superato nei recuperi Tarah Stumpp (Ger) per inchinarsi nuovamente di fronte a Mirjana Milic (Mne). Per quanto riguarda gli altri triestini invece, nei 60 kg Matteo Pribaz è stato eliminato soltanto per una sanzione di differenza da Hrvoje Hrvoj (Cro), nei 52 kg Alessia Benvegnù è stata messa fuori da Noemie Brochot (Fra), nei 57 kg Denise Lorenzoni ha trovato il disco rosso con Andrada Balas (Rou).

Open Rome martedì su Rai Sport 2

Ostia, 15 febbraio 2015. La sintesi dell’European Open Men che si è disputato questo fine settimana nel PalaPellicone andrà in onda su Rai Sport 2 alle 15 martedì 17 febbraio.

Italia undici volte sul podio a Zagabria, oro Lombardo e Parlati

Zagabria, 15 febbraio 2015. La medaglia d’oro di Christian Parlati (73) ed i tre terzi posti ottenuti da Flavia Favorini (57), Chiara Lisoni (63), Andrea Fusco (81) nella seconda giornata dell’European Cup Cadets a Zagabria (552 atleti, 27 nazioni) hanno confermato l’eccellente posizione dell’Italia nell’ambito del torneo croato. Le undici medaglie andate al collo degli azzurrini seguiti da Nicola Moraci, Laura Di Toma e Sandro Piccirillo è il quantitativo più alto, risultato migliore della Francia che ne ha meritate dieci e dell’Ucraina, sei, nel medagliere invece, l’Italia si è piazzata terza con 2 primi, un secondo e otto terzi posti, preceduta dall’Ucraina (3-1-2) e dalla Francia (2-5-3).

-57 kg

  1. SZYMANSKA, Angelika POL
  2. GIRAUD, Marine FRA
  3. FAVORINI, Flavia ITA e MINENKOVA, Ulyana BLR

-63 kg

  1. OBRADOVIC, Jovana SRB
  2. OBRADOVIC, Anja SRB
  3. LISONI, Chiara ITA e SAID ERRHAMANI, Assia FRA

-70 kg

  1. PRODAN, Karla CRO
  2. BORISOVA, Boryana BUL
  3. OPRESNIK, Petra SLO e PEKOVIC, Jovana MNE

+70 kg

  1. PAULUSOVA, Marketa CZE
  2. DERROUAZI, Soumaya FRA
  3. GOBEC, Lea CRO
  4. SZIGETVARI, Mercedesz HUN

 

-73 kg

  1. PARLATI, Christian ITA
  2. CHERKAI, Oleksandr UKR
  3. AMIR, Itamar ISR e RUDII, Vadim MDA

-81 kg

  1. AIT MOHAMED AMER, Sofiane FRA
  2. SERBAN, Eduard ROU
  3. FUSCO, Andrea ITA e MILETIC, Toni BIH

-90 kg

  1. BABENKO, Oleksii UKR
  2. DEVOS, Paul FRA
  3. KMIELIAUSKAS, Antanas LTU e MICIC, Stefan SRB

+90 kg

  1. KOSTIC, Vladimir SRB
  2. KRSMANOVIC, Aleksandar BIH
  3. FABOS, Kristof HUN e MOISIEIEV, Alieksiei UKR

JUDO – Sette medaglie per l’Italia a Zagabria, oro per Manuel Lombardo

Zagabria, 14 febbraio 2015. Manuel Lombardo, medaglia d’oro nei 60 kg, Biagio D’Angelo, argento nei 50 kg e ben cinque medaglie di bronzo andate al collo di Sara Trina (40), Sofia Petitto (44), Martina Zamponi (48), Luca Carlino (55) e Luca Caggiano (60). Sono sette le medaglie dell’Italia dei cadetti guidati da Nicola Moraci, Laura Di Toma e Sandro Piccirillo nella prima giornata dell’European Cup Cadets a Zagabria, torneo con 552 atleti di 27 nazioni. Il risultato è importante ed al termine della prima giornata di gare colloca la squadra azzurra al primo posto per numero di medaglie vinte ed al terzo posto per pregio, preceduti da Ucraina (2-0-1) e Francia (1-2-2). Domenica sul tatami altri 30 azzurri, 15 femmine ed altrettanti maschi.

-40 kg

  1. LAROCHE, Cassandra FRA
  2. SIVKOVA, Boyana BUL
  3. TRINA, Sara ITA

-44 kg

  1. BILODID, Daria UKR
  2. BOUKLI, Shirine FRA
  3. PETITTO, Sofia ITA e PIECHOTA, Olivia GBR

-48 kg

  1. STANGAR, Marusa SLO
  2. PONT, Blandine FRA
  3. PETROVIC, Nadezda SRB e ZAMPONI, Martina ITA

-52 kg

  1. TOPOLOVEC, Tihea CRO
  2. KAJZER, Kaja SLO
  3. BOUDOUAIA, Lydia FRA e KIRILOVA, Plamena BUL

-50 kg

  1. BINHAK, Tomas CZE
  2. D ANGELO, Biagio ITA
  3. LUNCAN, Vlad ROU e MARIASSE, El Mehdi FRA

-55 kg

  1. IVANOV, Denislav BUL
  2. GOLOMB, Tomer ISR
  3. AHARON, Alon ISR e CARLINO, Luca ITA

-60 kg

  1. LOMBARDO, Manuel ITA
  2. KOZMA, Akos HUN
  3. CAGGIANO, Luca ITA e GUNICS, Endre HUN

-66 kg

  1. MANUKIAN, Gievorg UKR
  2. CZIZSEK, Mathias AUT
  3. JURKOVIC, Ivo SLO e TSIUKH, Dmytro UKR

Ringraziamento

Udine, 12 febbraio 2015. La famiglia Lovato, profondamente commossa per la partecipazione alla dolorosa perdita di Luciano, nell’impossibilità di farlo personalmente e singolarmente, ringrazia tutti coloro che hanno partecipato e condiviso in ogni forma e modo questo terribile ed inatteso momento. Le ceneri dell’adorato Luciano sono state tumulate oggi in forma privata nel cimitero di Paderno.

2014 01 23 Luciano

MGA, Riunione Fiduciari e Aggiornamento Docenti Nazionali

Il 6 e 7 febbraio 2015 si è svolta al Lido di Ostia la riunione nazionale dei Fiduciari Regionali e il corso di aggiornamento annuale dei Docenti Nazionali MGA.

Il Centro Olimpico “Matteo Pellicone” ha ospitato i due importanti eventi tra i quali risalta l’importante appuntamento formativo nell’ambito dello sviluppo del Metodo Globale Autodifesa che ha visto riunirsi i tecnici FIJLKAM preposti alla diffusione della disciplina su tutto il territorio Nazionale.

In apertura della prima giornata è intervenuto il Presidente Federale FIJLKAM Domenico Falcone che ha voluto ribadire in modo incisivo l’importanza del Metodo MGA, come unico metodo di Difesa della FIJLKAM. Dopo l’intervento del Presidente la riunione è proseguita con alcuni chiarimenti relativi alla corretta gestione amministrativa dei corsi di aggiornamento e formazione regionale. MGA 001

Sono seguite importanti comunicazioni del Presidente della Commissione Nazionale MGA Giovanni Morsiani ed i propositivi interventi del M° Vincenzo Failla e della M° Cinzia Colaiacomo, componenti della stessa commissione. La riunione è proseguita con il resoconto dell’attività svolta dai Fiduciari dall’inizio del Quadriennio Olimpico e un’interessante esposizione dei risultati e soddisfazioni ottenute, ma anche delle complessità incontrate nei vari ambiti organizzativi regionali.

Tanti gli argomenti toccati anche il giorno successivo durante l’intenso corso di aggiornamento Docenti Nazionali. Molto interessante il tema trattato dal Dr. Fulvio Rossi denominato: “La FIJLKAM  per lo sviluppo della cultura del rispetto, base di ogni  convivenza, il contrasto alla violenza in ogni contesto e l’abbattimento dei suoi costi sociali. Approfondimenti sulle  modalità di  prevenzione e contrasto della violenza. Indicazione dei progetti in corso e dei percorsi formativi fattibili”.

La Dott.ssa Susanna Loriga ha disquisito sul tema: “I percorsi FIJLKAM per sviluppare l’autocontrollo e la cultura della non violenza: tecniche, verbali e non verbali, per migliorare il proprio benessere psicofisico e i  rapporti interpersonali anche in ambito lavorativo. Breve panoramica sui risultati ottenuti negli anni, attraverso il progetto MGA”. MGA 002

L’organizzazione del seminario anche per i temi trattati è stata accolta dai partecipanti con particolare entusiasmo. Un grande successo che corona lo sforzo attuato dalla Federazione volto al formare i tecnici MGA in modo strutturato, coerente e soprattutto attuale.

 

Trieste, 12 febbraio 2015

 

Claudio Valentini

Fiduciario Regionale MGA

FIJLKAM Friuli Venezia Giulia