vai al vecchio sito

Month settembre 2013

Convocata la terza Consulta Regionale del settore Lotta

Udine, 16 settembre 2013. La terza riunione della Consulta Regionale del settore Lotta è stata convocata per il giorno venerdì 20 settembre a Trieste. Vedi alla voce Lotta – Circolari oppure clicca quì

Grand Prix in Croazia, Bartole quinta e Marchiò settima

Fiume, 15 settembre 2013. Quinto posto per Anna Bartole e settimo per Elisa Marchiò a Fiume in occasione del Grand Prix Senior. Per le due atlete triestine alla prima esperienza in un torneo valido per la World Ranking List di questo livello è arrivato dunque un piazzamento di assoluto rilievo, ma che non è il caso di festeggiare a causa delle particolari condizioni di gara in cui è stato realizzato. Il torneo infatti, approdato per la prima volta in Croazia dove vi rimarrà per l’intero quadriennio, ha registrato una buona partecipazione con 203 atleti da 36 nazioni di cinque continenti, ma in alcune categorie le presenze sono state molto contenute e proprio dove hanno gareggiato Anna Bartole ed Elisa Marchiò si sono contate quattro atlete nei 48 kg e sette nei +78 kg. Entrambe le atlete sono state sconfitte due volte, nel caso di Anna Bartole si è trattato di semifinale e finale per il terzo posto, ma per il regolamento della World Ranking List se non si vince almeno un incontro si incamerano soltanto due punti di partecipazione e non quelli per il piazzamento, che sono 60 per il quinto posto e 48 per il settimo. Norma rigida, ma indubbiamente corretta e per Anna Bartole ed Elisa Marchiò il pensiero va già al prossimo impegno, lavorando sodo per farsi trovare pronte.

L’Italia ritrova il sorriso con Giuliano Loporchio e Jennifer Pitzanti, rispettivamente secondo nei 90 kg e terza nei 70 kg nel  Grand Prix Senior a Rijeka, torneo qualificante per la World Ranking List con 203 atleti di 36 nazioni da cinque continenti. “Per questo risultato – ha detto Giuliano Loporchio al termine della gara – ringrazio le Fiamme Gialle e la medaglia la dedico alla mia famiglia ed a Susy (Galeone, ndr), che mi è stata vicino”. Tre vittorie, ottenute su Alan Zasokhov (Rus), Alon Sasson (Isr) e Ciril Grossklaus (Sui) hanno promosso Loporchio alla finale dov’è stato sconfitto da Domenik Wenzinger, che ha regalato alla Svizzera il primo oro in un Grand Prix. Per l’Italia invece, sarebbe stato il secondo maschile dopo quello di Lorenzo Bagnoli a Tunisi nel 2009 ed il terzo in assoluto con quello di Giulia Quintavalle ad Abu Dhabi 2011. Dopo la vittoria su Roxane Taeymans (Bel) invece, Jennifer Pitzanti è stata superata da Laura Vargas Koch (Ger), che poi si è aggiudicata il primo posto, e nei recuperi ha vinto con Anka Pogacnik (Slo), quindi nella sfida per la medaglia di bronzo ha fatto suo il “derby” equilibratissimo con Giulia Cantoni. Per ritrovare due medaglie in un Grand Prix si deve andare a Dusseldorf, febbraio 2011, bronzo di Verde e Quintavalle (quinto Paolo Bianchessi).

-70 kg

1. VARGAS KOCH, Laura GER

2. POSVITE, Fanny Estelle FRA

3. MARZOK, Iljana GER

3. PITZANTI, Jennifer ITA

5. CANTONI, Giulia ITA

-78 kg

1. VELENSEK, Anamari SLO

2. JEONG, Gyeong-Mi KOR

3. GIBBONS, Gemma GBR

3. POWELL, Natalie GBR

+78 kg

1. POLAVDER, Lucija SLO

2. KUELBS, Jasmin GER

3. CERIC, Larisa BIH

3. KONITZ, Franziska GER

7. MARCHIO, Elisa ITA

-81 kg

1. KRIZSAN, Szabolcs HUN

2. LUZ, Carlos POR

3. BUGA, Maksim RUS

3. LEE, Seungsu KOR

-90 kg

1. WENZINGER, Domenik SUI

2. LOPORCHIO, Giuliano ITA

3. GROSSKLAUS, Ciril SUI

3. SASSON, Alon ISR

-100 kg

1. FREY, Karl-Richard GER

2. HORAK, Michal CZE

3. ORLIK, Flavio SUI

3. PACEK, Martin SWE

+100 kg

1. RADULOVIC, Marko MNE

2. BONVOISIN, Jean-Sebastien FRA

3. ANDREEV, Sergey RUS

3. BOSTANOV, Soslan RUS

Grand Prix in Croazia, quinto posto di Anna Bartole

Rijeka, 14 settembre 2013. Sono tre i piazzamenti degli azzurri nella prima giornata del Grand Prix Senior a Rijeka, torneo qualificante per la World Ranking List con 203 atleti di 36 nazioni da cinque continenti. Si tratta di Anna Bartole, quinta nei 48 kg, Gesualdo Scollo e Marianna Marinosci, settimi nei 73 e 63 kg, mentre sono stati eliminati Fabio Andreoli (60), Marco Maddaloni (73), Martina Lo Giudice e Monica Iacorossi (57). In evidenza la Russia maschile e la Germania femminile che hanno incassato due primi posti ciascuna. Domenica sono in gara Giovanni Carollo (81), Giuliano Loporchio (90), Giulia Cantoni, Jennifer Pitzanti (70), Elisa Marchiò (+78). Classifiche.

-48 kg

1. GABRIELLI, Scarlett FRA

2. KRAUS, Kay GER

3. KONIECZNY, Ewa POL

5. BARTOLE, Anna ITA

-52 kg

1. KRAEH, Mareen GER

2. HEYLEN, Ilse BEL

3. BONNA, Penelope FRA

3. RAMOS, Joana POR

5. MAROS, Barbara HUN

5. TARANGUL, Romy GER

7. GAGARINA, Olga RUS

7. KRASNIQI, Distria KOS

-57 kg

1. ROPER, Miryam GER

2. MONTEIRO, Telma POR

3. BEAUCHEMIN-PINARD, Catherine CAN

3. GJAKOVA, Nora KOS

5. HUBER, Cindy FRA

5. TREMBLAY, Stefanie CAN

7. BEKIC, Andrea CRO

7. RAMSAY, Connie GBR

-63 kg

1. PITMAN, Faith GBR

2. PUCHE, Isabel ESP

3. BELLARD, Anne-Laure FRA

3. MISKOVIC, Marijana CRO

5. DI CINTIO, Maelle FRA

5. MILOSEVIC, Nina SLO

7. MARINOSCI, Marianna ITA

7. MARTIN, Hannah USA

-60 kg

1. MUDRANOV, Beslan RUS

2. MILOUS, Sofiane FRA

3. KIELBASINSKI, Lukasz POL

3. PESSOA, Sergio CAN

5. KUNIHIRO, Aaron USA

5. TRBOVC, Matjaz SLO

7. CARVALHO, Nuno POR

7. KOSSOR, Nicholas USA

-66 kg

1. LAVRENTIEV, Denis RUS

2. PLIYEV, Sergiy UKR

3. CHOI, Gwang-Hyeon KOR

3. OATES, Colin GBR

5. JEREB, Andraz SLO

5. LEFEVERE, Jasper BEL

7. BURNS, Nathon GBR

7. ZAGRODNIK, Pawel POL

-73 kg

1. BANG, Gui-Man KOR

2. DRAKSIC, Rok SLO

3. ASTAFEV, Aleksei RUS

3. VOELK, Christopher GER

5. NARTEY, Emmanuel GHA

5. WILLIAMS, Daniel GBR

7. SCHNEIDER, Rene GER

7. SCOLLO, Gesualdo ITA

Bartole e Marchiò in azzurro per il loro primo Grand Prix

Trieste, 11 settembre 2013. Trecento atleti da quaranta nazioni saranno impegnati sabato 14 e domenica 15 settembre nel Centar Zamet a Rijeka per il Grand Prix Senior, la prima manifestazione valida per la qualificazione olimpica che viene organizzata in Croazia. In gara ci saranno ben dieci atleti che sono saliti sul podio dei campionati del mondo conclusi due settimane fa a Rio de Janeiro, ma ci saranno anche le triestine Anna Bartole ed Elisa Marchiò, che fanno parte della squadra azzurra composta da quattordici atleti e che sarà guidata dal direttore tecnico nazionale, il “triestino” Raffaele Toniolo. Una partecipazione, quella delle due triestine, ad altissimo livello che giunge in un anno importante e che ha già regalato ad entrambe il primo tricolore assoluto in aprile a Catania e, fra le altre cose, anche un secondo posto nell’European Cup a Londra in maggio per Anna Bartole, ventidue anni appena compiuti (il 7 settembre) ed un terzo posto ai Mondiali militari ad Astana in luglio per Elisa Marchiò, che ne compirà ventuno il 27 ottobre. “Indubbiamente il Grand Prix è una gara di livello superiore a quelle fatte fin’ora – ha detto Raffaele Toniolo – ma Anna ed Elisa si sono preparate con puntualità ed impegno per questo appuntamento ed è condivisibile il proposito di ben figurare che si sono poste”. Sull’esperienza di questi primi sei mesi da DTN, Toniolo ha aggiunto: “Ho cercato anzitutto di costruire il migliore rapporto possibile con i collaboratori e gli allenatori in modo da poter condividere un programma ambizioso dal 2014 ed iniziare ad ottenere risultati migliori”.

AIKIDO – Circolare n° 13 – Stage Nazionale ed esami

Udine, 9 settembre 2013. Pubblicata la Circolare n° 13 Aikido con riferimento a Stage Nazionale ed esami in programma a Ostia 2-3 novembre 2013.

Aggiudicata a Montereale la Coppa Kata Palazen

Udine, 8 settembre 2013. Si è svolta presso il palazzetto di Montereale la coppa kata Palazen. Probabilmente a causa della data, alcune palestre sono ancora chiuse, non c’ è stata una grande affluenza, ma le coppie che hanno partecipato erano senz’ altro di qualità. La coppia Enzo Calà e Fabio Polo nel kodokan goshin jitsu, Massimo Cester e Daniele Da Riol nel katame no kata, hanno aprofittato di tale appuntamento per la preparazione alla finale del Campionato Nazionale di kata che si terrà a Catania. Alfredo Sacilotto, Alessandro Furchì e Michele Battorti hanno arbitrato la gara. (Maurizio Scacco)

Risultati Coppa Kata Palazen

Modifiche al regolamento arbitrale di Lotta

Ostia, 6 settembre 2013. Con la presente inviamo la documentazione allegata, predisposta dalla Commissione Nazionale Ufficiali di Gara, relativa alle modifiche fino ad oggi introdotte dalla FILA al Regolamento Internazionale di Lotta. Bisogna tenere presente che potrebbero esserci ulteriori cambiamenti dopo i Campionati Mondiali Seniores di Budapest (HUN). Tali modifiche saranno introdotte nelle Gare Nazionali già a partire dalle prime gare di Coppa Italia del prossimo ottobre. Il materiale allegato potrà servire anche per effettuare i corsi di aggiornamento regionali per UdG.

 

Modifiche al regolamento

Nuova piattaforma di tesseramento, verifiche entro il 15 settembre

Attenzione! Si ricorda di verificare tutti i dati inseriti nelle Vs. liste di tesseramento on-line, in quanto con il passaggio alla nuova piattaforma, si sono riscontrati diversi errori. Inoltre verificate e correggete tutte le informazioni relative all’Atto Costitutivo della Società ed alla composizione del Consiglio al fine di permettere alla Federazione di procedere all’iscrizione delle Società a Registro CONI. In allegato una breve informativa sulla nuova piattaforma e questo il link per il manuale.

A Rio Giappone e Georgia sul trono dei Mondiali a squadre

Rio de Janeiro, 1 settembre 2013. Giappone (donne) e Georgia (uomini) hanno conquistato a Rio de Janeiro il titolo mondiale a squadre 2013. Per la squadra femminile giapponese è la conferma dell’oro già conquistato nel 2012 a Salvador de Baja (3-2 sulla Cina in finale), mentre la Georgia ha avvicendato la Russia che cercava il bis mondiale. Identico l’esito della finale che nel 2012 vide la Russia rimontare il Giappone da 0-2 e questa volta è stata la Russia ad essere rimontata dalla Georgia. Le trentadue squadre (16 M e 16 F) sono state ammesse al Mondiale a Rio sulla base dei piazzamenti ottenuti ai campionati continentali. Con una breve cerimonia, prima delle finali, la bandiera IJF è passata dalle mani di Paulo Wanderley Teixeira, presidente da Confederação Brasileira de Judô, a quelle di Marius Vizer, che l’ha affidata a Dennis Lapotyshkin, vice-presidente della Federazione Regionale di Chelyabinsk, sede del Mondiale 2014. Inoltre è stato presentato il francese Teddy Riner, in quanto è stato eletto presidente della commissione degli atleti IJF e prende il posto che è stato di Hirotaka Okada, bronzo alle Olimpiadi 1992 a Barcellona e due volte campione del mondo, in carica dal 2009, anno in cui la commissione fu costituita. “Sono molto felice ed onorato per l’elezione di oggi – ha detto Riner – farò del mio meglio per rappresentare gli atleti a livello internazionale e spero di riuscire a fare un buon lavoro per tutti”.

Classifiche

Femminile

1. JAPAN JPN

2. BRAZIL BRA

3. CUBA CUB

3. FRANCE FRA

5. KOREA KOR

5. NETHERLAND NED

7. CHINA CHN

7. KAZAKHSTAN KAZ

Maschile

1. GEORGIA GEO

2. RUSSIA RUS

3. GERMANY GER

3. JAPAN JPN

5. KOREA KOR

5. UZBEKISTAN UZB

7. CUBA CUB

7. MONGOLIA MGL

Mondiali a Rio, nessuno ferma Riner, sesto titolo mondiale

Rio de Janeiro, 31 agosto 2013. La sesta giornata del campionato del mondo a Rio de Janeiro ha premiato Idalys Ortiz (Cub, +78), Elkhan Mammadov (Aze, 100) e Teddy Riner (Fra, +100). E se per il ventiquattrenne francese è il sesto titolo iridato che entra nel palmares, per la cubana e per l’azero invece si tratta della prima corona iridata, che per Ortiz arriva a 23 anni dopo il titolo olimpico a Londra, mentre al 31enne Mammadov regala l’onore di mettere al collo il primo oro mondiale dell’Azerbaijan. L’azzurro Domenico Di Guida invece, si è fermato al secondo turno dei 100 kg di fronte al tunisino Anis Ben Khaled, dopo aver superato Ivan Remarenco, moldavo battente bandiera degli Emirati Arabi Uniti. “Molto contratto già dal primo incontro – ha detto di lui il DTN Raffaele Toniolo – con un avversario ostico che però è riuscito a domare. Poi con il tunisino è partito in sordina e non è riuscito a recuperare”. A questo punto il DTN Toniolo sintetizza un’analisi: “In ogni caso rifarei le stesse scelte, sia a livello maschile che femminile. Il mondiale femminile è stato sufficiente, quattro su cinque hanno raggiunto gli ottavi e sono state fermate da avversarie attualmente più forti di loro. I maschi mi sono piaciuti meno, soprattutto nell’atteggiamento, ma credo veramente che questa esperienza li farà crescere”. Queste le cifre del mondiale azzurro. Dieci azzurri. 10 gli azzurri che hanno gareggiato a Rio de Janeiro, complessivamente hanno disputato 16 combattimenti, vincendone 6 (2 Giorgis, Giuffrida, Gwend, Galeone, Di Guida) e venendo sconfitti 10 volte (una ciascuno in quanto nessuno è approdato ai recuperi). Azioni tecniche. Attive. Per 8 volte le tecniche degli azzurri hanno ottenuto punteggio (2 ippon, 2 waza ari, 4 yuko), 5 gli atleti a realizzarle (3 Carollo, 2 Giorgis, 1 Moscatt, Facente, Galeone); 5 gli atleti che non hanno ottenuto vantaggi tecnici. Passive. 12 le azioni tecniche incassate da 7 azzurri (5 ippon, 4 waza ari, 3 yuko), mentre altri 3 (Regis, Gwend, Di Guida) non hanno subito tecniche. Sanzioni. Il nuovo regolamento ha incrementato l’attribuzione delle sanzioni per promuovere l’iniziativa e per gli azzurri in gara a Rio ha determinato 14 sanzioni a favore e 20 passive. Sono stati 3 gli azzurri che non hanno ricevuto sanzioni: Giuffrida, Parlati, Carollo. Medagliere. Ventitre nazioni hanno conquistato almeno una medaglia e ben dieci di queste sono salite sul gradino più alto del podio. Il Giappone è al primo posto con 3 primi, 1 secondo, 3 terzi posti, segue la Francia con 2, 2, 3 e Cuba con 2, 0, 0, ma il Brasile festeggia ben sei medaglie, una d’oro, tre d’argento, due di bronzo. Domenica è la giornata conclusiva con i campionati del mondo a squadre maschile e femminile, si inizia alle 9 (le 14 italiane).

+78 kg

1. ORTIZ, Idalys CUB

2. ALTHEMAN, Maria Suelen BRA

3. LEE, Jung Eun KOR

3. TACHIMOTO, Megumi JPN

5. ANDEOL, Emilie FRA

5. CERIC, Larisa BIH

7. KIM, Eunkyeong KOR

7. KUELBS, Jasmin GER

-100 kg

1. MAMMADOV, Elkhan AZE

2. GROL, Henk NED

3. KRPALEK, Lukas CZE

3. PETERS, Dimitri GER

5. KURBANOV, Soyib UZB

5. ONO, Takashi JPN

7. MARET, Cyrille FRA

7. SAYIDOV, Ramziddin UZB

+100 kg

1. RINER, Teddy FRA

2. SILVA, Rafael BRA

3. JABALLAH, Faicel TUN

3. TOELZER, Andreas GER

5. MIKHAYLIN, Alexander RUS

5. OKRUASHVILI, Adam GEO

7. BRAYSON, Oscar CUB

7. SHICHINOHE, Ryu JPN