vai al vecchio sito

Month agosto 2012

Torneo delle Regioni e Coppa Italia a Jesolo, il kata offre l’ultima chance mondiale

Udine, 30 agosto 2012. Il Torneo delle Regioni e la Coppa Italia di kata in programma domenica 2 settembre nel Palazzetto dello Sport “Cornaro” a Jesolo è la sesta e conclusiva prova del Grand Prix nazionale. E se il primato tricolore di Nage no kata, Ju no kata e Kodokan goshin jitsu è già stato matematicamente acquisito, rimangono ancora da definire i primati negli altri kata, ma a Jesolo si definiranno anche altre cose importanti, essendo l’ultima opportunità utile a staccare il pass per i mondiali che si svolgeranno fra tre settimane a Pordenone (22-23 settembre). Sulla base dei risultati delle gare a Jesolo infatti, potrebbero arrivare anche ad una decina le coppie che si aggiungeranno a quelle già convocate per la rassegna iridata. Per il Torneo delle Regioni sono iscritte 42 coppie, con 12 del Friuli Venezia Giulia, 10 del Veneto, 6 di Umbria, Piemonte e Toscana, 2 della Siclia, mentre sono 73 le coppie iscritte alla Coppa Italia (Nage: 11; Katame: 18; Ju no: 19; Kodokan: 10; Kime: 9; Itsusu: 4; Koshiki: 2) ed un solo team per il Judo Show. Il programma prevede l’inizio alle 9 per Nage no kata, Katame no kata e Kime no kata, a seguire Kodokan goshin jitsu e Ju no kata, quindi Itsusu no kata e Koshiki no kata, per concludere con Judo Show.

In vista dell’Olympic Training Camp a Ostia

Udine, 28 agosto 2012. Il capo dei direttori tecnici EJU, Densign White, ha reso noti gli elenchi degli atleti che saranno sostenuti nella partecipazione all’imminente Olympic Training Camp a Ostia (24-28 settembre). Il principale scopo dell’OTC è di opportunità per preparare i più importanti tornei per atleti, tecnici e arbitri, uno sforzo che in occasione dei Giochi Olimpici ha portato all’Europa un enorme successo: 29 medaglie con sette campioni olimpici. Partecipando a più OTC si acquisiscono condizioni agevolate, fino ad arrivare al completo supporto dei costi da parte dall’EJU per quegli atleti che si trovano ai primi tre posti della World Ranking List. L’OTC ad Ostia precede la Green Hill World Cup maschile e femminile che si svolgerà nel Palafijlkam a Ostia il 29 e 30 settembre. In questo caso l’EJU offre alle federazioni l’opportunità di sostituire due degli atleti inseriti nelle liste (pubblicate di seguito) con altri due che disputeranno i campionati d’Europa U23 a Praga (16-18 novembre). Si tratta di un’opzione che tiene conto del fatto che dopo i Giochi Olimpici molti atleti potrebbero non partecipare all’OTC a Ostia, ed offre alle federazioni l’opportunità di passare il privilegio ad altri due atleti che si stanno preparando per i campionati europei. Un atleta indicato nella lista sottostante, può essere sostituito con un U23 della stessa nazione indipendentemente dalla categoria di peso purchè sia nella rosa per i campionati europei a Praga (16-18 novembre). L’OTC successivo a quello di Ostia si terrà a Malaga dal 4 al 9 novembre, appena prima degli Europei U23.

 

EJU Top 3 list

for athletes at OTC – Going for Gold Rome 24/28 September 2012

Three highest Europeans at the WRL after the Olympic Games 2012 (max 2 per country men/women). Alternatively the nominated athletes can be replaced by athletes U23 years of the same country with the prospect of competing in EC U23 in Prague 16/18 November 2012

UOMINI

60: GALSTYAN Arsen RUS, MUSHKIYEV Ilgar AZE, ZANTARAIA Georgii UKR

66: SHAVDATUASHVILI Lasha GEO, DRAKSIC ROK SLO, UNGVARI Miklos HUN

73: ISAEV Mansur RUS, ELMONT Dex NED, LEGRAND Ugo FRA

81: BISCHOF Ole GER, MAMMADLI Elnur AZE, TOMA Sergiu MDA

90: ILIADIS Ilias GRE, LIPARTELIANI Varlam GEO, NYMAN Marcus SWE

100: GROL Henk NED, ZEEVI Ariel ISR, KRPALEK Lukas CZE

+100: RINER TEDDY FRA, TOELZER Andreas GER, BOR Barna HUN +100

DONNE

48: DUMITRU Alina ROU, VAN SNICK Charline BEL, CSERNOVICZKI Eva HUN

52: HEYLEN Ilse BEL, KELMENDI Majlinda ALB, KUZIUTINA Natalia RUS

57: MONTEIRO Telma POR, CAPRIORIU Corina ROU, BOUKOUVALA Ioulietta GRE

63: ZOLNIR Urska SLO, EMANE Gevrise FRA, SCHLESINGER Alice ISR

70: DECOSSE Lucie FRA, BOSCH Edith NED, THIELE Kerstin GER

78: Joo Abigel HUN, VERKERK Marhinde NED, WOLLERT Heide GER

+78: IVASHCHENKO Elena RUS, POLAVDER Lucija SLO, BRYANT Karina GBR

 

EJU extra support list

for athletes at OTC – Going for Gold Rome 24/28 September 2012

Alternatively the nominated athletes can be replaced by athletes U23 years of the same country with the prospect of competing in EC U23 in Prague 16/18 November 2012

UOMINI

60: MUSHKIYEV IIgar AZE, DAVTYAN Hovhannes ARM, VERDE Elio ITA, PAISCHER Ludwig AUT, CHAMMARTIN Ludovic SUI, JOKINEN Valtteri FIN, MAGERS Andrejs LAT, ALIJEV Elnur EST

66: KOWALSKI Tomasz POL, KARIMOV Tarlan AZE, NAZARYAN Armen ARM, FASIE Dan ROU, KOZLOVS Deniss LAT, KRASSAS Andreas CYP, AZOIDIS Georgios GRE

73: VAN TICHELT Dirk BEL, PALELASHVILI Ioseb ISR, HUYSUZ Sezer TUR, JEZEK Jaromir CZE, ROTHBERG Kunter EST, MOUSTAPOULOS Roman GRE

81: MRVALJEVIC Srdjan MNE, MARIJANOVIC Tomislav CRO, SEDEJ Aljaz SLO, NTANATSIDIS Alexios GRE, LADOGIN Georgi EST

90: RANDL Milan SVK, BAUZA Karolis LTU, GERASIMENKO Dmitri SRB, HISCHIER Dominique SUI, MINASKIN Grigori EST

100: BORODAVKO Jevgenijs LAT, VAN DER GEEST Elco BEL, MEKIC Amel BIH, PACEK Martin SWE, BRATA Daniel ROU

+100: PASKEVICIUS Marius LTU, MAKARAU Ihar BLR, BONDARENKO Stanislav UKR, SIMIONESCU Vladut ROU, PARRA Angel ESP

DONNE

48: BLANCO Oiana ESP, KEARNEY Lisa IRL, SUKHA Olha UKR

52: CHITU Andreea ROU, SUNDBERG Jaana FIN, RAMOS Joana POR

57: GASIMOVA Kifayat AZE, KARAKAS Hedvig HUN, DZUKIC Vesna SLO, BEN MELECH Liraz ISR

63: MISKOVIC Marijana CRO, GWEND Edwige ITA, YLINEN Johanna FIN, BEZZINA Marcon MLT

70: JULIANE ROBRA SUI

78: VELENSEK Anamari SLO, RAMIREZ Yahima POR, POGORZELEC Daria POL

+78: KONITZ Franziska GER, TANGORRE Lucia ITA, CERIC Larisa BIH, PROKOFIEVA Maryna UKR

Campania e Lazio conquistano il 27° Open di Karate a Lignano, ma è grande FVG

Udine, 26 agosto 2012. Sono in tanti i vincitori del 27° Open Mondiale di Karate che ha messo a confronto sui tatami del Palagetur a Lignano Sabbiadoro 1.084 atleti di 211 team provenienti da 19 nazioni. Ha vinto infatti, la sqaudra della Campania, prima nella classifica per società del Kumite e ha vinto il Lazio sotto la sigla LKI primo nella classifica per società del Kata, ma ha vinto anche la nazionale della Slovenia, seconda in classifica nel kata e terza nel kumite pur avendo gareggiato con un numero inferiore di atleti rispetto a Campania e Lazio. Ma ha vinto anche il Bushido Dojo Udine e tutto il karate del Friuli Venezia Giulia che hanno ottenuto risultati particolarmente brillanti: tre medaglie d’oro, tre d’argento e cinque di bronzo nel kumite e due d’oro e due di bronzo nel kata. Sul gradino più alto del podio sono saliti i portacolori del Bushido Dojo Udine Nicola Manias nei 55 kg juniores, Nico Armanelli nei +78 kg under 21, Massimo Gallanda nel kata Esordienti A, il master Marco Franzoni del Karate Club Monfalcone negli over 45, 67 kg e Sandra Matjak del Karate Do Trieste nelle over 55. Medaglia d’argento per il master Giuseppe Formenton e Fabio Nucci, entrambi del Bushido Dojo Udine e per Sara Tortul del Karate Club 2003 Monfalcone, mentre si sono classificati al terzo posto Fabrizio Serafini, Marco Bartolomei e Antonella Ulcigrai del Karate Do Trieste, Claudio Crisetig del Karate Club Monfalcone, Melanie Corbatto del Karate Club 2003, Andrea Veccia dell’Area Shotokan Trieste ed ancora Giuseppe Formenton, questa volta sul podio nel kata. Parole d’elogio sono state espresse dall’assessore regionale Elio De Anna, ma soprattutto dal Maestro Yasunari Ishimi, 9° dan alla sua prima assoluta in Friuli che ha dichiarato: «Si tratta di un evento di un’eccezionalità assoluta al mondo e con i Maestri Roberto Ruberti e Pierluigi Aschieri intendo lavorare affinchè, nel 2013, si realizzi un Italia-Giappone senza precedenti».

Open di Karate a Lignano, i risultati completi

Posizionando il cursore sulla barra in alto, a fianco della scritta FIJLKAM, in corrispondenza della disciplina KARATE, si apre un menù verticale, seleziona RISULTATI… Buona lettura

Risultati 6^ tappa Circuito Atena di Kata

Posizionando il cursore sulla barra in alto, a fianco della scritta FIJLKAM, in corrispondenza della disciplina JUDO, si apre un menù verticale, seleziona RISULTATI… Buona lettura

Sfida per mille al 27° Open di Karate a Lignano; Ishimi: “evento unico al mondo”

Udine, 24 agosto 2012. Atto finale per gli Internazionali di Karate 2012, che a coronamento di una settimana di studio ed allenamenti con circa 2.000 partecipanti, propone il momento clou: l’Open Mondiale in programma sabato 25 e domenica 26 agosto nel Palagetur a Lignano Sabbiadoro, gara per  1.100 iscritti di 213 team da 19 nazioni. Sabato è la giornata del kumite (combattimenti), mentre domenica il confronto è sui kata (forme) con inizio alle 9.30 per entrambe le giornate. Numerosi i campioni italiani, europei e mondiali che si confronteranno nelle due giornate dell’Open sotto l’occhio attento di Pierluigi Aschieri, storico DTN del karate azzurro e del prestigioso pool di tecnici FVG che hanno collaborato attivamente durante il camp: Anna De Vivi (Karate Do Trieste), Fulvio Delise (ASD Area Shotokan Trieste), Salvatore Criscuolo (Athletic Karate Azzano e Zoppola), Gabriele Garcea (Friuli Karate Aikido Basiliano), Aldegisto Sodero (Bushido Dojo Udine), Claudio Valentini (Libertas Karate Trieste), Fabrizio Puntin (CSKS Monfalcone), Michele Roiatti (Friuli Karate Club) e Paolo Zaina (Shotokan Karate Pozzuolo del Friuli). L’Italia punta ad aggiudicarsi il medagliere schierando, fra l’altro, tante promesse friulane, ma anche il veterano Giuseppe Formenton, già vincitore agli European Master Games a Lignano nel settembre scorso, che combatterà per i colori del Bushido Dojo Udine al fianco di Nico Armanelli e Nicola Manias. Il Maestro Yasunari Ishimi, 9° dan alla sua prima assoluta in Friuli ha dichiarato: «Il Raduno Tecnico a Lignano rappresenta un’eccezionalità assoluta al mondo e con il Maestro Roberto Ruberti ed il DT Pierluigi Aschieri stiamo lavorando affinchè, nel 2013, si concretizzi un meeting Italia-Giappone destinato a rimanere negli annali del karate».

Oltre mille da 19 nazioni: è l’ora dell’Open di Karate a Lignano

Udine, 23 agosto 2012. È l’ora del Lignano Karate Open, torneo mondiale che sabato 25 e domenica 26 agosto nel Palagetur a Lignano Sabbiadoro vedrà impegnati nella 27ª edizione ben 1.084 atleti di 211 team provenienti da 19 nazioni. Un Open, quello che è approdato a Lignano dopo ventisei edizioni disputate a Grado, che sa tanto di mondiale per la presenza della Royal Budo Kai del Ghana, rappresentata da ben 21 atleti senior, o dalla nazionale ufficiale della Slovenia che schiera sul tatami le squadre cadetti, junior e senior di kata e kumite per un totale di 49 atleti. Ma si tratta di un torneo dal sapore mondiale anche per la curiosità che suscita la partecipazione di Koji Cristobal Ishimi, in gara sia nel kata che nel kumite cadetti per i colori della scuola Shitokai Ishimi Madrid, fondata e diretta dal padre e maestro Yasunari Ishimi, il più importante specialista al mondo dello stile Shito-Ryu. Giapponese, 69 anni, 9° dan, il maestro Ishimi collabora da 35 anni con la federazione spagnola ed è stato fra l’altro allenatore personale di Re Juan Carlos, ma in particolare è stato la “vedette” di questi Internazionali di Karate, e per seguire le sue lezioni, sono accorsi oltre duemila appassionati, specialisti ed atleti da una trentina di nazioni. La gara, che prevede il kumite (combattimento) sabato ed il kata (forme) domenica, sempre a partire dalle 9.30, vedrà impegnati numerosi atleti del Friuli Venezia Giulia, Tommaso Delise, Giada Franzolini, Pietro Maiorano, Andrea Veccia (Area Shotokan Trieste), Marco Bartolomei, Fabiana Corda, Massimo Galletti, Sandra Matjak, Sergio Schiavon, Fabrizio Serafini, Antonella Ulcigrai, Francesca Zerial (Karate Do Trieste), Claudio Crisetig (Karate Club Monfalcone), Francesca Barnaba, Stefano Panterotto (Sankaku Isonzo), Laura Boschin, Matteo Cerchiari, Ilaria Ciesa, Melanie Corbatto, Cetrina Dreassi, Sara Tortul, Chiara Zorzenon (Karate Club 2003), Ilaria Fabbro, Gianluca Marangone (Shotokan Pozzuolo del Friuli), Massimo Gallanda, Nico Armanelli, Nicola Manias, Giulio Badin e Giuseppe Formenton (Bushido Dojo Udine).

Internazionali e Open di Karate al via lunedì a Lignano

no images were found

Udine, 16 agosto 2012.Il coraggio di cambiare quando ci si trova all’apice. E così, dopo ventisei anni in cui gli Internazionali e l’Open mondiale di Karate sono cresciuti in quel di Grado, al punto da diventare l’ombelico della disciplina a livello nazionale e internazionale, ecco che l’edizione numero ventisette è in procinto di celebrare la cerimonia di apertura alle 10.30 di lunedì 20 agosto, ma nel Palagetur a Lignano Sabbiadoro. “Un’altra scommessa per continuare a crescere ancora – ha detto l’udinese Roberto Ruberti, responsabile storico della manifestazione e del karate regionale – dato che in quest’occasione potremmo raggiungere complessivamente, fra seminario tecnico e gara, le duemila presenze”. Anno dopo anno, Internazionali e Open di karate hanno saputo crescere fino al punto di diventare punto di riferimento per il calendario nazionale e poi, senza fermarsi, si sono rinnovati catturando l’attenzione al di là dei confini europei. Per tre edizioni ha partecipato la rappresentativa del Dubai al seguito della principessa Maitha al Maktoum, olimpionica a Pechino nel taekwondo, mentre l’anno scorso ha aderito la nazionale juniores della Cina, occasione in cui si registrò anche una “prima assoluta per l’Italia” con la prestigiosa presenza di Con Kassis, il presidente del Refereeing Committee of World Karate Federation cui fu appositamente affidato il Symposium di arbitraggio Internazionale al quale aderirono gli arbitri da tutta Europa. Per l’edizione d’esordio a Lignano però, Roberto Ruberti ha puntato ancora molto alto, riuscendo ad ottenere la partecipazione del maestro Yasunari Ishimi, il più importante specialista al mondo dello stile Shito-Ryu. Giapponese, 69 anni, 9° dan, il maestro Ishimi collabora ormai da 35 anni con la federazione spagnola, ha fondato l’Asociaciòn Shito-Ryu Espana ed è stato fra l’altro allenatore personale di Re Juan Carlos. Alle stelle di prima grandezza internazionale però, fra le quali non mancaranno gli azzurri campioni del mondo Stefano Maniscalco, Luca Valdesi e Salvatore Loria, nello staff tecnico allestito da Roberto Ruberti ci saranno anche tutti i più grandi maestri di karate del Friuli Venezia Giulia, dall’iridato Davide Benetello, a Giuseppe Formenton, Anna Devivi, Salvatore Criscuolo, Fulvio Delise, Claudio Valentini, Gianfranco Oggianu, Fabrizio Puntin, Miodrag Subotic e Marco Cavalli, senza dimenticare ovviamente Aldegisto e Roberta Sodero. La manifestazione si concluderà con l’Open mondiale in programma sabato 25 e domenica 26.

Negli USA i Mondiali master 2012, ad Alba i World Masters Games 2013

Udine, 13 agosto 2012. Il campionato del mondo per veterani in programma a Salvador de Bahia (Brasile) dal 31 ottobre al 4 novembre è stato dirottato negli Stati Uniti dall’8 all’11 novembre. La sede, già confermata dall’IJF è Miami-Doral. Anche il campionato del mondo di kata che fra poco più di un mese si disputerà a Pordenone del resto, era stato assegnato in prima battuta al Brasile. È ufficialmente destinata all’Italia invece l’edizione 2013 dei World Masters Games, manifestazione in programma in Piemonte nel mese di agosto. Com’è già accaduto in occasione degli European Masters Games ospitati a Lignano Sabbiadoro nel settembre 2011, anche la versione mondiale dei giochi riservati ai veterani ha inserito nel programma le gare di judo e karate che faranno capo ad Alba, che celebra il riconoscimento di Città Europea dello Sport 2013. La Fijlkam ha incaricato il Prof. Stefano Stefanel (Presidente della Commissione Nazionale Kata e Master di Judo) ed il Prof. Pierluigi Aschieri (Direttore Tecnico della Nazionale di Karate), di supervisionare in stretta collaborazione con il Comitato Regionale Piemonte tutti gli aspetti organizzativi. È già attivo il web dedicato: torino2013wmg.org.

Non solo mondiali di kata, Pordenone in festa con judo e cultura

Pordenone, 13 agosto 2012. Il campionato del mondo di kata è ormai alle porte. Quaranta giorni ancora e sui tatami del palaforum a Pordenone si esibiranno gli specialisti di kata provenienti dai cinque continenti per aggiudicarsi i titoli iridati in palio nelle cinque forme in competizione. Dopo La Valletta 2009, Budapest 2010, Francoforte 2011, ecco quindi Pordenone 2012, quarta edizione di una rassegna iridata alla quale l’organizzazione friulana ha voluto imprimere una svolta importante. Sarà la prima volta infatti, che le gare di kata potranno essere seguite in tutto il mondo attraverso la diretta streaming e per la prima volta sarà realizzata la Media Guide, ovvero il volume statistico che elenca nomi, date e risultati di tutti i protagonisti della disciplina. Gli spunti e le intuizioni degli organizzatori però, sono andate ancora più in là, con iniziative collaterali che spaziano nell’ambito culturale, aspetto particolarmente ricco e profondo nel judo e nella sua terra d’origine. La mostra Il patrimonio mondiale Unesco in Giappone presenta 67 opere del fotografo Kazuyoshi Miyoshi, che ha immortalato i tesori culturali e ambientali del Giappone (di 911 siti di Patrimoni Mondiali dell’Umanità presenti in 151 nazioni, 14 si trovano in Giappone). Inaugurazione il 7 settembre, la mostra negli spazi espositivi via Bertossi a Pordenone prosegue sino al 30 settembre, è realizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Pordenone assieme alla Polisportiva Villanova, con la collaborazione dell’Istituto Giapponese di Cultura, il sostegno di Jacuzzi, il patrocinio del Consolato Generale del Giappone a Milano e la collaborazione degli Amici della Cultura e dell’associazione Sakura Bonsai. Dal 19 al 23 settembre invece, coincidente con il mondiale di kata ed il seminario arbitrale che lo precede, Pordenone si accende per la tredicesima edizione di Pordenonelegge, una festa del libro con gli autori da 100mila presenze, che ha riservato uno spazio di rilievo a Jigoro Kano. Gli scritti del Fondatore del metodo judo sono stati raccolti nel libro recentemente ristampato “La mente prima dei muscoli” che sarà presentato nell’Auditorium della Regione alle 19.30 di giovedì 20 settembre da Naoki Murata, maestro e componente del Kodokan Judo Scientific Research Group.