vai al vecchio sito

Day 9 luglio 2012

Sport e Cultura in occasione dei mondiali di kata a Pordenone

Un esempio di come sport, turismo e cultura possono legarsi perfettamente ed offrire un volto nuovo ad una manifestazione di alto livello come i campionati del mondo di kata che si svolgeranno a Pordenone dal 20 al 23 settembre. È questo il punto principale che è stato messo in luce nel corso della prima conferenza stampa che ha presentato l’evento e che si è svolta nella sede della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia a Pordenone. L’iniziativa organizzata dalla Federazione Italiana Judo (FIJLKAM) si avvale della collaborazione di Polisportiva Villanova, Kuroki Tarcento, il sostegno di Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia e Comune di Pordenone, Ascom, Camera di Commercio e Coni Pordenone. Nelle tre precedenti edizioni dei campionati del mondo si è sempre affermata la supremazia del Giappone ed alla manifestazione di Pordenone saranno presenti 32 nazioni provenienti dai 5 continenti. Nelle due giornate di gare saranno messi in palio i titoli dei cinque Kata ed oltre i nipponici, risultano essere fra i favoriti anche gli italiani che si sono messi in evidenza in tutte le passate edizioni, così come gli specialisti francesi e iraniani. A Pordenone inoltre, si terrà nelle giornate precedenti le gare il corso e gli esami per arbitri mondiali, ai quali si sottoporranno anche 5 candidati del Kodokan. Alla manifestazione di Pordenone sono attesi Marius Vizer, presidente della federazione mondiale e Franco Cappelletti, vicepresidente dell’Unione europea di categoria e responsabile mondiale del Kata. Assieme all’evento sportivo è in programma anche un doppio appuntamento culturale, infatti nel programma della manifestazione libraria “Pordenonelegge.it”, è stata inserita anche la presentazione di un libro sul judo che sarà illustrato da Naoki Murata, 7° dan curatore del Kodokan Judo Museum and Library, mentre negli spazi espostivi del Comune a Pordenone si terrà una mostra fotografica dal titolo “I patrimoni Unesco in Giappone”.

Sumo internazionale a Barcis

Sumo e Barcis è il binomio vincente per un accostamento ideale fra Sport e territorio. È stato questo il messaggio lanciato nella sede della Regione FVG a Pordenone in occasione della presentazione della quarta edizione della Coppa Europa a squadre e del torneo individuale di sumo, che si svolgeranno a Barcis domenica 15 luglio. Uno sport non molto conosciuto che promuove un territorio stupendo e viceversa, attraverso una manifestazione internazionale organizzata dall’As Sport Barcis in collaborazione con il Judo club Fenati Spilimbergo e che porterà un centinaio di atleti da una decina di nazioni, fra cui la nazionale azzurra guidata da Giovanni Parutta, pordenonese e storico DT del sumo. Ed è di Barcis Paola Boz, già campionessa di judo e di sumo, vero e proprio motore dell’iniziativa, che assieme al vicepresidente del Consiglio regionale Maurizio Salvador, ha condotto la presentazione dell’evento che ha registrato, fra gli altri, gli interventi dell’assessore regionale Elio De Anna e del sindaco di Barcis Tommaso Olivieri. «La Regione – ha detto De Anna – ha creduto sulla bontà della proposta ed ha preso per mano l’iniziativa accompagnandola nel tempo. Così come è capitato per altri sport, a seguito del successo riscosso negli anni, quasi per gemmazione sono nate società che praticano questa disciplina. Un segno questo, che dimostra come uno sport poco conosciuto possa crescere se il territorio sa proporre progetti di rilievo».Sumo a Barcis 2012

Lignano Karate Open and Stage 2012