vai al vecchio sito

Day 2 dicembre 2012

Kuroki sul podio (3°) a Pesaro nei Tricolori a squadre

Pesaro, 2 dicembre 2012. Il Kuroki Tarcento è salito sul terzo gradino del podio a Pesaro, in occasione del campionato italiano a squadre. La medaglia di bronzo però, non è andata al collo degli atleti della prima squadra maschile alla ventottesima partecipazione consecutiva nella manifestazione tricolore, ma a quello delle ragazze dell’under 17, che al campionato a Pesaro hanno deciso di partecipare quasi per caso. Gloria Venchiarutti e Soraya Luri Meret, il gioiellino di casa Kuroki, sono le due atlete del team tarcentino cui coach Alessandro Costante ha affiancato Valentina Varutti dello Shimai Dojo Fagagna e Marta Palombini della Muggesana, schierandole di volta in volta di fronte alle cadette del Dlf Alessandria (3-2), Judo Vittorio Veneto (2-3) e Pro Recco (3-2). Coach Costante ha dato il giusto equilibrio alla squadra che ha affrontato le tre sfide sempre carica e motivata, meritando un posto sul podio tricolore alle spalle del Judo Vittorio Veneto, che ha sconfitto in finale (3-2) il Kodokan Cecina a pari merito con la Cassa di Risparmio Asti che ha lasciato al quinto posto (3-2) l’Akiyama Settimo. Sfortunate invece, le prove di Kuroki Tarcento (17°) e Skorpion Pordenone (10°) a loro volta impegnate nel campionato a squadre senior. Il team tarcentino guidato da Johnny Volpe è stato subito sconfitto dal Mestre 2001, mentre i pordenonesi di coach Roberto Feletto, saltato il primo turno, sono stati fermati dai Carabinieri Roma, decisamente avviati alla conquista del tricolore. Già sconfitto dal Mestre 2001 nella finale della qualificazione a Treviso, il Kuroki ha avuto l’occasione di prendersi la rivincita, ma sul 2-2 con le vittorie di Gino Gianmarco Stefanel (66) e Igor Spassoievic (90), al master Luigi Rovere non è riuscita, come in altre occasioni, la prodezza decisiva. L’udinese Ermes Tosolini ha fatto la sua parte ed è salito sul secondo gradino del podio con l’Akiyama Settimo, ma positiva è stata anche la prova di Matteo Medves (2 vittorie per ippon su tre match disputati), in prestito al Judo Frascati (10°).