vai al vecchio sito

Day 6 aprile 2014

Veneto e Piemonte in vetta al Torneo delle Regioni di kata

Ostia, 6 aprile  2014. Veneto e Piemonte appaiate al primo posto del Torneo delle Regioni di kata che si è svolto a Tarcento. La manifestazione organizzata dal Judo Kuroki ha registrato la partecipazione di settantuno coppie, e fra queste non si sono potute contare quelle della rappresentativa pugliese rimasta bloccata dalla cancellazione del volo. Al danno non si aggiungerà la beffa, perché per il campionato italiano in programma a Taranto si procederà al ripescaggio delle coppie pugliesi. Il Torneo delle regioni ha messo in evidenza coppie inedite o giovani, mentre nella Coppa Italia si sono imposti Tommaso Collini-Mauro Rondinini (Judo Club Brisighella) nel Nage No Kata, Marinella Bubnich-Davide Mauri (Judo Kuroki Tracento) nel Katame No Kata, Marika Sato-Alfredo Sacilotto (Judo Kuroki Tarcento) nel Kodokan Goshin Jutsu, Carlotta Checchi-Laura Bugo (Polisportiva San Mamolo) nel Ju No Kata, Stefano Proietti-Alessandro Varazi (Ushijima Perugia) nel Koshiki No Kata e nell’Itsusunu Kata), Andrea Giani Contini-Giuseppe De Stefano (Doshin Firenze) nel Kime No Kata. La gara Master che si è disputata sempre a Tarcento il sabato, ha registrato il successo della formazione toscana sulla Lombardia ed il Veneto, mentre Marco Gigli (Toscana) ha ottenuto il primo posto superando a sorpresa Elio Paparello (Judo Fondi Latina), squalificato per presa al pantalone. In classifica viaggiano a punteggio pieno Marco Gigli assieme a Stefano Bani, Gabriele Verona (Toscana) e Antonello Aliano (Lazio).

Oro di Melora Rosetta nell’European Cup Junior a Tessalonica

Ostia, 6 aprile  2014. Melora Rosetta sul gradino più alto del podio nei 78 kg a Tessalonica in occasione dell’European Cup Junior con 326 atleti di 32 nazioni. La diciannovenne torinese si è imposta sulla serba Una Tuba e, prima del termine, in finale su Paraskevi Edirneli (Gre), mentre Nicolas Damico si è classificato al nono posto nei 100 kg. L’oro di Melora Rosetta con l’argento di Elisa Adrasti (44), il bronzo di Sara Maria Romano (48) e Fabiola Pidroni (57), hanno determinato il sesto posto dell’Italia nel medagliere finale.

-63 kg

1. TELTSIDOU, Elisavet GRE

2. JANASHVILI, Khatia GEO

3. MILIC, Mirjana MNE

3. SHEMESH, Inbal ISR

-70 kg

1. DUXBERRY, Jemima GBR

2. GIGOVA, Gabriela BUL

3. KRAK, Marina CRO

3. PEKOVIC, Jovana MNE

-78 kg

1. ROSETTA, Melora ITA

2. EDIRNELI, Paraskevi GRE

3. HERSHKO, Raz Rozalya ISR

3. TUBA, Una SRB

+78 kg

1. SUTALO, Ivana CRO

2. ZABIC, Milica SRB

-81 kg

1. MARGIANI, Ushangi GEO

2. ISMAYILOV, Rufat AZE

3. MAJDOV, Stefan SRB

3. STANCEL, Filip SVK

-90 kg

1. DADASHOV, Firudin AZE

2. TEKIC, David GER

3. MALVENISHVILI, Ilia GEO

3. MAMARDASHVILI, Zauri GEO

-100 kg

1. GALANDI, Philipp GER

2. HANKE, Danny GER

3. STRUEBER, Leon GER

3. TAKADZE, Giorgi GEO

+100 kg

1. KIBORDZALIDZE, Guga GEO

2. BOUIZGARNE, Benjamin GER

3. ELM, Paul GER

3. GELASHVILI, Giga GEO