vai al vecchio sito

Day 28 gennaio 2015

Il week end dello Skorpion fra Lignano e Giaveno

Pordenone, 28 gennaio 2015. Nel corso del passato weekend al Palagetur di Lignano Sabbiadoro si è svolto il Trofeo Internazionale Alpe Adria, organizzato dagli amici del Dlf Yama Arashi Udine, al quale hanno partecipato atleti provenienti da tutta italia e da diverse nazioni europee per un totale di quasi mille partecipanti! Ivan Grando è stato il più piccolo skorpione a salire sul tatami, accompagnato dal tecnico Roberto Feletto. Ha perso il primo incontro e purtroppo non è stato recuperato. Giovanni Rosso, guidato da Luca Copat, ha invece vinto due incontri e ne ha perso uno. Nessuna medaglia, ma un po’ di esperienza in più portata a casa per Ivan e Giovanni! Domenica è stata la volta dei più grandi e della splendida prestazione di Leonardo Puppini che, con un solo incontro perso e cinque incontri vinti, ha raggiunto il terzo gradino del podio! Il risultato è ottimo, soprattutto considerando che quella di Leo è una delle sole 6 medaglie ottenute dai judoka, cadetti e juniores, friulani. Molto vicina alla medaglia si è portata Francesca Roitero, che però è dovuta tornare a casa con un quinto posto che lascia l’amaro in bocca per una finalina in cui aveva condotto per waza-ari quasi fino alla fine. Meno fortunata è stata la gara di Mirco Marcuz, che ha vinto il primo incontro e perso il secondo, e di Simore Quattrin, Enrico Sartor e Marco Vendramini che hanno perso il primo incontro e non sono stati ripescati. Su un altro palcoscenico, quello di Giaveno (Torino), si è tenuta, sempre Domenica, la prima prova del Grand Prix d’Italia. Quest’ultimo consta di sei eventi totali: quattro tappe, il campionato italiano e il torneo delle regioni/coppa Italia; i risultati ottenuti dagli atleti in questi appuntamenti conferiscono i punti per la ranking list nazionale per ogni kata. La rappresentativa del FVG si è presentata con coppie di atleti navigati, ma variamente assortiti rispetto agli anni precedenti, e una nuova giovane coppia: Luna Franco e Chiara De Bortoli, le nostre due skorpioncine. Le ragazze e il nostro presidente Massimo Cester, in coppia con Davide Mauri (del Kuroki Tarcento), si sono esibite nel Katame No Kata, confrontandosi con tutti i migliori d’Italia, dalla coppia vicecampionessa del mondo e campionessa europea open 2014 Fregnan-Moregola a quella dei campioni europei 2014 over 46 formata da Proietti e Varazzi. Il totale complessivo dei partecipanti a questo kata è stato di 17 coppie, divise in due poule. Il regolamento vigente ha previsto che le prime tre coppie di ogni poule potessero accedere alla finale. Accesso alla finale che è arrivato, grazie al secondo posto in poule, per la coppia Cester-Mauri; coppia, quest’ultima, di osservati speciali, che sicuramente ha destato l’interesse di diversi avversari in quanto neocostituita in quest’anno di gare. La finale di Massimo e Davide è stata lunga e impegnativa, portandoli a calcare, con grande soddisfazione per entrambi, il terzo gradino del podio! Il loro insieme a quello della coppia Sato-Polo (Kuroki) è stato il miglior risultato ottenuto dagli atleti friulani! Le più piccoline in gara, Luna e Chiara, hanno invece ottenuto il penultimo miglior punteggio, superando persino una coppia di cinture nere, e con un solo punto di differenza dai terzultimi. Il loro compagno di allenamento e mentore per il kata Massimo ha dichiarato soddisfatto: “Lo stupore e gli sguardi dei giudici che la hanno arbitrate la dice lunga sulle sensazioni che sono riuscite a suscitare. Sono state semplicemente bravissime!! Passione, sacrificio ed impegno ampiamente ripagati!”

1Luca Leo e Ale 1Skorpioni Giaveno 2015 Luca Leo Podio Giaveno 2015 Squadra FVG Giaveno 2015

Tutti i risultati del “Città di Giaveno”

Udine, 28 gennaio 2015. Settantuno coppie da dodici regioni d’Italia e dalla Svizzera si sono confrontate nel Gran Prix Internazionale di Katà “Città di Giaveno”, manifestazione organizzata dal CR Piemonte e Valle d’Aosta che ha espresso un livello tecnico importante e utile per le imminenti convocazioni nelle rappresentative nazionali. Gian Piero Gobbi e Cristina Vetturini hanno coordinato gli arbitri delle gare che hanno dato i seguenti esiti.

Nage No Kata. Primo posto per la coppia Mauro Collini e Tommaso Rondinini (Judo Club Brisighella) che ha preceduto i salernitani Edoardo e Luigi Rizzo (Yama Arashi Salerno) e, al terzo posto, Stefano Cesana-Tommaso Campanella del Judo Club Erba affiancati dal punteggio di Michele Battorti (Polisportiva Villanova) e Stefano Bucer (Dlf Trieste). Quinto posto a Matteo Martini-Alberto Gainelli (Cam Verona) e sesto posto a Livio Grillo-Alberto Nota (Kata Club Piemonte).

Katame No Kata. Ai primi due posti Stefano Proietti-Alessandro Varazi (Ushishima Perugia) e Andrea Fregnan-Stefano Moregola (Eurobody Portoviro), coppie regine in Europa che hanno preceduto Massimo Cester (Skorpion Pordenone)-Davide Mauri (Kuroki Tarcento). Al quarto posto Valter Sella-Sergio Rizzi (Kata Club Piemonte), quinto per Micaela Costa-Andrea Sudetti (Laus Landriano) e sesto per Eugenio ed Ermanno Ancona (Shin Gi Tai Verona).

Ju No Kata. Decisivi i punteggi delle tecniche per attribuire il primo posto nel Ju no in cui Alessandro Gavin-Giovanni Enriore (Kata Club Piemonte) e Laura Bugo-Carlotta Checchi (Polisportiva San Mamolo), classificati nell’ordine ma con identico punteggio. Terzo posto per Giovanni e Angelica Tarabelli (Dojo Tarabelli Trento), quarto alla coppia svizzera Fabrice e Antonella Beney e quinto ai toscani Roberto Bibolotti-Luca Benelli (Kodokan Vallecchia).

Kime No Kata. Andrea Giani Contini-Giuseppe Di Stefano (Doshin Firenze) sul gradino più alto del podio precedendo Rocco Romano-Gaetano Castanò (Judo Club Erba), Enrico Tommasi-Giulio Gainelli (Cam Verona). Finalisti senza medaglia invece, nell’ordine Roberto Gabutti-Ezio Centolanze (Kata Club Piemonte), Katia Scapazzoni-Sofia Roncone (Dunakoshi La Spezia), Giuseppe Guerrisi-Arianna Pozzi (Laus Landriano).

Kodokan Goshin Jutsu. Marco Dotta-Marco Durigon (Judo Kiai Portogruaro) è stata la coppia regina nel Kodokan che si è lasciata alle spalle Elena Cazzola-Elisa Tanda (Kata Club Piemonte) e Marika Sato-Fabio Polo (Kuroki Tarcento). Al quarto posto Gianluca della Valentina-Michele Capparella (Campalto Favaro), quinti Albertina Gallina-Marco Minopoli (Judo Club Erba) e sesti Nicolò Mengoli-Davide Martin (Kiai Portogruaro).

Gavino e Monica Piredda (Judo Club Alghero) si sono imposti infine nel Koshiki No Kata precedendo Stefano Proietti-Alessandro Varazi e Roberto Gabutti-Ezio Centolanze, mentre l’Itsusunu Kata ha premiato Stefano Proietti-Alessandro Varazi che hanno preceduto Valter Sella-Sergio Rizzi e Claudio Quartieri-Giancarlo Dalto.