vai al vecchio sito

Day 5 dicembre 2014

Esami d’idoneità (1°, 2°, 3° dan) domenica a Pordenone

Udine, 5 dicembre 2014. Domenica 7 dicembre nella Palestra Skorpion in Via interna a Pordenone è in programma con inizio alle 9.30 l’esame d’idoneità per primo, secondo, terzo dan. Le commissioni d’esame saranno due e si raccomanda di presentarsi con la licenza federale.

Utilità e concretezza nel seminario arbitrale a Udine

Udine, 5 dicembre 2014. Attenzione ed interesse hanno caratterizzato l’incontro di approfondimento sull’Eju refereeing seminar 2014 che si è tenuto venerdì 28 novembre scorso sul tatami nel palasport Benedetti a Udine. Organizzato per offrire maggiori dettagli e chiarimenti a quanto proposto in lingua inglese l’11 ottobre u.s. in occasione dell’aggiornamento arbitri 2014 a Spilimbergo con Nusa Lampe, l’incontro ha registrato la partecipazione di Lodovico Bagnoli, Lorenzo Bagnoli, Gaetano Calabrò, Roberto Bros, Alessandro Cossutti, Alessandro Cugini, Enzo de Denaro, Milena Lovato, Raffaele Niedda, Paolo Possemato, Mauro Radin, Mirko Tambozzo, Tiziano Tieppo. I lavori sono stati presentati dopo aver consegnato ai partecipanti la cartella contenente il materiale utile (copia dei documenti Referee rules IJF 2014-2016; schema Eju refereeing & coaching seminar, Antalya 16/17 giugno 2014, schema di valutazione, USB Drive 4Gb contenente 61 clips, carta per appunti, matita), quindi è stato proposto il programma operativo dell’incontro che è stato accolto e condiviso. Sullo schermo video sono passate dunque le clip situazionali in precedenza preparate, selezionate e suddivise per tema, che ognuno ha segnato la valutazione sullo schema personale per controllare ed approfondire successivamente. Dubbi e perplessità hanno trovato risposte coerenti e condivise, le situazioni più controverse e difficili sono state replicate e analizzate fino a giungere, ma sempre con rapidità, ad un parere accettato da tutti. L’incontro iniziato alle 19.30 si è concluso alle 21, tutti i partecipanti hanno espresso soddisfazione per l’utilità e la concretezza raggiunte in un clima sereno, rispettoso e costruttivo. Quello organizzato a Udine è stato soltanto il primo appuntamento di un percorso che si pone l’obiettivo di migliorare le sensibilità e lo scambio fra judoka, siano essi arbitri, tecnici e praticanti.