vai al vecchio sito

Day 8 aprile 2013

A Catania Bagnoli, Bartole e Marchiò campioni italiani assoluti, Tomasetti d’argento

Catania, 7 aprile 2013. L’udinese Lorenzo Bagnoli e le triestine Anna Bartole ed Elisa Marchiò hanno conquistato a Catania il titolo italiano assoluto di judo. Tre medaglie d’oro nel massimo campionato italiano è un risultato straordinario per gli atleti del Friuli Venezia Giulia, che sono saliti sul podio anche con il pordenonese Pablo Tomasetti, che si è classificato al secondo posto. Per il ventinovenne campione udinese in forza alle Fiamme Azzurre è il quarto tricolore della carriera, che si aggiunge a quelli vinti nel 2004, 2005, 2009, e con i secondi posti nel 2003, 2006, 2007, quella disputata nel PalaCatania è stata la settima finale agli Assoluti in undici anni. Non male per un atleta che nel quadriennio passato è stato fra i top 20 delle classifiche mondiali, e che nell’aprile 2011 l’infortunio agli Europei ad Istanbul mise fuori gioco da una qualificazione olimpica che iniziava ad essere credibile. Sulla soglia dei trent’anni dunque, Lorenzo Bagnoli ha dimostrato di avere ancora voglia di soffrire ed impegnarsi per perseguire obiettivi importanti e la medaglia d’oro conquistata in Sicilia gli dà ragione. Anna Bartole ha conquistato il titolo italiano assoluto dei 48 kg. La ventunennne della Ginnastica Triestina ha completato dunque l’inseguimento alla medaglia d’oro più prestigiosa, dopo averla conquistata nella classe cadette (2006) e dopo essere salita due volte sul podio tricolore junior (terza nel 2008 e 2010) e tre volte su quello delle under 23 (terza nel 2008, seconda nel 2010 e 2012), Anna Bartole ha vinto il bronzo agli Assoluti 2012 e quindi, lo splendido oro a Catania. Una vittoria resa ancora più brillante dal successo in finale sulla napoletana Ilaria Ugon, dalla quale la Bartole era stata sempre sconfitta e che in quest’occasione non è mai stata in grado di mettere in difficoltà la brava triestina guidata da Monica Barbieri. Ed è stata ancora Monica Barbieri a guidare la bravissima Elisa Marchiò (Esercito Roma) al primo titolo assoluto nei +78 kg, che ha conquistato superando nettamente in finale la stessa Tania Ferrera dalla quale era sempre stata sconfitta, compresa la finale degli assoluti 2012. Medaglia d’argento infine per il pordenonese delle Fiamme Oro, Pablo Tomasetti, secondo nei 100 kg al termine di una finale equilibratissima, ma che ha premiato il napoletano Vincenzo D’Arco. Molto vicina alla medaglia infine, è arrivata la sacilese Giulia Zuliani (Villanova) che si è classificata al quinto posto nei 78 kg, un risultato che agli Assoluti per una diciannovenne ha un valore importante.