vai al vecchio sito

Month gennaio 2015

Il week end dello Skorpion fra Lignano e Giaveno

Pordenone, 28 gennaio 2015. Nel corso del passato weekend al Palagetur di Lignano Sabbiadoro si è svolto il Trofeo Internazionale Alpe Adria, organizzato dagli amici del Dlf Yama Arashi Udine, al quale hanno partecipato atleti provenienti da tutta italia e da diverse nazioni europee per un totale di quasi mille partecipanti! Ivan Grando è stato il più piccolo skorpione a salire sul tatami, accompagnato dal tecnico Roberto Feletto. Ha perso il primo incontro e purtroppo non è stato recuperato. Giovanni Rosso, guidato da Luca Copat, ha invece vinto due incontri e ne ha perso uno. Nessuna medaglia, ma un po’ di esperienza in più portata a casa per Ivan e Giovanni! Domenica è stata la volta dei più grandi e della splendida prestazione di Leonardo Puppini che, con un solo incontro perso e cinque incontri vinti, ha raggiunto il terzo gradino del podio! Il risultato è ottimo, soprattutto considerando che quella di Leo è una delle sole 6 medaglie ottenute dai judoka, cadetti e juniores, friulani. Molto vicina alla medaglia si è portata Francesca Roitero, che però è dovuta tornare a casa con un quinto posto che lascia l’amaro in bocca per una finalina in cui aveva condotto per waza-ari quasi fino alla fine. Meno fortunata è stata la gara di Mirco Marcuz, che ha vinto il primo incontro e perso il secondo, e di Simore Quattrin, Enrico Sartor e Marco Vendramini che hanno perso il primo incontro e non sono stati ripescati. Su un altro palcoscenico, quello di Giaveno (Torino), si è tenuta, sempre Domenica, la prima prova del Grand Prix d’Italia. Quest’ultimo consta di sei eventi totali: quattro tappe, il campionato italiano e il torneo delle regioni/coppa Italia; i risultati ottenuti dagli atleti in questi appuntamenti conferiscono i punti per la ranking list nazionale per ogni kata. La rappresentativa del FVG si è presentata con coppie di atleti navigati, ma variamente assortiti rispetto agli anni precedenti, e una nuova giovane coppia: Luna Franco e Chiara De Bortoli, le nostre due skorpioncine. Le ragazze e il nostro presidente Massimo Cester, in coppia con Davide Mauri (del Kuroki Tarcento), si sono esibite nel Katame No Kata, confrontandosi con tutti i migliori d’Italia, dalla coppia vicecampionessa del mondo e campionessa europea open 2014 Fregnan-Moregola a quella dei campioni europei 2014 over 46 formata da Proietti e Varazzi. Il totale complessivo dei partecipanti a questo kata è stato di 17 coppie, divise in due poule. Il regolamento vigente ha previsto che le prime tre coppie di ogni poule potessero accedere alla finale. Accesso alla finale che è arrivato, grazie al secondo posto in poule, per la coppia Cester-Mauri; coppia, quest’ultima, di osservati speciali, che sicuramente ha destato l’interesse di diversi avversari in quanto neocostituita in quest’anno di gare. La finale di Massimo e Davide è stata lunga e impegnativa, portandoli a calcare, con grande soddisfazione per entrambi, il terzo gradino del podio! Il loro insieme a quello della coppia Sato-Polo (Kuroki) è stato il miglior risultato ottenuto dagli atleti friulani! Le più piccoline in gara, Luna e Chiara, hanno invece ottenuto il penultimo miglior punteggio, superando persino una coppia di cinture nere, e con un solo punto di differenza dai terzultimi. Il loro compagno di allenamento e mentore per il kata Massimo ha dichiarato soddisfatto: “Lo stupore e gli sguardi dei giudici che la hanno arbitrate la dice lunga sulle sensazioni che sono riuscite a suscitare. Sono state semplicemente bravissime!! Passione, sacrificio ed impegno ampiamente ripagati!”

1Luca Leo e Ale 1Skorpioni Giaveno 2015 Luca Leo Podio Giaveno 2015 Squadra FVG Giaveno 2015

Tutti i risultati del “Città di Giaveno”

Udine, 28 gennaio 2015. Settantuno coppie da dodici regioni d’Italia e dalla Svizzera si sono confrontate nel Gran Prix Internazionale di Katà “Città di Giaveno”, manifestazione organizzata dal CR Piemonte e Valle d’Aosta che ha espresso un livello tecnico importante e utile per le imminenti convocazioni nelle rappresentative nazionali. Gian Piero Gobbi e Cristina Vetturini hanno coordinato gli arbitri delle gare che hanno dato i seguenti esiti.

Nage No Kata. Primo posto per la coppia Mauro Collini e Tommaso Rondinini (Judo Club Brisighella) che ha preceduto i salernitani Edoardo e Luigi Rizzo (Yama Arashi Salerno) e, al terzo posto, Stefano Cesana-Tommaso Campanella del Judo Club Erba affiancati dal punteggio di Michele Battorti (Polisportiva Villanova) e Stefano Bucer (Dlf Trieste). Quinto posto a Matteo Martini-Alberto Gainelli (Cam Verona) e sesto posto a Livio Grillo-Alberto Nota (Kata Club Piemonte).

Katame No Kata. Ai primi due posti Stefano Proietti-Alessandro Varazi (Ushishima Perugia) e Andrea Fregnan-Stefano Moregola (Eurobody Portoviro), coppie regine in Europa che hanno preceduto Massimo Cester (Skorpion Pordenone)-Davide Mauri (Kuroki Tarcento). Al quarto posto Valter Sella-Sergio Rizzi (Kata Club Piemonte), quinto per Micaela Costa-Andrea Sudetti (Laus Landriano) e sesto per Eugenio ed Ermanno Ancona (Shin Gi Tai Verona).

Ju No Kata. Decisivi i punteggi delle tecniche per attribuire il primo posto nel Ju no in cui Alessandro Gavin-Giovanni Enriore (Kata Club Piemonte) e Laura Bugo-Carlotta Checchi (Polisportiva San Mamolo), classificati nell’ordine ma con identico punteggio. Terzo posto per Giovanni e Angelica Tarabelli (Dojo Tarabelli Trento), quarto alla coppia svizzera Fabrice e Antonella Beney e quinto ai toscani Roberto Bibolotti-Luca Benelli (Kodokan Vallecchia).

Kime No Kata. Andrea Giani Contini-Giuseppe Di Stefano (Doshin Firenze) sul gradino più alto del podio precedendo Rocco Romano-Gaetano Castanò (Judo Club Erba), Enrico Tommasi-Giulio Gainelli (Cam Verona). Finalisti senza medaglia invece, nell’ordine Roberto Gabutti-Ezio Centolanze (Kata Club Piemonte), Katia Scapazzoni-Sofia Roncone (Dunakoshi La Spezia), Giuseppe Guerrisi-Arianna Pozzi (Laus Landriano).

Kodokan Goshin Jutsu. Marco Dotta-Marco Durigon (Judo Kiai Portogruaro) è stata la coppia regina nel Kodokan che si è lasciata alle spalle Elena Cazzola-Elisa Tanda (Kata Club Piemonte) e Marika Sato-Fabio Polo (Kuroki Tarcento). Al quarto posto Gianluca della Valentina-Michele Capparella (Campalto Favaro), quinti Albertina Gallina-Marco Minopoli (Judo Club Erba) e sesti Nicolò Mengoli-Davide Martin (Kiai Portogruaro).

Gavino e Monica Piredda (Judo Club Alghero) si sono imposti infine nel Koshiki No Kata precedendo Stefano Proietti-Alessandro Varazi e Roberto Gabutti-Ezio Centolanze, mentre l’Itsusunu Kata ha premiato Stefano Proietti-Alessandro Varazi che hanno preceduto Valter Sella-Sergio Rizzi e Claudio Quartieri-Giancarlo Dalto.

L’Akiyama Settimo conquista il 20° Alpe Adria, prima prova Grand Prix U18 e U21

Lignano, 25 gennaio 2015. L’Akiyama Settimo con quattro medaglie d’oro, tre d’argento e tre di bronzo ha preceduto il Nippon Napoli (4-2-1) ed il Fitness Nuova Florida (1-1-4) e si è aggiudicato il 20° Trofeo Alpe Adria a Lignano, prima prova del Grand Prix cadetti e juniores che si è disputata a Lignano con 981 atleti da nove nazioni. Dopo le gare riservate alla classe cadetti, la seconda giornata di gare ha avuto per protagonisti gli atleti della classe juniores, questi i risultati.

55: 1) Andrea Carlino (Akiyama Settimo); 2) Andrea Ingrassia (Judo Imola); 3) Alessandro Di Muzio (Judo Mestre 2001) e Davide Corsini (Judo Club Capelletti)

60: 1) Mario Petrosino (Star Judo Club); 2) Andrea Villari (Yama Arashi Messina); 3) Isaev Ramazan (Azerbaijan) e Lorenz Wildner (Creativ Graz, AUT)

66: 1) Marco Di Capua (Nippon Napoli); 2) Giovanni Esposito (Nippon Napoli); 3) Leonardo Puppini (Skorpion Pordenone) e Ilkin Babazada (Azerbaijan)

73: 1) Renè Villanello (Akiyama Settimo); 2) Andrea Gismondo (Fortitudo); 3) Niccolò Avallone (Akiyama Settimo) e Razvan Adrian Ciolan (Nuova Florida)

81: 1) Alessandro Bergamo (Akiyama Settimo); 2) Jonatha Altomare (Judo Piano Lago); 3) Dominik Druzeta (Istarski Borac, CRO) e Giacomo Santini (Kdk Cecina)

90: 1) Lorenzo Soverini (Dojo Equipe Bologna); 2) Aldo Nasti (Gymnagar Napoli); 3) Lorenzo Todini (Kdk S.Angelo) e Massimo Mancini (Kdk Samurai)

100: 1) Davide Pozzi (Besanese); 2) Claudio Pepoli (Preneste Roma); 3) Dino Prepelic (Impol, SLO) e Otto Krister Imala (Ookami Spordiklubi, EST)

+100: 1) Andres Felipe Moreno (Fiamme Gialle); 2) Emanuele Magazzeno (Il Gabbiano); 3) Tiziano Di Federico (Tor Lupara) e Oliver Grasso (Dynamic Center Gravina)

44: 1) Elisa Adrasti (Amici nello Sport); 2) Chiara Colbacchini (Mestre 2001); 3) Lisa Marie Winter (Judoteam Shiai-Do, AUT) e Francesca Liardo (Kdk Napoli)

48: 1) Marusa Stangar (Olimpija Lubiana, SLO); 2) Annarita Campese (New Olimpic Center); 3) Agnese Dal Pian (Ceresio Castano) e Alessia Ritieni (Nuova Florida)

52: 1) Anja Stangar (Olimpija Lubiana, SLO); 2) Francesca Giorda (Centro Sport Torino); 3) Nicole Herbst (Creativ Graz, AUT) e Ludovica Lentini (Kumiai Torino)

57: 1) Samanta Fiandino (Judo Cuneo); 2) Asimina Theodorakis (Wat Stadtlau, AUT); 3) Giulia Caggiano (Banzai Cortina) e Giada Medves (Dlf Yama Arashi Udine)

63: 1) Susanne Lechner (Judoteam Shiai-Do, AUT); 2) Laura Scano (Dlf Yama Arashi Udine); 3) Chiara Cacchione (Banzai Cortina) e Marta Palombini (Muggesana)

70: 1) Soraya Luri Meret (Kuroki Tarcento); 2) Eleonora Ghetti (Mestre 2001); 3) Giorgia Stangherlin (Judo Riese Pio X) e Alice Bellandi (Judo Club Capelletti)

78: 1) Ilaria Silveri (Banzai Cortina); 2) Benedetta Sforza (Kdk Cremona); 3) Valentina Gaggero (Budo Semmon Gakko) e Daniela Vocolodi (Budokwai)

+78: 1) Eleonora Geri (Judo Incisa); 2) Debora Sala (Fortitudo); 3) Katarina Vukovic (Samobor, CRO) e Federica Pinnelli (Kerinos)

Alpe Adria cadetti, brilla il terzo posto della triestina Elisa Toniolo

Lignano, 24 gennaio 2015. Brilla il terzo posto della triestina Elisa Toniolo nella prima giornata del 20° Trofeo internazionale Alpe Adria, che ha visto impegnati nel Palagetur a Lignano Sabbiadoro ben 607 atleti della classe cadetti (under 18) con 412 nelle categorie maschili e 195 in quelle femminili. La forte atleta della Ginnastica triestina ha meritato la medaglia di bronzo nei 63 kg al termine di una prova convincente, ma bene hanno fatto anche Lorenzo Coceancigh (Dlf Yama Arashi Udine), Mohamed Lahboub (Fenati Spilimbergo), Cristina Visentin, Denise Lorenzoni (Ginnastica Triestina) ed Elisa Forte (Azzanese), tutti classificati al quinto posto nelle rispettive categorie, mentre Beatrice Musizza (Ginnastica Triestina), Greta Fracas (Villanova) e Maria Sole Momentè (Azzanese) si sono piazzate settime. Il Nippon Napoli ha scalato la vetta del medagliere con tre primi, un secondo ed un terzo posto, seguito dal Judo Kumiai Torino (2-1-2) e dall’Akiyama Settimo (1-3-2), ma domenica, a partire dalle 9.30, i combattimenti riprendono con le sfide della classe juniores (under 21).

Aggiornamento dati Alpe Adria mercoledì 21 gennaio

Udine, 21 gennaio 2015. Con riferimento alle gare del 20° Trofeo Internazionale Alpe Adria, in programma sabato e domenica nel Palagetur a Lignano Sabbiadoro e sulla base delle pre-iscrizioni ad oggi pervenute, si pubblicano i seguenti aggiornamenti: 1) planning per categoria, 2) schema con ordine categorie, 3) statistiche aggiornato, 4) elenco nominale per categoria aggiornato. La prima colonna di ‘statistiche aggiornato’ è riservata a chi non ha indicato la categoria di peso rendendo la programmazione degli orari più approssimativa.

Via al Grand Prix U18 e U21 con il Trofeo Alpe Adria a Lignano

Udine, 20 gennaio 2015. Millenovantuno atleti, duecentoquarantatre club, nove nazioni per l’edizione numero venti del Trofeo internazionale di Judo Alpe Adria, in programma sabato 24 e domenica 25 gennaio sui tatami nel Palagetur a Lignano Sabbiadoro. La manifestazione organizzata dal Dlf Yama Arashi è stata presentata a Udine con una conferenza stampa cui hanno presenziato autorità civili e sportive e dove sono state presentate diverse novità, individuate anche con i suggerimenti raccolti da un sondaggio (contattati 1.100 club italiani e 1.700 esteri). Presentato fra le novità il sistema informatico realizzato ex novo da Alessandro Cossutti, atleta del club, che consente di seguire i risultati di gara in tempo reale. Dei 1.091 atleti iscritti, 751 sono maschi e 340 le femmine, con 658 impegnati nelle gare riservate alla classe cadetti (under 18) in programma sabato e 433 che appartengono alla classe juniores (under 21) in gara domenica, solida la presenza FVG con 43 atleti di 14 club nei cadetti, 33 atleti di 12 club negli junior, numerose e legittime le ambizioni di salire sul podio che, essendo il torneo prima prova del Grand Prix tricolore, diventa un trampolino per l’attività internazionale. La cerimonia di apertura è in programma alle 9.20 di sabato.

INTERVENTI ALLA CONFERENZA STAMPA ALPE ADRIA

  • Raffaella BASANA (assessore Comune Udine): un plauso a nome di tutta l’Amministrazione Comunale per l’organizzazione del XX Trofeo Alpe Adria, torneo che riesce ad allargare i propri orizzonti anche al resto dell’Europa e non solo. Complimenti anche per le innovazioni tecnologiche apportate quest’anno (fa molto piacere, inoltre, che sia stato un atleta/sportivo a “creare” un nuovo sistema informatico all’avanguardia). Un apprezzamento anche per essere riusciti a coinvolgere altre Associazioni sportive e perfino una Scuola.
  • Beppino GOVETTO (assessore Provincia Udine): se si è giunti alla XX edizione di questo trofeo una cosa è certa: esiste un’ottima organizzazione alla base, alla quale bisogna aggiungere anche un’ottima capacità di creare e mantenere legami con altri Club e Società sportive da tutta Europa. Lo sport è bello perché è un occasione per i ragazzi di stare assieme ed incontrarsi col fine unico di divertirsi ed è proprio grazie a questi eventi (numerosi in FVG) che i vari sport scelgono come obiettivo l’unione tra i ragazzi. In particolare, l’Alpe Adria ha raggiunto ormai da anni questo traguardo, ma continua ad incrementare sempre più il numero di ragazzi che possono “trovarsi e divertirsi assieme”.
  • Silvano PARPINEL (Delegato Coni Point Udine): Complimenti a tutta la macchina organizzativa, ma in particolare GRAZIE ad Enzo De Denaro, simbolo dell’unità nello sport in FVG, triestino di nascita, ma friulano d’adozione, con molti ruoli a livello sia regionale, ma soprattutto internazionale! Un mega in bocca al lupo all’Alpe Adria, per la sua XX edizione, anche se sono sicuro che il risultato finale non potrà che essere super positivo, viste le premesse numeriche.
  • Claudio BARDINI (coordinatore educazione motoria, fisica e sportiva Provincia Udine): abbiamo iniziato questi interventi con il discorso della signora Basana, non resta che fare i complimenti a questa SIGNORA SOCIETA’ di Judo, perché dà sempre un’idea di “grande famiglia”, unita e forte allo stesso tempo. Complimenti per la scelta di coinvolgere una Scuola, quale il Liceo Copernico di Udine coi professori Chiarandini e Mancini, che sapranno sicuramente far valere il loro nome ed il nome di liceo scientifico, ma anche sportivo. Auspicando in un futuro coinvolgimento anche dei bambini delle varie Scuole di Lignano. Lo sport quale elemento di aggregazione per tutti i popoli, da sempre!
  • Franco GORTAN (Presidente DLF Udine): complimenti al gruppo sportivo del judo per riuscire sempre ad organizzare 2 eventi impegnativi quali Winter Camp e Alpe Adria, con risultati ottimali e nell’arco di poche settimane di distanza l’uno dall’altro. Grazie per essere tornati nella nostra Nuova Sede, per onorare la 20° edizione del vostro torneo. Ricordo comunque che l’obiettivo comune a tutte le associazioni sportive interne al Dlf e in particolare pallavolo e pallacanestro, è quello di portare il maggior numero di bambini a praticare uno sport, perché lo sport è un “evento/momento per stare bene assieme”.
  • Piero MICOLI (Presidente USSI FVG): i complimenti anche da tutto il movimento dell’informazione e della comunicazione della provincia e della regione, ad una società capace di raggiungere il traguardo della 20° edizione del proprio trofeo, con risultati e numeri sempre importanti. Tutti gli organi dell’informazione saranno con voi!

Elisa Marchiò quinta nell’African Open a Tunisi

Tunisi, 18 gennaio 2015. Elisa Marchiò si è classificata al quinto posto nei +78 kg a Tunisi nell’African Open, torneo valido per la qualificazione olimpica che ha registrato la partecipazione di 265 atleti da 36 nazioni. Per la forte atleta triestina in forza al Centro Sportivo Esercito si tratta di un altro piccolo passo in direzione delle Olimpiadi di Rio 2016 che, al momento la vede non troppo distante dalla zona qualificante. Al di là del quarantaquattresimo posto nel ranking mondiale però, Elisa Marchiò ha ottenuto il quinto posto a Tunisi con due match in cui non è riuscita ad esprimersi al meglio, soffrendo sia con la francese Lucie Louette Kanning, che si è poi classificata al primo posto, che con la cilena Giordanna Gutierrez, con la quale ha disputato la finale per la medaglia di bronzo. Pur soffrendo e pur combattendo in condizioni non ottimali l’atleta cresciuta sui tatami della Ginnastica Triestina è riuscita comunque ad aggiungere qualche punto alla sua classifica mondiale, condizione che Ermes Tosolini, l’altro atleta del Friuli Venezia Giulia che ha gareggiato a Tunisi, non è riuscito a concretizzare nonostante abbia vinto con lo statunitense Harmik Aghakhani prima di cedere il passo di fronte al canadese Etienne Briand.

2015 01 18 Tunisi Tosolini

Tosolini e Marchiò a Tunisi per l’African Open

Udine, 17 gennaio 2015. L’udinese Ermes Tosolini e la triestina Elisa Marchiò sono impegnati a Tunisi dove, assieme ad altri quindici azzurri, gareggiano nell’African Open, torneo valido per la qualificazione olimpica che registra la partecipazione di 265 atleti da 36 nazioni. Con i due atleti FVG, che gareggiano nei 73 kg (Tosolini) e nei +78 kg (Marchiò), a rappresentare l’Italia ci sono Daniel Lombardo (60), Fabio Basile, Diego Cressi, Matteo Piras (66), Andrea Regis, Marco Maddaloni (73), Vincenzo D’Arco, Domenico Di Giuda (100), Elena Moretti (52), Maria Centracchio, Valentina Giorgis, Martina Lo Giudice (57), Giulia Cantoni (70), Lucia Tangorre, Chiara Meucci (78).

Tabelloni di gara

IJF ID CARD SYSTEM – Nuova piattaforma tesseramento internazionale per partecipazione European Cup SE/JU/CA

Facendo seguito a quanto indicato nella Circolare n° 34/2014 e con riferimento alla partecipazione a proprie spese di Atleti e Tecnici italiani ai Tornei di European Cup Seniores – Juniores – Cadetti ed ai Tornei Continental Open, comunichiamo che l’International Judo Federation – in sostituzione dell’EJU Jumas System – ha introdotto una nuova piattaforma di iscrizione internazionale denominata ID CARD SYSTEM.

Per poter partecipare ad uno dei Tornei Internazionali sopra indicati è necessario inviare almeno 30 giorni prima dell’inizio della manifestazione cui si intende partecipare all’indirizzo email judo.amatoriale@fijlkam.it  copia di bonifico attestante il versamento effettuato sul Conto Corrente Bancario FIJLKAM (IBAN: IT96A0100503309000000010108) di € 40, unitamente ad una fototessera digitale formato jpeg che rispetti i parametri indicati nel documento in allegato (stesse caratteristiche richieste per le fototessere valide per i passaporti). Nel testo dell’email dovranno essere indicati il nome e cognome del richiedente tesseramento, la sua data di nascita, la cintura e la tecnica di judo preferita.

Il tesseramento IJF ID Card ha durata biennale dal momento della sottoscrizione (non è consentito il tesseramento annuale), e non è accettato dall’IJF in mancanza di uno dei parametri sopra indicati (compresa la fototessera che rientri nei parametri richiesti). Senza tale tesseramento, non è possibile richiedere la partecipazione ai Tornei Internazionali né con la qualifica di tecnico né con la qualifica di Atleta, poiché sarebbe respinta dall’IJF.

L’Unione Europea di Judo ha deciso che tutti coloro in possesso di un tesseramento jumas valido alla data del 31 dicembre 2014 hanno diritto ad uno sconto di € 10 sul primo tesseramento IJF ID CARD, e dovranno pertanto inviare alla scrivente Federazione copia di bonifico di € 30.

Cordiali saluti

FIJLKAM – Area Sportiva Judo

IJF ID Card Picture

Oro e argento per Francesca Roitero a Budapest nella Erd Cup di sumo

Udine, 12 gennaio 2015. Oro e argento per la pordenonese Francesca Roitero nella Erd Cup di sumo che si è svolta a Budapest con la partecipazione di atleti da Polonia, Egitto, USA, Estonia, Bulgaria, Ungheria. Seguita dal tecnico Paola Boz, la portacolori dello Skorpion Pordenone ha gareggiato nella categoria dei +80 kg, cimentandosi però in due fasce d’età diverse, negli under 18 dove ha conquistato il primo posto e negli under 21 dove ha meritato invece la medaglia d’argento. La trasferta è stata soddisfacente secondo il tecnico Paola Boz, che ha detto: “Siamo venute a cercare un confronto con avversarie che abbiano una stazza importante per maturare un’esperienza che ci permetta di crescere sia in prospettiva del prossimo campionato italiano e, soprattutto, con il pensiero al podio dei campionati d’Europa”.

2015 01 10 Sumo Roitero3 2015 01 10 Sumo Roitero4 2015 01 10 Sumo Roitero5