vai al vecchio sito

Day 25 marzo 2014

Ottant’anni sul tatami, tanti auguri Maestro Palmiro Gaio

Trieste, 25 marzo 2014. Affetto, stima, riconoscenza, gratitudine, sono queste le espressioni più ricorrenti nei messaggi di auguri indirizzati a Palmiro Gaio, Maestro Benemerito di judo, 7° dan, che ha compiuto l’ottantesimo compleanno. Nato a Roverchiara (Vr) il 25 marzo 1934 è entrato in Polizia nel 1955 dove si avvicinò al judo per non abbandonarlo mai più e nel 1961 arrivò a Trieste, da dove iniziò a promuovere e diffondere in città ed in tutta la regione quest’arte marziale, al tempo sconosciuta. Nel 1976 ha fondato il Judo Club Ken Otani, società oggi guidata dagli allievi che ha cresciuto nei decenni e che tuttora accompagna nelle scelte tecniche e di indirizzo. Una grandissima carriera sul tatami per Palmiro Gaio, in cui ha ottenuto riscontri e soddisfazioni prestigiose a tutti i livelli, da agonista, arbitro, Maestro e dirigente, ma la medaglia più bella di questi ottant’anni è proprio nella riconoscenza sincera ed affettuosa delle migliaia di judoka, genitori e appassionati, che in tutto questo tempo, non hanno mai smesso di ascoltarlo e di volergli bene.

Nella foto: in piedi da sinistra Umberto Fano, Ivana Gaio, Claudio Novajolli, Alessandro Kramar, Elpidio Crulci, Riccardo Stradi, Claudio Casini, Antonio Jesurum, Nevio Valle, Giusto Famà, Mario Gasperini, seduti: Sesio Famà, Paolo Fanni, Palmiro Gaio, Reanna Bonacci, la signora Michela.