vai al vecchio sito

Day 15 dicembre 2013

L’Istarski Borac ha vinto il 18° Trofeo Biancoceleste, ancora seconda la Sgt

Trieste, 15 dicembre 2013. L’Istarski Borac Pola si è aggiudicato il 18° Trofeo Biancoceleste che, assieme al 36° Trofeo Città di Trieste di sabato, ha completato lo “special event” organizzato dalla Ginnastica Triestina e le celebrazioni che hanno caratterizzato i primi 150 anni di vita della Società biancoceleste. Ma la festa per Ginnastica Triestina si è estesa anche ai risultati ottenuti in entrambe le giornate di gara ed alle sette medaglie (cinque d’oro) conquistate sabato nel Città di Trieste, se ne sono aggiunte ben dieci nel Biancoceleste, di cui altre cinque d’oro, due d’argento e tre di bronzo che sono valse il secondo posto nella classifica per società, davanti alla romena Sportiv Scolar Unirea, al Judo Club Biokovo e, ottima quinta, la Muggesana, che ha incassato due primi e due secondi posti. Si sono messe in luce anche il Dlf Trieste con un primo posto ed il Team Trieste con un terzo, mentre l’A&R si è dovuto accontentare di due quinti posti. Trieste dunque, si è fatta valere ancora una volta nelle classi esordienti dopo che due settimane fa ai campionati italiani a Ostia ha conquistato due medaglie d’oro (Visentin, Lorenzoni), una d’argento (Ovsec), una di bronzo (Toniolo) ed il primo posto nella classifica per società (Sgt). Otto le medaglie d’oro triestine al Biancoceleste con cinque atleti della Ginnastica, Emanuele Dante (45), Riccardo Moratti (50), Cristina Visentin (40), Alessia Benvegnù (52), Denise Lorenzoni (57), due della Muggesana, Alessio Piacentini (45), Alessia Ovsec (+63) e Jasmine Millo (+57) del Dlf. I triestini saliti sul secondo gradino del podio sono stati quattro, Elisa Toniolo (63), Erik De Luca (55) della Ginnastica, Desirè Sterle (+63), Alberto Nesladek (60) della Muggesana e cinque quelli saliti sulla terza piazza, Leonardo Dante (45), Christopher Deponte (45), Alberto Calcara (45), Devid Toneato (60) e Chiara Sardo (quarta nei 52) del Team Trieste. Molto soddisfatto lo staff della Ginnastica Triestina per aver coronato brillantemente lo sforzo organizzativo: “Non è stato semplice quest’anno – ha detto Raffaele Toniolo, direttore tecnico della nazionale italiana di judo – perché siamo costretti a posticipare la data della manifestazione a causa degli impegni internazionali cui sono stato chiamato, e se da una parte abbiamo perso un discreto numero di partecipanti, dall’altra abbiamo comunque potuto riscontrare un buon livello tecnico e siamo felici di aver offerto a tutti i club che hanno aderito un’ottima opportunità di confronto”.