vai al vecchio sito

Month settembre 2014

Dieci sul podio ai Mondiali Master, oro a Malaga per Paoletti, Despaigne e Marverti

Udine, 30 settembre 2014. Tre medaglie d’oro conquistate da Ilenia Paoletti (F3, 63), Terry Yosvane Despaigne (M2, 100), Fernando Marverti (M4, 81), quattro d’argento messe al collo di Lucia Assirelli (F5, 52), Angela Tassi (F7, 70), Cristiana Pallavicino (F7, 78), Armando Vettori (M5, 90) e tre di bronzo per Carlantonio Baroni (M6, +100), Massimo Laurenzi (M2, 100), Andrea Ricaldone (M5, 100), sono questi i brillanti risultati ottenuti dai master italiani a Malaga in occasione del sesto IJF World Veterans Judo Championships. Alla manifestazione, organizzata di seguito al Kata World Championship, ha accreditato più di 1.250 atleti da 56 nazioni che hanno gareggiato sui 5 tatami in tre giornate di gare nel rispetto degli standard IJF. Andrei Bondor, IJF Veterans Commission Director, ha fornito alcuni dati significativi sull’evento: “Durante i quattro giorni di gare abbiamo registrato più di 20mila visitatori da 111 nazioni sul nostro website e la pagina facebook è stata visitata da 35mila fans. Inoltre migliaia di fotografie sono state caricate e scaricate dai social network per una promozione virtuale molto potente. Per il prossimo anno – ha aggiunto – proveremo ad introdurre la registrazione per nazioni e non più individuale, perché le federazioni nazionali desiderano avere un maggiore controllo sul background dei partecipanti e per IJF sarà molto più semplice gestire 56 delegazioni al posto di 1.500 individui”. L’Italia a Malaga, oltre le dieci medaglie conquistate, ha ottenuto anche cinque quinti posti con Franco Ghiringhelli (M6, 73), Gianni La Piccirella (M2, 66), Andrea Aloisi (M4, 66), Marco Zunino (M4, 100), Francesco Iannone (M1, 100) ed altrettanti settimi con Giuseppe Macrì (M6, +100), Andretta Bertone (F2, 63), Alessio Meloni (M2, 60), Salvatore Palillo (M4, 60), Aldo Demuro (M5, 60).

Tricolori a squadre, un argento e due terzi posti per le donne friulane

Udine, 28 settembre 2014. Una medaglia d’argento, due medaglie di bronzo e due quinti posti, è un risultato straordinario quello ottenuto a Lignano Sabbiadoro dai club regionali in occasione dei campionati italiani a squadre organizzati dalla Polisportiva Villanova. Il secondo posto l’ha conquistato nel torneo cadette di serie A2, l’Unione Sportiva Muggesana, team triestino rinforzato dalla tarcentina del Kuroki Soraya Luri Meret, un doppio terzo posto è entrato invece nella bacheca del Dlf Yama Arashi Udine, salito sul podio tricolore di A2 sia con la squadra femminile delle junior-senior composta da Martina Loiacono, Jessica Tosoratti, Elisa Cittaro, Laura Scano, Agnese Piccoli, che con quella delle cadette, composta da Giorgia Rossi, Giada Medves, Serena Callegari, ma anche in questo caso i rinforzi hanno dato un contributo decisivo con le slovene Anka Pogacnik e Anamaria Velensek per le senior e con le azzanesi Maria Sole Momentè ed Elisa Forte per le cadette. Squadra senza prestiti invece quella del Judo Kuroki Tarcento che, agli ordini di Denis Braidotti ha schierato Gino Gianmarco Stefanel, Boris Gubiani, Alessio Marini, Giovanni Maccanti, Alessandro Costante, Francesco Trevisiol, Andrea Luri, Luigi Rovere e ha centrato un bel quinto posto della gara maschile junior-senior di serie A2. È stata un’occasione ed un modo per celebrare la trentesima partecipazione consecutiva alla manifestazione tricolore a squadre. Un altro quinto posto l’ha ottenuto la squadra cadette della Muggesana, promossa in A1 dal precedente piazzamento e che ha sfiorato un prestigioso bis. Ma le soddisfazioni del Friuli Venezia Giulia sono arrivate anche da altre squadre ed altri atleti, come l’udinese Ermes Tosolini campione italiano nella A1 maschile junior-senior con la squadra dell’Akiyama Settimo, per la quale è tesserato pur risiedendo a Udine, oppure il Dojo Udine ed il Team Judo Trieste che hanno ben figurato in A2 junior-senior maschile e lo Shimai Dojo Fagagna ed il Team Judo Trieste nella A2 cadetti. Un’altra atleta udinese ancora ha ben lottato sui tatami del Palagetur ed è Elisa Finotto, che ha rinforzato l’Opide Padova in A2 femminile junior-senior. In considerazione al numero di squadre FVG in gara, ben nove ed i risultati che sono stati ottenuti, l’edizione 2014 dei Tricolori a squadre ha segnato un importante primato ed un ottimo auspicio per il futuro.

Tricolore a squadre ad Akiyama e Fiamme Gialle

Lignano, 27 settembre 2014. Il campionato italiano a squadre junior-senior ha premiato Akiyama Settimo Torinese nella gara maschile e Fiamme Gialle nella femminile. Tutto è rimasto uguale, come nel 2013, da Lignano Sabbiadoro come sede di gara alle squadre campionesse d’Italia con l’Akiyama Settimo che ha sconfitto in finale il Ceracchini Cagliari, sul podio anche nel 2013 ma al terzo posto, mentre la gara femminile ha replicato anche la stessa finale dell’anno scorso con Fiamme Gialle che si sono imposte sull’Akiyama Settimo. Medaglia di bronzo alle Fiamme Gialle e Fiamme Oro nella gara maschile ed alle Fiamme Oro ed Isao Okano Club 97 nella femminile. Nella gara di A2, che ha preceduto la massima serie, si sono registrate le vittorie del Kyu Shin Do Kai Parma sul Kodokan Sant’Angelo e, al terzo posto, Cus Siena e Budo Semmon Gakko Genova nella gara maschile, mentre l’Isao Okano Club 97 ha prevalso sul Kyu Shin Do Kai Parma nella finale femminile ed, al terzo posto il Dlf Yama Arashi Udine ed il Centro Sportivo Torino.

Ben nove squadre FVG sabato e domenica a Lignano per i Tricolori a squadre

Udine, 25 settembre 2014. Sono ben nove le formazioni del Friuli Venezia Giulia che saranno impegnate sabato e domenica nel campionato italiano a squadre di judo in programma nel Palagetur a Lignano Sabbiadoro. Per le squadre FVG si tratta di una partecipazione senza precedenti, che mai in passato è stata così numerosa, quattro squadre nel campionato junior-senior con Kuroki, Dojo Udine, Team Judo Trieste (maschile), Dlf Yama Arashi Udine (femminile) e cinque nel campionato cadetti con Dlf Yama Arashi, Shimai Dojo Fagagna, Team Judo Trieste (Maschile), Muggesana, Dlf Yama Arashi (femminile). Un record che sfiora addirittura il raddoppio rispetto la partecipazione all’edizione precedente che, nonostante si sia svolta anch’essa a Lignano, organizzata in quel caso dal Kuroki Tarcento, registrò la presenza nella norma di cinque formazioni FVG. La manifestazione di sabato e domenica, organizzata dalla Polisportiva Villanova, metterà a confronto un numero di squadre in linea con le precedenti edizioni, 42 junior-senior (26 M, 16 F) e 43 cadette (28 M, 15 F), mentre la formula di gara sarà diversa. Sono state ripristinate le serie A1 e A2, ed in base una ranking list che tiene conto dei risultati del biennio precedente, sono state individuate le squadre ammesse alla A1 (8 M, 4 F), tutte le altre gareggiano in A2 e le prime due proseguono la gara in A1. Le nove squadre FVG partono tutte dalla A2 determinate a dare il meglio. Sabato sono in programma le gare junior-senior con la A2 maschile (peso 8-9), a seguire la A1 maschile (peso 11-12) cui parteciperanno anche le due finaliste della A2 e quindi A2 ed A1 femminili (peso 13-14). Domenica invece sarà il turno delle squadre cadetti con lo stesso programma e gli stessi orari degli junior-senior.

Fotografo ufficiale della manifestazione Roberto Zanettin: tutte le foto scattate e sviluppate al momento saranno disponibili e visibili nello stand all’entrata, su richiesta anche CD specifici.
Info: Roberto Zanettin
Via Don A. Dittadi, 23
35010 Saletto di Vigodarzere (pd) Italy
robiclic@gmail.com
Skype : robiclic
http://zrsportsphotographer.com
mobile: +39 3386914990

Presentazione 1

Presentazione 2

Informazioni aggiuntive per Campionato Italiano a Squadre

Udine, 23 settembre 2014. In base al criterio di classificazione tramite Ranking List indicato negli articoli 23 e 24 del PAAF, vengono allegate le Squadre rientranti in tale classifica in seguito alla chiusura delle iscrizioni del 10/09.
Si comunicano, inoltre, alcune integrazioni al regolamento di gara per agevolare la fase del peso.
–       Suddivisione degli orari di peso per A1 e A2 nel modo seguente (validi sia per la categoria JU/SE che per i CA)
ORA PESO / SERIE / SEX

8.00 – 9.00 / A2 / M

11.00 – 12.00 / A1 / M

13.00 – 14.00 / A1+A2 / F

Rimaniamo a disposizione per qualsiasi chiarimento.
Cordiali saluti,
FIJLKAM – Area Sportiva Judo

Criteri di qualificazione Judo 2° semestre

Udine, 23 settembre 2014. In considerazione alle numerose richieste di chiarimento pervenute si pubblica l’estratto sui criteri di qualificazione del 2° semestre (modificati dal consiglio del settore judo del 13 giugno scorso), vedi Circolare Judo 25/2014 d.d. 11 luglio.

Criteri qualificazione

TRENTESIMO ANNO DEL JUDO KUROKI AI CAMPIONATI A SQUADRE

Sabato 26 settembre il Judo Kuroki Tarcento sarà protagonista per la trentesima volta consecutiva al Campionato maschile assoluto a squadre in una formula rinnovata e sperimentale che ripristina le serie A1 e A2, pur in una veste modificata. Dal 1985 mai una volta il Judo Kuroki Tarcento è stato assente da una finale nazionale a squadre seniores e questo è un record ormai storico. Se una volta era molto difficile accedervi, ora invece il calendario ha stretto gli spazi per il judo a squadre e la finale è diretta.   La gara è organita a Lignano Sabbiadoro dalla Polisportiva Villanova e nel settore juniores/seniores maschile ci sarà solo il Judo Kuroki Tarcento a rappresentare il Friuli Venezia Giulia. E lo farà – come nel 1985 – con una squadra tutta formata da atleti del Judo Kuroki Tarcento senza prestiti. “Abbiamo la squadra e la mettiamo in gara – ha detto il Presidente Giuliano Casco – e cerchiamo in questo modo di festeggiare il 30 anni di judo a squadre ad alto livello. Il Judo Kuroki ha partecipato anche a tre Coppe dei Campioni negli Anni Novanta e ora cerchiamo di far crescere dei giovani coprendo gli spazi lasciati vuoti dalla nostra linea verde con atleti della squadra master. Poi il prossimo anno nella finale di Trento vedremo cosa fare. Non puntiamo a grandi risultati, ma a una bella presenza in gara”.

In panchina ci sarà ancora Denis Braidotti e sarà proprio il Presidente Giuliano Casco a fungere da Team Manager. La squadra sarà guidata dal capitano ventunenne Gino Gianmarco Stefanel alla sua quinta presenza nella massima serie a squadre. Questa la formazione completa:

Kg. 66 – Gino Gianmarco Stefanel – Boris Gubiani

Kg. 73 – Mattia Monsutti – Alessio Marini

Kg. 81 – Alessandro Costante – Riccardo Pantè

Kg. 90 – Francesco Trevisiol – Giovanni Maccanti

Kg. +90 – Luigi Rovere – Andrea Luri

Coach – Denis Braidotti

Team manager – Giuliano Casco

Questi i piazzamenti del Judo Kuroki Tarcento nelle precedenti 29 edizioni:

1985 – Bologna – 7°                1986 – Bari – 12°                     1987 – Torino 5°

1988 – Foggia – 10°                 1989 – Pordenone – 10°         1990 – Torino – 10°

1991 – Mestre – 7°                  1992 – Verona – 5°                 1993 – Trieste – 7°

1994 (A 1) – Forlì – 5°              1995 (A 1) – Genova – 5°        1996 (A 1) – Livorno 5°

1997 (A 1) – Sanremo – 5°      1998 (A 1) – Tarcento – 5°      1999 – La Spezia – 3°

2000 – Taranto – 3°                2001 – Tarcento – 5°              2002 – Torino – 17°

2003 – Prato – 5°                     2004 – Perugia – 5°                 2005 – Asti – 17°

2006 – San Giustino – 17°     2007 – Mantova – 10°             2008 – Spello – 7°

2009 – Prato – 17°                   2010 – Frosinone – 11°           2011 – Follonica – 12°

2012 – Pesaro – 17°                2013 – Lignano Sabbiadoro – 10°

Nella foto: Gino Gianmarco Stefanel, capitano del Judo Kuroki Tarcento

Mondiali di kata, argento nel Goshin Jutsu per Volpi e Calderini e per Fregnan e Moregola nel katame

Malaga, 21 settembre 2014. Goshin Jutsu d’argento per la coppia romana composta da Ubaldo Volpi e Maurizio Calderini, che è salita sulla seconda piazza del podio a Malaga in occasione del sesto IJF Judo Kata World Championships. Meglio della coppia azzurra hanno fatto soltanto Hideki Miyamoto e Masaki Watanabe (Giappone) cui è andato il titolo iridato con 612 punti, mentre Volpi e Calderini ne hanno maturati 595, migliorando il punteggio ottenuto a Pordenone nel 2012 (586) che, anche allora, valse l’argento iridato alle spalle di Takeshi Takeda e Junichi Miyazaki (Jpn, 600). Terza piazza per la coppia iraniana Mohammadhassan Najafi-Alireza Kariminaser, mentre l’altra coppia azzurra composta da Marco Dotta e Marco Durigon si è classificata sesta. Non ce l’hanno fatta invece, Andrea Giani Contini e Giuseppe Di Stefano ad accedere alla finale del Kime no kata, dove il titolo iridato è andato ancora al Giappone con la coppia Kenji Takeishi e Koji Uematsu. Nonostante la clamorosa vittoria tedesca nel Juno, il Giappone è rimasto il leader irraggiungibile con quattro medaglie d’oro e una d’argento, sette le nazioni salite sul podio (Giappone, 4-1-0, Germania, 1-0-0, Italia, 0-2-0, Iran, 0-1-2, Romania, 0-1-1, Spagna e Corea del Sud, 0-0-1) ed undici quelle che si sono qualificate nei gironi finali. Franco Capelletti, IJF Hall of Famer, ha detto: “Sono molto soddisfatto per il livello, la partecipazione e l’organizzazione. Ogni anno la gara è in continuo miglioramento e la nostra collaborazione con il Kodokan è eccellente. Desidero sinceramente ringraziare la Reale Federazione Spagnola ed il suo Presidente Juan Carlos Barcos per averci ospitati nelle migliori condizioni”.

Malaga, 20 settembre 2014. La coppia azzurra composta dai veneti Andrea Fregnan e Stefano Moregola ha conquistato la medaglia d’argento a Malaga, in occasione della prima giornata dell’IJF Judo Kata World Championships. Alla manifestazione iridata, giunta alla sesta edizione, sono presenti centodieci coppie di ventotto nazioni e nel katame no kata la coppia Fregnan-Moregola (alla terza medaglia mondiale) è stata superata soltanto dai giapponesi Nakayama-Satoshi, mentre gli umbri Stefano Proietti e Andrea Varazi hanno ottenuto un eccellente quarto posto. Oro al Giappone anche nel nage no kata con la coppia Sakamoto-Yokoyama che ha preceduto Surla e Fleisz (Romania) e, al sesto posto, Mauro Collini e Tommaso Rondinini. Il ju no kata ha riservato la sorpresa più clamorosa con l’oro alla coppia tedesca Dax Romswinkel–Loosen lasciando le favoritissime giapponesi Yokohama-Omori (vincitrici di tutte le precedenti edizioni) sul secondo gradino del podio, mentre la coppia azzurra composta da Alessandro Gavin e Giovanni Enriore non si è qualificata per la finale. Domenica si assegnano i titoli del Kime no kata e del Goshin Jutsu, e gli azzurri impegnati sono Andrea Giani Contini e Giuseppe Distefano nel primo, Ubaldo Volpi- Maurizio Calderini e Marco Dotta-Marco Durigon nel secondo.

Malaga Goshin Malaga Juno Malaga Katame Malaga Kime Malaga Nage

Europei junior, Italia prima volta leader festeggia con il bronzo a squadre delle ragazze

Bucarest, 21 settembre 2014. Italia protagonista del campionato d’Europa juniores a Bucarest. “È il miglior risultato di sempre con due medaglie d’oro, una d’argento, una di bronzo e tre settimi posti, – esulta il DTN Raffaele Toniolo – ma quello che più ci inorgoglisce è il primo posto nel medagliere, perché è la prima volta in assoluto che l’Italia conquista la vetta in un campionato d’Europa”. Le sorprese azzurre non si sono fermate ad Angelo Pantano e Odette Giuffrida, primi nei 55 e 52 kg, Maria Centracchio, seconda nei 57 kg, Fabio Basile, terzo nei 60 kg ed a Manuel Lombardo (55), Elisa Adrasti (44), Alessandra Prosdocimo (70), settimi, ma hanno regalato anche la medaglia di bronzo nella gara a squadre femminile che, anche in questo caso, è la prima volta di sempre a livello juniores. Odette Giuffrida (4 vittorie su 4 match nei 52), Maria Centracchio (57), Martina Greci (63), Alessandra Prosdocimo (70) e Melora Rosetta (+70) hanno messo sotto Serbia (4-1) e Russia (3-2), cedendo di misura (2-3) alla Francia in semifinale, ed annichilire poi la Gran Bretagna nella finale per il bronzo, 5-0. Oro donne alla Croazia, 3-2 alla Francia, oro uomini alla Georgia, 3-2 all’Ucraina. Schierata in quattro (Stefanelli-66, Esposito-73, Pozzi-90, Damico+90) l’Italia maschile è stata eliminata dall’Olanda (2-3). “Dopo lo storico risultato di vincere il medagliere di un Europeo, la gara a squadre ha regalato un altro risultato storico con la medaglia di bronzo a squadre femminile. – ha commentato soddisfatto Raffaele Toniolo al termine delle gare – È stata un’impresa per questo gruppo di ragazze che hanno saputo lottare come delle leonesse, ma i meriti dei risultati ottenuti in questi giorni a Bucarest vanno attribuiti a tutti, i club e gli allenatori che preparano i ragazzi, lo staff tecnico nazionale che li specializza e la federazione che ha saputo fornire il giusto supporto. Molti di questi ragazzi facevano parte del gruppo che all’Europeo cadetti del 2010 a Teplice conquistò sette medaglie e si piazzò al secondo posto nel medagliere”.

Corso di aggiornamento per insegnanti tecnici judo, comunicazione del vicepresidente

Bucarest, 18 settembre 2014. Buongiorno, con la presente vi comunico un piccolo cambiamento di programma per il corso di aggiornamento di domenica. Il pomeriggio ci sarà una lezione con il prof. Roberto Alessio (docente scuola sport CONI FVG) con titolo: “ISTRUTTORI RESPONSABILITA’ LIMITATA? – Alleniamo le responsabilità” Un tema importante per tutti noi, per capire quali sono le ns. responsabilità verso gli atleti di ogni età. Considerata la tematica, seppure la lezione sia rivolta ai tecnici, potranno partecipare anche i dirigenti. Allo stesso modo, la lezione mattutina del dr. Orlandi potrà essere seguita anche dai genitori, primi responsabili dell’alimentazione dei ragazzi. La lezione prevista con il dr. Fantoni è stata spostata, per problemi del docente. In termini organizzativi, per chi avesse effettuato il pagamento negli ultimi giorni è pregato di portare la ricevuta e, a riguardo del pranzo di domenica, il Kuroki segnala una struttura di ristorazione limitrofa la palestra: “Pizzeria ARIA 5”. Ringrazio tutti per la collaborazione e vi auguro buon lavoro, oltre ad invitarvi a seguire i Campionati Europei Juniores (nella diretta Streaming, in cui sono impegnata) ed  a sostenere, assieme a tutti gli altri della nazionale, il nostro atleta Matteo Medves! Saluti, Maria Grazia Perrucci.