vai al vecchio sito

Month agosto 2013

Slovenian kata Open a Izola e la collaborazione nel kata si allarga

Udine, 19 agosto 2013. Domenica 11 agosto si è svolto a Izola il primo Slovenian Kata Open, competizione proposta dalla federazione slovena che è stata preceduta da una lezione gestita dai Maestri Piero Comino (7° dan) e Maurizio Scacco (6° dan). Alla gara hanno partecipato complessivamente 25 coppie, con prevalenza FVG, che con la coppia Furchì-Battorti (Pol. Villanova) ha ottenuto il primo posto nel Nage no kata e nel Katame no kata. Nel Katame no Kata, secondo posto di Marinella Bubnich e Davide Mauri (Kuroki), seguiti al terzo posto da Massimo Cester e Daniele Da Riol (Skorpion). Friulani presenti anche fra gli arbitri con Giuliano Casco (EJU), Alfredo Sacilotto, Enzo Calà. La giovane età non ha influito negativamente per gli specialisti sloveni e croati, che hanno espresso un buon livello esecutivo, lasciando intendere che in un futuro prossimo potranno salire ad un ruolo da protagonisti. L’organizzazione dell’evento è stata ben curata dalla federazione slovena con la direzione di Igor Albreht, presidente della commissione slovena di kata e arbitro internazionale (IJF-EJU), in collaborazione con Slavisa Bradic, presidente della commissione federale di graduazione della Croazia e membro della IJF Military Commission. La collaborazione nell’ambito del kata fra Fvg, Slovenia e Croazia, è stata positivamente avviata.

Risultati Slovenian Kata Open

Ventidue atleti FVG sui tatami a Lignano per l’Open mondiale

Udine, 18 agosto 2013. Sono ventidue gli atleti del Friuli Venezia Giulia che sabato 24 e domenica 25 agosto prossimi, ne sfideranno gli oltre mille di dodici nazioni iscritti alla ventottesima edizione dell’Open mondiale di Karate che si disputerà a Lignano Sabbiadoro. Si tratta di un vero e proprio esercito, in cui brillano le stelle di numerosi campioni, dato che la manifestazione organizzata dalla federazione regionale karate guidata da Roberto Ruberti è strategica rispetto il campionato del mondo cadetti, juniores, under21 che si disputerà in novembre a Guadalajara, in Spagna. “C’è chi viene a Lignano per cercare il confronto con i concorrenti diretti al podio iridato – dice il patròn Roberto Ruberti – e chi invece ci viene per mettersi in evidenza agli occhi dei direttori tecnici nazionali, cercando quella convocazione che ti può cambiare il percorso sportivo”. Un obiettivo quest’ultimo, che è senz’altro nel mirino del friulano Nico Armanelli, atleta del Bushido Dojo Udine, che ha già indossato quest’anno la maglia azzurra agli Europei. Assieme a lui, il Bushido Dojo schiererà anche Nicola Manias, Massimo Gallanda, Davide Meulli e fra i master Giuseppe Formenton, ma ci saranno anche i campioni del Karate Club 2003, Laura Boschin, Ilaria Ciesa, Melanie Corbatto, Caterina Dreassi, Carlo Spittaleri ed i portacolori del Karate Do Trieste, Sandra Matjak, Paolo Perucci, Sergio Schiavon, Antonella Ulcigrai, Francesca Zerial, Aris Milani, Fabrizio Serafini, Fabiana Corda e dell’Area Shotokan Trieste, Cristiano Delise, Tommaso Delise, Pietro Maiorano, Andrea Veccia. Il Palagetur a Lignano sarà già affollato a partire da mercoledì 21 con lo stage diretto fra gli altri da Pierluigi Aschieri, direttore tecnico nazionale, l’udinese Roberta Sodero, allenatore federale ed i campioni del mondo Luca Valdesi, Davide Benetello, Stefano Maniscalco e saranno presenti da Austria, Belgio, Croazia, repubblica Ceca, Galles, Germania, Polonia, Slovacchia, Slovenia, Svizzera, Italia ed una squadra anche dalla Nigeria.

Mondiali, Mascetti non ce la fa, solo dieci gli azzurri in gara a Rio

Udine, 15 agosto 2013. Sono dieci gli azzurri del judo che saliranno sui tatami nel Maracanazinho Arena a Rio de Janeiro per il Campionato del Mondo in programma da lunedì 26 agosto a domenica 1 settembre. L’undicesimo, Alessio Mascetti (+100), che si infortunò alla vigilia dei Giochi del Mediterraneo, ha sostenuto i test previsti in occasione del Camp ad Izola (Slo) evidenziando ancora dei problemi. «Purtroppo Mascetti non è ancora in condizione di forzare – ha detto il DTN Raffaele Toniolo – e non è proprio il caso di anticiparne il rientro in un questo contesto». La squadra, composta da  Valentina Moscatt (48), Odette Giuffrida (52), Valentina Giorgis, Edwige Gwend (63), Assunta Galeone (78), Enrico Parlati, Andrea Regis (73), Massimiliano Carollo (81), Walter Facente (90), Domenica Di Guida (100), partirà in due tempi, martedì 20 gli allenatori Pino Maddaloni e Dario Romano con gli atleti in gara nelle prime giornate (48/52/73) ed il 22 Raffaele Toniolo con il resto della squadra.
Il programma.
Lunedì 26: -60 kg M / -48 kg F
Martedì 27: -66 kg M / -52 kg F
Mercoledì 28: -73 kg M / -57 kg F
Giovedì 29: -81 kg M / -63 kg F
Venerdì 30: -90 kg M / -70 kg, -78 kg F
Sabato 31: -100 kg, +100 kg M / +78 kg F
Domenica 1: A Squadre M / F

Convocazione atleti FVG Stage Fijlkam Lignano 2013

Udine, 14 agosto 2013. Il CR intende sostenere l’attività di preparazione e confronto per gli atleti Cad/Jun della Ragione che in questo primo semestre hanno conquistato la partecipazione agli incontri medaglia delle finali nazionali di classe e/o che si trovino nella relativa Ranking list fino al 10° posto di classifica. Per questi atleti è previsto, a carico del CR la partecipazione per due giorni, allo Stage FIJLKAM di Lignano Sabbiadoro. Ringrazio i collaboratori che saranno presenti a Lignano per coordinare il gruppo FVG e gli atleti per l’appassionata partecipazione.

Circolare n. 42

Calendario 2° semestre Judo FVG

Udine, 12 agosto 2013. On-line il calendario del secondo semestre del Judo FVG modificato e aggiornato. Attenzione!! ci sono state numerose modifiche rispetto al documento precedente, sia in adeguamento al calendario nazionale, sia per l’organizzazione congiunta, con Veneto e Trentino Alto Adige della qualificazione di Coppa Italia Jun-Sen e di Coppa Italia Cadetti.
Nel calendario sono inoltre indicate le date per i corsi di formazione e aggiornamento.

Calendario secondo semestre

Mondiali cadetti a Miami, fuori Carminucci e Prosdocimo

Miami, 10 agosto 2013. Terza giornata ai campionati del mondo cadetti a Miami ed è il Canada a far notizia, conquistando con Louis Krieber Gagnon (81) il primo titolo maschile fra i cadetti. Jessica Klimkait (52) aveva fatto cosa analoga la giornata precedente e con queste due medaglie d’oro il paese nord-americano è secondo nel medagliere dietro il Giappone, che deve accontentarsi di un secondo ed un terzo posto, peraltro nella stessa categoria (57). Tutte europee le altre tredici medaglie assegnate nella terza giornata, con oro a Germania (Jennifer Schwille, 57), Ungheria (Szabina Gercsak, 63) e Russia (Zaur Ramazanov, 73).  Le gare nei 63 kg di Chiara Carminucci ed Alessandra Prosdocimo si sono fermate troppo presto, con la serba Tea Tintor per la campionessa europea 2012 e portacolori del Judo Vittorio Veneto e dallo shime waza della slovena Patricija Brolih per la toscana del Cus Siena, che al primo turno aveva regolato con bella autorità Baasanjargal Bayarbat (Mgl). Domenica ultime medaglie in palio nel Doral Legends Ballroom per le categorie 70 e +70 kg, 90 e +90 kg senza azzurri in gara.

Classifiche.

-57 kg

1. SCHWILLE, Jennifer (GER)

2. MURAKAMI, Kanna (JPN)

3. TATSUKAWA, Rina (JPN)

3. HARACHI, Sarah (FRA)

5. DE BY, Gaby (NED)

5. BITENCOURT, Gabriela (BRA)

7. DOBRE, Stefania Adelina (ROU)

7. STANGAR, Anja (SLO)

-63 kg

1. GERCSAK, Szabina (HUN)

2. PREVOT, Ines (FRA)

3. MULLENBERG, Lisa (NED)

3. PIOVESANA, Lubjana (GBR)

5. TINTOR, Tea (SRB)

5. DROZDOVA, Liudmyla (UKR)

7. OLARTE, Marina (FRA)

7. BROLIH, Patricija (SLO)

-73 kg

1. RAMAZANOV, Zaur (RUS)

2. KIRAKOZASHVILI, Tamazi (GEO)

3. GODIZOV, Ruslan (RUS)

3. MILIC, Arso (MNE)

5. BAKKER, Kevin (NED)

5. KOVAC, Lovro (CRO)

7. MAJDOV, Nemanja (SRB)

7. RASOULI, Sobhan (IRI)

-81 kg

1. KRIEBER GAGNON, Louis (CAN)

2. DE WIT, Frank (NED)

3. IGOLNIKOV, Mikhail (RUS)

3. BUBANJA, Marko (AUT)

5. TEPKAEV, Turpal (RUS)

5. VARDI, Idan (ISR)

7. MATIJASS, Martin (GER)

7. DRUZETA, Dominik (CRO)

Giovani e amatori, cambia la legge sui certificati

TRIESTE, 11 agosto 2013. Con il passaggio al Senato e la definitiva approvazione alla Camera avvenuta venerdì della “legge del Fare”, è stato anche annullato l’obbligo dell’esame dell’elettrocardiogramma per la pratica ludico-motoria giovanile e amatoriale. La lagge deve solo più essere pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, il che avverrà fra una decina di giorni dopo la firma del Presidente della Repubblica, per essere operativa. Questo il testo: «A fine di salvaguardare la salute dei cittadini promuovendo la pratica sportiva, per non gravare cittadini e Serivzio Sanitario Nazionale di ulteriori e onerosi accertamenti e certificazioni, è soppresso l’obbligo di certificazione per l’attività ludico -motoria, giovanile e amatoriale. (…) Rimane l’obbligo di certificazione presso il medico o pediatra di base per l’attività sportiva non agonistica. Sono i medici o i pediatri di base attualmente a stabilire dopo anamnesi e visita se i pazienti necessitano di ulteriori accertamenti come l’elettrocardiogramma». A dare notizia della nuova norma di legge è il presidente regionale del Coni e pa«rlamentare Pd Giorgio Brandolin che ha tempestivamente avvisato tutte le Federazioni sportive: «Certo di aver fatto cosa dovuta, e ribadendo quindi la non obbligatorietà dell’esame dell’elettrocardiogramma nell’attività ludico motoria giovanile e amatoriale, si invitano le Federazioni – scrive Brandolin nella nota – a darne massima divulgazione al fine di evitare costi e aggravi alle nostre società sportive in quanto tale obbligo sarà, fra una decina di giorni, non più necessario».

– Vedi in Rassegna Stampa

Argento iridato a Miami per il diciassettenne Elios Manzi

Miami, 8 agosto 2013. Elios Manzi ha conquistato la medaglia d’argento dei 55 kg nella prima giornata del campionato del mondo a Miami. Ormai abituato ad affrontare le gare da testa di serie n. 1, anche a Miami il diciassettenne dell’Airon Furci Siculo ha confermato di valere questa posizione e con grande attenzione e misura ha affrontato nell’ordine Shahen Abaghyan (Arm), Zhaksybek Zhenisbek (Kaz), Tornjke Tsikadoea (Ned) e Peter Miles (Gbr), guadagnandosi un posto nella finale iridata per la seconda volta nei due mondiali disputati. Di fronte a Bauyrzhan Zhauyntayev (Kaz), l’azzurro non ha cambiato registro ed uno shido attribuito al kazako per falso attacco è stato il margine di vantaggio per Manzi fino a 9 secondi dal termine. Ma una passività all’azzurro ed una seconda dopo 44 secondi di golden score hanno ribaltato la situazione ed assegnato il titolo a Zhauyntayev. È comprensibile il disappunto di Elios Manzi, che nemmeno sul podio ha ritrovato il sorriso, ma con questa medaglia d’argento completa un incredibile palmares da cadetto, in cui ha praticamente ripetuto nel 2013 i risultati eccezionali del 2011 pur cambiando categoria. 2011 nei 50 kg: oro agli europei (Cottonera), argento all’EYOF (Trabzon) ed ai mondiali (Kiev); 2013 nei 55 kg: oro agli europei (Tallinn), bronzo all’EYOF (Utrecht), argento ai mondiali (Miami). Il mondiale di Andrea Carlino nei 50 kg, si è fermato subito di fronte al belga Jorre Verstraeten, poi sul podio al terzo posto. Il Giappone si è aggiudicato i due titoli femminili con Honoka Yamauchi (40) e Mari Suzuki (44) esprimendo un’impressionante superiorità in ne waza, mentre l’oro nei 50 kg è andato al collo di Natig Gurbanli (Aze). Nel programma di venerdì altri quattro titoli iridiati con -48kg, -52kg femminili e -60kg, -66kg maschili, si inizia alle 10 (16 italiane), final block alle 17 (23 italiane). Non ci sono azzurri in gara. Classifiche.

-40 kg

1. YAMAUCHI, Honoka JPN

2. ALIYEVA, Leyla AZE

3. RODRIGUES, Juliana BRA

3. TSVETANOVA, Tsvetelina BUL

5. NORDER, Aniek NED

5. SAIYN, Adiya KAZ

7. GILLY, Marine FRA

7. QUIZHPI, Pamela ECU

-44 kg

1. SUZUKI, Mari JPN

2. MIHALOVITS, Kincso HUN

3. STANGAR, Marusa SLO

3. TURCHEVA, Anastasya RUS

5. KIM, Jaeryeong KOR

5. SORIANO, Estefania DOM

7. CAKMAKLI, Melisa TUR

7. KONDO, Thais BRA

-50 kg

1. GURBANLI, Natig AZE

2. BEGLARASHVILI, Robinzon GEO

3. BAYARAA, Amartuvshin MGL

3. VERSTRAETEN, Jorre BEL

5. NAGLIASHVILI, Tornike GEO

5. UMEKITA, Wataru JPN

7. ABREU, Brian USA

7. SEILKHAN, Kanat KAZ

-55 kg

1. ZHAUYNTAYEV, Bauyrzhan KAZ

2. MANZI, Elios ITA

3. MILES, Peter GBR

3. TSJKADOEA, Tornike NED

5. ARKHOZASHVILI, Erekle GEO

5. DIAZ, Adonis USA

7. NURILLAYEV, Kemran UZB

7. REBAHI, Salim ALG

Karate FVG sul podio dei World Master Games ad Alba

Udine, 6 agosto 2013. Triestini sul podio all’ottava edizione dei World Master Games che si sta disputando a Torino ed in Piemonte. Trenta le discipline sportive coinvolte per un totale di 165 specialità su 66 siti di gara distribuiti in 13 città per un totale di 19 mila atleti di un’età media di 52 anni. Ne ha 94 invece la nuotatrice giapponese Michiko Hamuro, prima nella classifica del più anziano ed in quella dei 100 metri rana categoria W90 con il tempo di 5’42”62. Un podio tutto triestino invece, è stato registrato nelle gare di karate over 55 con Luisa Azzaroni, Susanna Zerial e Sandra Matijak salite nell’ordine sui tre gradini del podio. Alle gare di karate, che si sono disputate ad Alba, hanno partecipato 254 atleti di 15 nazioni e la soddisfazione per le ultrasessantenni Sandra Matjak e Susanna Zerial è stata accompagnata anche dall’emozione per aver conquistato altre due medaglie, rispettivamente d’oro e di bronzo, come quella nel kata di Paolo Perucci. Oltre il primo posto di Luisa Azzaroni ed un oro, un argento e due bronzi per gli atleti del Karate Do Trieste, presente con sei master, sono stati registrati anche due quinti posti con Paolo Perucci e Antonella Ulcigrai. Anche Giuseppe Formenton si è presentato puntuale all’appuntamento con il podio dei World Master Games ad Alba. Il 56enne portacolori del Bushido Dojo Udine ha vinto la medaglia d’oro nel kumite categoria +84 kg classe over 55 ed il bronzo nel kata. Impresa che fallì agli European Master Games a Lignano nel 2011, quando vinse l’oro nel kumite e nonostante un infortunio prese parte anche alle gare di kata senza fortuna. A Lignano però, Giuseppe Formenton ebbe un altro onore, quello di pronunciare il giuramento dell’atleta nella cerimonia di apertura.

Alba applaude altri sei italiani d’oro ai World Master Games

Alba, 4 agosto 2013. Sei medaglie d’oro, nove d’argento e sette di bronzo, il bottino dei master italiani è ricco anche nella seconda, e per il judo conclusiva, giornata ai World Master Games ad Alba. Al primo posto si sono classificati Gian Luca Pilia, Diego Penone, Emanuele Frullani, Cheick Wade, Alessandro Tiengo, Francesco Iannone, al secondo Salvatore Avolio, Roberto Mascherucci, Massimo Laurenzi, Marco Melzi, Michele Capasso, Stefano Contento, Marco Dassori, Angelo Stivilla, Fabrizio Ceruti ed al terzo, Vincezo D’Alterio, Carmine Cirino, Luigi Semeraro, Paolo Bertaina, Stefano Pressello, Angelo Vitale, Maurizio De Stefano. Nove le formazioni che hanno disputato il torneo a squadre, con formazioni miste M 1–2–3 (under 45) e qualche M 4 che non ha saputo resistere alla tentazione di combattere ancora. Nel turno eliminatorio il Brasile ha battuto Italia/Germania (4-1), mentre nei quarti Kazakhistan/Ungheria ha superato il Brasile (3-2), Russia su Italia/Monza (3-2), Venezuela su Italia/Piemonte (4-1) e Italia/Emilia su Lituania/Ungheria (3-2). Con le vittorie su Russia e Venezuela, Kazakhistan/Ungheria ed Italia/Emilia sono approdate alla finale vinta nettamente (4-1) dai kazako-magiari. Così ha commentato il Presidente del Judo Club Alba, Claudio Piazza: “Desidero ringraziare la Fijlkam per aver offerto ad Alba l’opportunità di vivere questa straordinaria esperienza ed alla città di Alba va il mio pensiero riconoscente per ciò che ha saputo mostrare a tutti”. Classifica: 1. Kazakhistan/Ungheria (Yerlan Seilkhanov, Yerzhan Omarbayev, Almas Atayev, Attila Rasko, Ruslan Seilkhanov); 2. Italia (Roberto Rusignuolo, Gabriele Verona, Gabriele Del Zi, Luigi Semeraro, Vittorio Di Bartolomeo, Francesco Iannone); 3. Russia (Nikolay Kuznesov, Alexander Chaptykov, Sergey Chernukhin, Andrei Botikov); 3. Brasile (Ronaldo Ribeiro, Alves Gleyson Ribeiro, Guimaraes Rodrigo Motta, Job Perdoncini, Denison Santos Soldani, Eduardo Fabio Spinosa, Anderson Dos Santos, Fernando Soares, Alexandre Marcos Daud); 5.Venezuela (Josè Ramon Sanchez, Efren Mendez, Carlos Alberto Mora Hernandez, Efrain Seijas); 5. Italia/Piemonte (Massimiliano Rolle, Marco Dassori, Michele Capasso, Angelo Stivilla, Franco Grivet Chin, Alessandro Tiengo, Salvatore Avaglio); 7. Italia Monza (Loris Gennaro, Emanuele Frullani, Marco Melzi, Marco Colaianni, Paolo Quaglia, Massimo Laurenzi); 7. Lituania/Ungheria (Zsolt Tuncsik, Ricardas Musvydas, Zilvinas Likusius, Edvuardas, Cesnakevicius, Augenijs Suldiakovacs); 9. Italia/Germania (Nicola Signorile, Roberto Mascherucci, Carmine Cinzio, Cheick Wade, Ferdinando Paparello, Angelo Vitale, Stefano Pressello, Marcus Utzat,  Cristiano Coimorano).