vai al vecchio sito

Day 15 settembre 2013

Grand Prix in Croazia, Bartole quinta e Marchiò settima

Fiume, 15 settembre 2013. Quinto posto per Anna Bartole e settimo per Elisa Marchiò a Fiume in occasione del Grand Prix Senior. Per le due atlete triestine alla prima esperienza in un torneo valido per la World Ranking List di questo livello è arrivato dunque un piazzamento di assoluto rilievo, ma che non è il caso di festeggiare a causa delle particolari condizioni di gara in cui è stato realizzato. Il torneo infatti, approdato per la prima volta in Croazia dove vi rimarrà per l’intero quadriennio, ha registrato una buona partecipazione con 203 atleti da 36 nazioni di cinque continenti, ma in alcune categorie le presenze sono state molto contenute e proprio dove hanno gareggiato Anna Bartole ed Elisa Marchiò si sono contate quattro atlete nei 48 kg e sette nei +78 kg. Entrambe le atlete sono state sconfitte due volte, nel caso di Anna Bartole si è trattato di semifinale e finale per il terzo posto, ma per il regolamento della World Ranking List se non si vince almeno un incontro si incamerano soltanto due punti di partecipazione e non quelli per il piazzamento, che sono 60 per il quinto posto e 48 per il settimo. Norma rigida, ma indubbiamente corretta e per Anna Bartole ed Elisa Marchiò il pensiero va già al prossimo impegno, lavorando sodo per farsi trovare pronte.

L’Italia ritrova il sorriso con Giuliano Loporchio e Jennifer Pitzanti, rispettivamente secondo nei 90 kg e terza nei 70 kg nel  Grand Prix Senior a Rijeka, torneo qualificante per la World Ranking List con 203 atleti di 36 nazioni da cinque continenti. “Per questo risultato – ha detto Giuliano Loporchio al termine della gara – ringrazio le Fiamme Gialle e la medaglia la dedico alla mia famiglia ed a Susy (Galeone, ndr), che mi è stata vicino”. Tre vittorie, ottenute su Alan Zasokhov (Rus), Alon Sasson (Isr) e Ciril Grossklaus (Sui) hanno promosso Loporchio alla finale dov’è stato sconfitto da Domenik Wenzinger, che ha regalato alla Svizzera il primo oro in un Grand Prix. Per l’Italia invece, sarebbe stato il secondo maschile dopo quello di Lorenzo Bagnoli a Tunisi nel 2009 ed il terzo in assoluto con quello di Giulia Quintavalle ad Abu Dhabi 2011. Dopo la vittoria su Roxane Taeymans (Bel) invece, Jennifer Pitzanti è stata superata da Laura Vargas Koch (Ger), che poi si è aggiudicata il primo posto, e nei recuperi ha vinto con Anka Pogacnik (Slo), quindi nella sfida per la medaglia di bronzo ha fatto suo il “derby” equilibratissimo con Giulia Cantoni. Per ritrovare due medaglie in un Grand Prix si deve andare a Dusseldorf, febbraio 2011, bronzo di Verde e Quintavalle (quinto Paolo Bianchessi).

-70 kg

1. VARGAS KOCH, Laura GER

2. POSVITE, Fanny Estelle FRA

3. MARZOK, Iljana GER

3. PITZANTI, Jennifer ITA

5. CANTONI, Giulia ITA

-78 kg

1. VELENSEK, Anamari SLO

2. JEONG, Gyeong-Mi KOR

3. GIBBONS, Gemma GBR

3. POWELL, Natalie GBR

+78 kg

1. POLAVDER, Lucija SLO

2. KUELBS, Jasmin GER

3. CERIC, Larisa BIH

3. KONITZ, Franziska GER

7. MARCHIO, Elisa ITA

-81 kg

1. KRIZSAN, Szabolcs HUN

2. LUZ, Carlos POR

3. BUGA, Maksim RUS

3. LEE, Seungsu KOR

-90 kg

1. WENZINGER, Domenik SUI

2. LOPORCHIO, Giuliano ITA

3. GROSSKLAUS, Ciril SUI

3. SASSON, Alon ISR

-100 kg

1. FREY, Karl-Richard GER

2. HORAK, Michal CZE

3. ORLIK, Flavio SUI

3. PACEK, Martin SWE

+100 kg

1. RADULOVIC, Marko MNE

2. BONVOISIN, Jean-Sebastien FRA

3. ANDREEV, Sergey RUS

3. BOSTANOV, Soslan RUS